Decorazioni Natalizie - Speciali di Roba da Donne

Decorazioni natalizie: origini, storia e tante idee fai da te

Tempo di Natale, tempo di decorazioni natalizie.
C’è chi le ama e chi, in questo periodo dell’anno, si trasforma nel Grinch, il mitico personaggio dei fumetti e dei cartoni animati creato da Dr. Seuss che odia il Natale e la sua atmosfera calda, gioiosa e… buona.
Di sicuro, però, anche per i più cinici di noi, gli addobbi di Natale costituiscono una tradizione consolidata che ci ha accompagnato per tutta l’infanzia e che, in molti casi, continuiamo a coltivare da adulti.
Perché le decorazioni natalizie non sono cose per bambini, ma affondano le loro radici in una tradizione molto antica, che riguarda molte religioni. Vediamo allora insieme storia e origini degli addobbi di Natale e, già che ci siamo, anche tante curiosità, immagini dal mondo delle più belle (o assurde) decorazioni natalizie e idee per addobbi di Natale fai da te.

Decorazioni natalizie: origini, storia e tante idee fai da te

Esattamente, qual è la data ufficiale per allestire le decorazioni natalizie?

Partiamo dal presente e da un lecito dubbio che, prima o poi, è venuto a tutti.
C’è chi non può resistere e, entro metà novembre, ha già decorato casa, balconi e giardino con luci, lucine, ghirlande e addobbi natalizi vari (magari con la scusa che le decorazioni natalizie sono per i bambini).
E chi, invece, è ligio alla tradizione che, in sostanza, vede nell’8 di dicembre, festa dell’Immacolata, la data per riempire casa di addobbi natalizi e, soprattutto, per fare l’immancabile albero di Natale, ma anche il presepe.

A seconda della zona d’Italia, poi, ci sono alcune variazioni. A Milano l’albero di Natale viene preparato il 7 dicembre, a Sant’Ambrogio, mentre al Sud e, nello specifico, a Bari, è San Nicola, il 6 dicembre, a dare il via all’usanza tanto amata dai bambini, ma non solo. Ma in alcuni luoghi d’Italia, in particolare al Sud ma non solo, il tutto ha inizio invece il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia.
Quando si tolgono invece le decorazioni natalizie? In genere all’Epifania, anche se in alcune località del Sud l’albero di Natale rimane fino al 2 febbraio, ovvero alla Candelora.

Poi, come tutte le regole, anche queste sono fatte per essere infrante e l’unica vera regola è fare il nostro albero di Natale, il nostro presepe e allestire gli addobbi natalizi quando cominciamo a sentire lo “spirito del Natale”.

Con un’unica accortezza. Se non vogliamo affidarci ai prodotti standard offerti dal mercato, ma realizzare degli addobbi di Natale fai da te unici, originali e personalizzati, allora dobbiamo prenderci per tempo. A partire dalle decorazioni dell’albero di Natale, ma non solo.

Rendi unico il tuo albero di Natale con i decori fai da te
41

Decorazioni Natalizie Fai da Te: soluzioni low cost e originali per un Natale personalizzato

Quando parliamo di addobbi natalizi fai da te, ci viene automatico pensare a una tendenza, potremmo dire una vera e proprio moda, piuttosto recente. Che ha a che fare con l’esplosione dei corsi di bricolage, fai da te, creatività e, pensando al mondo web, dei tutorial che, ormai, possono accompagnarci passo passo praticamente in tutto: dalla sostituzione del rubinetto della cucina, alla messa in piega e al trucco, fino alla realizzazione di addobbi di Natale fai da te, appunto.

