logo
Stai leggendo: Blusa: Dall’Ufficio alla Cena, il Capo d’Abbigliamento Immancabile nel Nostro Guardaroba

Blusa: Dall'Ufficio alla Cena, il Capo d'Abbigliamento Immancabile nel Nostro Guardaroba

Immancabile nel guardaroba di ogni donna, la blusa si rinnova per la primavera-estate 2016. Femminile, elegante e sartoriale, è il capo d'abbigliamento perfetto per vestirvi dalla mattina in ufficio alla serata più chic!
Tendenza per l'estate: la blusa
Fonte: Vogue.com / Foto di Soren Jepsen

Ci sono capi di abbigliamento che sono dei grandi classici intramontabili: sopravvivono alle mode, alle stagioni, alle scellerate influenze delle celebrities e, se acquistiamo un capo di qualità, potremmo ritrovarci anche 10 anni dopo ad indossarlo e sembrare appena uscite da una rivista femminile.

La blusa è uno di questi capi: fresca, elegante, perfetta per il giorno, per una cena con le amiche ma anche capo d’ordinanza per un outfit da ufficio.

La particolarità della blusa è che si tratta di un capo sartoriale seducente e molto femminile, indossabile sopra una gonna a tubino ma anche con i nostri jeans preferiti. Come ogni capo classico, però, non rimane totalmente immune alle tendenze, rinnovandosi di anno in anno con dettagli, colori e modelli, per essere sempre al top.

Cos’è la blusa?

Fonte: Web
Fonte: Web

Ma quando parliamo di blusa, cosa intendiamo? C’è molto confusione a riguardo, poiché comprende diversi modelli che magari noi abitualmente chiamiamo con altro nome.

La blusa è un tipo di camicia da donna: rimane morbida sul busto ma potrebbe anche essere stretta in vita o sui fianchi da un elastico o una cinta. Può essere senza bottoni, ma se li ha (anche sulla schiena), l’abbottonatura è rigorosamente femminile: probabilmente un retaggio delle sue origini e un modo per distinguere questo capo dalle camicie da uomo.

Sebbene la parola “blusa” abbia origini incerte (sia inglesi che francesi ne reclamano la paternità), è in Francia che si afferma intorno a metà ‘800 come capo dei lavoratori o dei contadini/paesani, quindi di bassa estrazione sociale… Tutt’altro che capo fashion!

In età Vittoriana la blusa è il capo scelto dalle donne come abbigliamento per insegnare a scuola o dalle pochissime ammesse a umili lavori di ufficio. Solo pochi anni dopo ad inizio ‘900, con l’aumento dei decori come pizzo, ricami, balze, pieghe, fiocchi e colletti originali, entra di diritto del guardaroba femminile da giorno ma anche per la sera, in semplice cotone o in preziosa seta.

La blusa così è arrivata fino a noi, passando diverse ere, si è allargata e si è ristretta a seconda delle esigenze, si è fatta più leggera o pesante, ma è sempre rimasto un capo su cui poter fare affidamento per un abbigliamento ordinato, originale e molto femminile. La blusa, ieri come oggi, è ancora parte integrante di tantissimi costumi tradizionali in giro per il mondo, dalla Bavaria all’India.

I modelli di blusa

Modelli di blusa
Fonte: Pinterest

La particolarità della blusa è che con questa parola si indicano un infinita varietà di modelli di camicia femminile.

  • La blusa minimal in monocromo è sicuramente un pezzo che non può mancare nel tuo guardaroba: bianca, nera o con un colore neutro, è perfetta per passare da un look giorno ad uscita serale, aggiungendo una collana originale, una pochette colorata e magari un paio di scarpe che attirano lo sguardo.
  • Per l’estate la blusa senza maniche è un must, fresca ma allo stesso tempo con quell’allure professionale, perfetta anche se sei costretta in ufficio fino ad agosto.
  • Sempre più di moda sono le bluse a trapezio, uno strano incrocio tra camicie oversize e crop-top… Decisamente stilose e da abbinare con una gonna stretta o dei pantaloni skinny per dare risalto ai volumi.
  • Infine passiamo ai modelli più soggetti al gusto personale, magari bluse in pizzo (sono molto belle quelle realizzate ad esempio con inserti all’uncinetto), con volant per un outfit estivo e sbarazzino, con un colletto stretto rifinito con fiocchi a contrasto o magari con dettagli ricamati.

Come abbinare la blusa?

Come abbinare la blusa
Fonte: Pinterest / Urban Outfitters

Essendo un capo classico non ci sono vere e proprie linee guida su come indossare una blusa: è talmente versatile e l’abbiamo visto indossato sia da nostra nonna che dalla nostra migliore amica, che abbiamo fin troppi esempi da seguire.

Di certo con il passare degli anni ci sono diversi modi di indossarla e per il 2016 la tendenza è sdrammatizzare il look.

La blusa, che sia in cotone o in un tessuto più prezioso, essendo della famiglia delle camice richiama subito un mondo un po’ abbottonato e poco rilassato: aiutati ad esempio abbinando una blusa super femminile con un chiodo di pelle nera, il contrasto sarà perfetto.

Sempre rispettare i volumi: vietato indossare pantaloni palazzo o gonne lunghe e morbide, se la blusa ha un design scampanato e molto morbido… Se non siamo davvero magre, un look del genere potrebbe pure farci guadagnare anche 2-3 kg in più rispetto al nostro vero peso!

Gonne a tubino o con la linea ad A, pantaloni skinny o a sigaretta e shorts sono perfetti, ma si può provare a giocare anche ad esempio con una blusa sotto una jumpsuit.

In linea di massima gli abbinamenti di colori sono tutti “concessi” ma per quest’anno ci sono due trend all’opposto: si può abbinare perfettamente la blusa ad un sotto, creando un effetto unitario di una fantasia… Oppure si possono unire due pezzi totalmente lontani tra loro e divertirsi a mischiare a contrasto. Se non vi piace rischiare, l’abbinamento bianco e nero è sempre vincente!

La blusa per il 2016

La blusa per la primavera estate 2016
Fonte: self-portrait / ASOS / Mango / Bershka

Per la primavera-estate 2016 c’è un grande ritorno alla femminilità, quindi le bluse proposte, oltre alle più classiche, come sotto-giacca o per un occasione di lavoro/studio importante, sono declinate ad un gusto romantico.

Ci sono tante stampe floreali, pizzo anche su tutto il capo (visto anche in passerella e ad esempio cavallo di battaglia della nota marca di abbigliamento amata dalle star, Self-Portrait), maniche scampanate e volant. Colori tenui e solari, ma anche combinati in fantasie divertenti e inaspettate.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...