Essere donna e disabile: 'Ti sei mai sentita meno donna?' e altre risposte - Roba da Donne

Essere donna e disabile: "Ti sei mai sentita meno donna?" e altre risposte

Cosa accade se a tutte le difficoltà che essere donna comporta aggiungiamo anche quelle di essere una donna disabile?

Next video

"Le 48 coltellate a mia figlia": Vera Squatrito, mamma di Giordana Di Stefano

Clear

Oriana Fallaci scriveva:

“Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non annoia mai.”

Credo che sia proprio vero!

L’argomento di oggi infatti riguarda proprio questo: cosa significa essere donne nella società odierna, ma soprattutto che cosa comporta essere donna nei vari ambienti con cui ci dobbiamo interfacciare?

Beh, lo sappiamo, una donna oggi deve ancora confrontarsi con un’immagine stereotipata che la società ci impone, continuando a metterci in continuo confronto l’una con le altre e a farci sentire sempre in difetto.

Ci educano a trovare difetti e non pregi. Ci educano a essere belle e non intelligenti. Ci educano a non fare domande e ancora a non alzare la mano.

Ancora oggi, nel mondo lavorativo, siamo pagate meno e considerate meno. Le immagini delle copertine dei giornali ci propinano gonne corte, ma quando le indossiamo ci danno delle poco di buono.

Cresciamo in un mondo di incongruenze e rischiamo di perderci, ma ognuna di noi deve e può seguire i proprio sogni, qualsiasi essi siano.

Ma se a tutto questo aggiungiamo essere donna con una disabilità cosa accade?

Beh, ecco che tutto si fa ancora più complicato.

Il messaggio di questo video vuole essere un inno, un inno alle donne, tutte le donne. E un grido che dice: “Sosteniamoci a vicenda, insieme è meglio!”.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...