Nulla di più falso. Quella delle decorazioni di Natale fatte in casa, oltre che una tradizione, è stata per molti decenni un’esigenza. Come vedremo a breve, la tradizione di festeggiare il Natale con addobbi, decorazioni e simboli vari, tra cui l’albero di Natale, ha radici molto antiche e, va da sé, che i popoli che nei secoli hanno coltivato tale tradizione hanno realizzato da sé le decorazioni natalizie.
Pensiamo del resto ai nostri nonni e, spesso, anche ai nostri genitori: loro per primi potranno dirci che, quando erano bambini, di soldi da spendere in addobbi natalizi non ce n’erano. Molto spesso quindi ci si trovava nelle stalle, invece che a filare, a realizzare addobbi di Natale fatti in casa.

Oggi invece spesso decidiamo di riscoprire la bellezza di costruirci da soli decorazioni natalizie fai da te per i motivi più svariati. In primis perché è meraviglioso (e rilassante) creare con le nostre mani, quindi perché ci permette di realizzare addobbi di Natale unici e personalizzati, perfetti anche come regali natalizi. Resta anche il fattore risparmio, perché è indubbio che, con un po’ di abilità, si possano realizzare decorazioni natalizie low cost, che diversamente potrebbero essere molto costose.
Infine c’è anche il fattore bambini: perché questo periodo dell’anno è l’occasione per stare ancora più insieme a loro e creare lavoretti di natali e tante altre idee per decorazioni natalizie per bambini… che piacciono anche ai grandi.

Lasciamoci quindi ispirare da qualche idea. A partire dall’albero di Natale. E iniziamo il nostro percorso alla scoperta dell’origine della splendida e colorata tradizione delle decorazioni natalizie.

Natale Low Cost: alberi di natale creativi... anche senza aghi!
64

La nascita del Natale e del presepe

A livello di festività si trovano attestazioni sul Natale già nel IV secolo, ma il primo riferimento alla data del 25 dicembre è del 336 e porta la firma di Furio Dionisio Filocalo, letterato romani che ne scrive nel Chronographus.

Ma visto che di decorazioni natalizie stiamo parlando, concentriamoci sull’origine di quella che è la tradizione rappresentativa e decorativa del Natale più direttamente legata allo spirito religioso: il presepe. Forse non tutti sanno che la tradizione del presepe è un’usanza di origine italiana, nata nel Medioevo, e oggi diffusa in tutti i Paesi cattolici. In sostanza, si tratta dell’evoluzione tridimensionale delle raffigurazioni pittoriche della Natività, la prima delle quali sembra essere una Vergine con Bambino attribuita al III secolo e visibile nelle Catacombe di Priscilla sulla Via Salaria a Roma. A realizzare il primo presepe pare sia stato San Francesco D’Assisi, nel 1223. Tornato da un viaggio in Palestina, chiese il permesso a papa Onorio III di rappresentare la Natività a Greccio, che gli ricordava i paesaggi di Betlemme, che tanto lo avevano colpito.

Ma passiamo a conoscere come nascono le decorazioni dell’albero di Natale e questo simbolo universale del Natale più commerciale.

Albero di Natale: idee per tanti decori creativi e suggestivi
41

Albero di Natale: una tradizione pagana ma non solo

Per quanto riguarda l’apparentemente più commerciale albero di Natale, la sua origine affonda effettivamente nelle tradizioni pagane che, presso vari popoli, contemplavano la decorazione dei vari Alberi del Paradiso o degli Alberi Cosmici simboli di Pianeti e stelle. Troviamo tradizioni simili nei Germani devoti a Odino, nei Celti durante le celebrazioni dei solstizi, nei Vichinghi e, del resto, gli stessi Romani erano soliti decorare le loro case con rami di pino, durante le Calende di gennaio.

Tali tradizioni pagane sono poi state riprese dal cattolicesimo in epoca medievale. Fu in questo momento che l’albero divenne simbolo di Cristo. Rappresentazione di linfa vitale, vita che si rinnova e che alimenta la vita dei propri rami, l’albero diventa per estensione l’Albero della Vita, da un ramoscello del quale, leggenda vuole, fu ricavata la croce di Cristo. L’idea dell’Albero della Vita, del resto appartiene anche a moltissime altre culture, asiatiche e orientali, ma anche a popoli dell’antichità.

