Fact-Checking Policy

Roba da Donne è una testata registrata al Tribunale di Brescia n.11/217 del 14/08/2017. Editore Media Prime S.R.L.

Di seguito è dichiarata la nostra Fact-Checking Policy

Ai giornalisti e ai collaboratori di Roba da Donne è richiesta massima accuratezza in tema di:

  • verifica e citazione delle fonti, al fine di tutelare lettrici e lettori da fake news e garantire un’informazione corretta, aggiornata e non sensazionalistica
  • utilizzo di parole e titoli rispettosi della mission della nostra testata giornalistica a essere inclusiva e promuovere la parità tra i generi e una corretta rappresentazione di tutte le narrazioni e le diversità nel modo più equo possibile

I singoli autori operano un primo fact-checking secondo le linee guida indicate dalla testata e secondo la loro etica professionale.
Dalla costituzione della redazione (Roba da Donne è una testata registrata al Tribunale di Brescia n.11/217 del 14/08/2017. Editore Media Prime S.R.L.), ogni contenuto è sottoposto, prima della pubblicazione, alla valutazione di un content curator.

Per ovviare a possibili sviste e involontari errori, Roba da Donne mette a disposizione un servizio di segnalazioni, cui si può accedere direttamente da ogni articolo (cliccando su Suggerisci una correzione) o scrivendo a [email protected]
A questo link è possibile trovare informazioni più dettagliate sulla redazione e sui contatti.

A questo link è possibile vedere la nostra Corrections Policy