logo
Stai leggendo: 8 Problemi che Solo le Donne che Indossano i Tacchi Alti Capiscono

8 Problemi che Solo le Donne che Indossano i Tacchi Alti Capiscono

Chi di noi non sogna di avere un paio di Manolo Blahnik o Jimmy Choo nella propria collezione di scarpe? Diciamoci la verità, non riusciamo a farne a meno, il fascino dei tacchi alti è una vecchia storia d'amore che accompagna le donne dalla notte dei tempi. Ma a cosa dobbiamo andare incontro pur di non rinunciare ai nostri adorati centimetri? Scopritelo con noi.
fonte: web
fonte: web

Tacchi alti che passione! Siete anche voi delle accanite collezioniste di scarpe alla Carrie Bradshaw? E non parlo di semplici scarpe, ma a quella dolce e deliziosa tortura provocata dall’indossare dei tacchi vertiginosi.

A loro perdoniamo tutto, se ci distruggono i piedi, se ci feriscono, ci tagliano, ci lasciano brutti segni ed enormi vesciche. Il nostro amore per loro è folle e incondizionato, non ne abbiamo mai abbastanza e ne vorremmo sempre di più.

Utilizzarli tutti i giorni può essere davvero dannoso, per questo motivo il brand Antonia Saint NY ha inventato un’innovativo stiletto elegante e totalmente comodo:

Toglieteci tutto ma non i nostri tacchi. Ma come si dice: “chi bella vuole apparire un po’ deve soffrire” ed ecco 8 inconvenienti che le amanti dei tacchi alti conosceranno fin troppo bene.

1. Sanpietrini

fonte: web
fonte: web

Avete anche voi l’impressione che, i sanpietrini, siano stati creati apposta per rendere la nostra strada impossibile? Altrimenti non si spiega come il tacco s’infili alla perfezione in quei piccoli spazietti tra un quadratino e l’altro.

2. Cerotti

fonte: web
fonte: web

Cerotti di ogni dimensione, il nostro piede è più fasciato di quello di una mummia. Ci mettiamo addosso di tutto per non cadere in inconvenienti e proteggerci da eventuali vesciche o spellature. Per non parlare poi di quelli che mettiamo per proteggere i tagli già presenti, sopratutto dietro ai talloni o in quei poveri mignoli e alluci. Insomma neanche se ci pagassero oro per indossarle.

3. Scarpe di ricambio

fonte: web
fonte: web

Si prospetta una serata molto lunga, magari in un posto in cui è difficile arrivare o troppo lontano, ed ecco che intervengono i nostri salva vita. Scarpe d’emergenza a portata di borsa, certo la borsa dovrà essere bella grande e c’è il rischio che una pochette non possa bastare, ma è il giusto prezzo da pagare per chi non vuole rinunciare alla gioia del tacco. Ecco il trucco per potere essere al meglio durante la vostra serata senza il bisogna di continuare la tortura anche prima e dopo la festa.

4. Tacco rotto

fonte: web
fonte: web

Chi di voi non è mai rimasta con un tacco in mano? In quel caso ci sta poco da fare, a meno che non siate appena uscite di casa o avete in borsa un tubetto di colla, non vi resta che cercare il negozio di scarpe più vicino. E se è tutto chiuso? L’unica soluzione è camminare scalzi!

5. Calcoli sbagliati

fonte: web
fonte: web

Le avete provate al negozio ed erano perfette, ci avete camminato per casa ore ed ore e mai nessun accenno di dolore. Non avevate calcolato però che magari fare su e giù per il corridoio di casa non è proprio paragonabile ad un matrimonio di 12 ore. Ahi, che dolore!

6. Il mignolo in fuga

fonte: web
fonte: web

Orrore degli orrori. Vi è mai capitato di dover tenere continuamente a bada il mignolino che cerca inesorabilmente di fuggire dalla scarpa? E voi lì che vi sforzate di rimetterlo al suo posto.. speriamo nessuno vi abbia viste.

7. Altezza

fonte: pinterest
fonte: pinterest

Ti ricordavo diversa. Se siete della tappette come me, vi sarà di certo capitato di trovarvi davanti persone che vi guardavano in modo strano non capendo cosa avevate di diverso, per poi affermare: “aaah hai i tacchi, infatti mi sembrava strano!”. Ahimè sono all’ordine del giorno, ma sono comunque commenti accettabili. Il problema sta quando avete un lui troppo basso, cosa fare? Rinunciare i tacchi o rinunciare all’uomo?

8. Instabilità

fonte: web
fonte: web

Sono nuove e avete osato con qualche centimetro in più. Ci state traballando sopra da mezz’ora solo per trovare l’equilibrio, vi appoggiate a tutto ciò che riuscite a toccare: muri, porte, tavoli, pali, persone, che siano amici o sconosciuti, insomma ogni appiglio è buono per non rischiare di fare la danza del t-rex.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...