Di certo oggi questi significati, che potrebbero essere ancora approfonditi a lungo, sono passati in secondo piano rispetto al valore decorativo di questo simbolo, allestito di addobbi natalizi e lucine tra i più svariati e originali in tutto il mondo.

Natale nel mondo: le luminarie natalizie che ti faranno sognare

Decorazioni Natalizie: il perché di ghirlande, pigne, agrifoglio e altri simboli

Frutta secca, zenzero e cannella, ghirlande, rami di agrifoglio, pigne e l’elenco potrebbe essere molto lungo. Ma quali sono i motivi per cui molti elementi sono diventati simboli e decorazioni di Natale prediletti?

Cominciamo dalle ghirlande. Una leggenda tedesca vuole che un’umile signora, in occasione del Natale, tirò a lustro con molta fatica tutta la sua casa, per far spazio all’albero di Natale. Tutti i ragni della casa si ritirarono in soffitta, fino a che di notte non fu tutto calmo. A questo punto scesero e fu tanta la loro felicità nel vedere l’albero che cominciarono ad arrampicarvisi, senza accorgersi di ricoprirlo con i fili della loro tela. Al suo arrivo Babbo Natale fu molto divertito dalla gioia dei ragni, ma pensando alla fatica della signora, decise di trasformare la tela dei ragni in fili di oro e d’argento, che andarono a decorare i rami del pino. Da qui nacque la tradizione di realizzare ghirlande di Natale, che divennero tipiche decorazioni natalizie.

A ogni angolo il giusto spirito natalizio: idee per decorare la casa
35

Anche le pigne hanno la loro leggenda di Natale. Sulle montagne tedesche viveva una famiglia molto povera. La madre decise di sfidare il freddo e le nevi per andare a raccogliere delle pigne, alcune da vendere, altre da usare per tener vivo il fuoco in assenza di legna utilizzabile. Mentre raccoglieva le pigne, però, sentì una voce che le chiedeva: “Perché rubi le pigne?”. La voce veniva da un elfo. La madre si scusò: “Non sapevo che le pigne fossero di voi elfi”. E, dopo averle raccontato la sua storia, restituì al piccolo abitante del bosco le sue pigne. Questi le consigliò di andare a raccogliere le pigne in una foresta poco più avanti. La povera mamma seguì il consiglio, salvo poi rendersi conto che le pigne che raccoglieva diventavano d’oro e d’argento. Non avrebbero mai più sofferto la fame.

Leggenda a parte, le pigne sono ideali per realizzare decorazioni natalizie fai da te davvero originali. Guardate qua.

Natale: come addobbare casa con le pigne
41

La leggenda dell’Agrifoglio, altro elemento portante degli addobbi di Natale, è dolcissima e narra la storia di un pastorello orfano che, appresa la notizia della nascita di Cristo, realizzò una ghirlanda di alloro che portò in dono al Neonato. Davanti al piccolo Gesù, però, il pastorello scoppiò in lacrime, ritenendo che il suo dono fosse poca cosa per un grande evento come quello. Fu allora che il Bambino Gesù tocco la ghirlanda, trasformando le lacrime del pastorello buono in bacche rosse e l’alloro in foglie di un verde scintillante.

Potremmo andare avanti a lungo con leggende e storie che riguardano tutti gli elementi tipici degli addobbi natalizi. Ma ci fermiamo qui. Solo una precisazione: le palline di Natale hanno origine dal fatto che l’albero veniva decorato con frutta e, principalmente, da mele ed arance. Una cosa che in molti di noi amano fare ancora oggi realizzando addobbi di Natale fai da te.

E ora invece ridiamoci su, con le follie dal mondo in fatto di decorazioni natalizie!

Le folli decorazioni natalizie che ti lasceranno a bocca aperta
53