Femminismo: filosofia e storia | Gli Speciali di Roba da Donne

Femminismo: filosofia e storia

Che cos’è il femminismo? Per alcuni è – erroneamente – il contrario di maschilismo, ma in realtà si tratta di un insieme di dottrine filosofiche, la cui applicazione, nel tempo, ha portato a molte conquiste in termini di diritti umani per le donne. Basti pensare, ad esempio, al movimento delle suffragette, sorto all’inizio del Novecento con il fine di permettere il suffragio universale – laddove in molti Paesi del mondo il voto democratico era concesso solo e soltanto agli uomini.

Più che di femminismo, si dovrebbe parlare oggi di femminismi. Queste dottrine filosofiche sono infatti diversificate, come all’interno di uno spettro, a un cui capo troviamo il cosiddetto femminismo radicale – che comporta l’esclusione totale degli uomini dalla società e dal potere – e all’altro capo il femminismo intersezionale – che invece comporta l’inclusione di tutti e la lotta in favore delle altre minoranze, come disabili, migranti e persone Lgbtqai*.

Per giungere a questo spettro filosofico, il femminismo ha viaggiato attraverso le epoche, evolvendosi e basandosi su alcune figure carismatiche preponderanti. Ce ne sono alcune più celebri: Olympe de Gouges che su autrice della Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina e che è ritenuta la prima grande femminista della storia, la scrittrice e madre di Mary Shelley Mary Wollstonecraft, la suffragetta Millicent Farrett Fawcett, le scrittrici Virginia Woolf e Simone de Beauvoir, la filosofa Shulamith Firestone.

Storicamente parlando, il femminismo si divide in tre grandi ondate. La Prima Ondata Femminista va dalla prima metà del secolo XIX fino all’inizio del secolo XX e fu indirizzata principalmente all’ottenimento dei diritto di voto, ma ci furono divisioni sul tema dell’uguaglianza sociale e della differenza di genere. La Seconda Ondata Femminista invece si colloca tra il 1960 e il 1980, in particolare negli Stati Uniti e in Europa, trattando temi come sessualità, famiglia, lavoro, diritti riproduttivi e disuguaglianze di genere.

La Terza Ondata Femminista è quella che stiamo vivendo oggi. Essa è nata negli Stati Uniti all’inizio degli anni ’90, quando Anita Hill ha accusato un giudice della Corte Suprema di molestie sessuali. Il femminismo della Terza Ondata è diventato un fenomeno pop, coinvolgendo celebrità come Madonna, Angelina Jolie, Emma Watson e incarnando personaggi di film e telefilm – anche per bambini – come Mulan oppure Buffy l’Ammazzavampiri.

Femminismo: filosofia e storia
7 esempi di gender bias sul lavoro che ogni donna conosce e come contrastarlo
Backlash effects: se le donne devono"maschilizzarsi" per essere prese sul serio
Femminismo radicale? No! Il femminismo non può che essere intersezionale
Glass ceiling, cosa significa che le donne devono rompere il soffitto di cristallo
Controllo delle nascite: perché è un diritto non contrattabile delle donne
Diritti delle donne in Italia e nel mondo: il calendario delle conquiste
Fighe di legno e uomini autorevoli: due volti della stessa medaglia
MRA, dalla teoria del maschio oppresso alla maschiosfera sul web
Donna forte e "vera donna": due figure mitologiche che fanno male a tutte
La sorellanza esiste, anche se a molti fa comodo lo stereotipo delle "donne rivali"
Multitasking? Basta dire che "le donne sanno fare più cose contemporaneamente"
Purity ball: i balli della purezza e quell'ossessione per la verginità
Ginarchia: la follia della supremazia delle donne sull'uomo
Bianca Pitzorno: "Senza indipendenza economica una donna non è davvero libera"
Lorenzo Gasparrini: "Gli uomini hanno un problema con il genere femminile"
Cosa significa TERF e l'importanza di riconoscere l'essere femmine delle donne trans
Riot grrrl, le ragazze che cantano di aborto, vagina, stupro e femminismo
Donna in carriera, quel mito da donna maschilizzata che ha fatto male alle donne
Childfree, il diritto che nessuno contesta a un uomo ma a una donna sì
Vera Gheno: "Se hai un problema con i femminili hai un problema con le femmine"
Corteggiare: un mito, duro a morire, che fa male alle donne
Come il movimento Me Too ha cambiato il sesso a Hollywood (e non solo)
Galanteria: non ci sono più gli uomini di una volta?
Transfemminismo: per chi pensa che una donna trans sia meno donna
Istinto materno: il crollo di un mito che, onestamente, ha fatto parecchi danni
Cosa significa essere donna, fuori dai luoghi comuni
Perché si dice fare la gatta morta e mai fare il "gatto morto"?
Il folle motivo per cui noi italiane dovevamo votare "senza rossetto"
Zitella: quella parola che non si usa più, ma resta implicita in quelle domande
Loading...