logo
Galleria: Lucia Annibali, la donna cui hanno rubato il volto non l’anima

Lucia Annibali, la donna cui hanno rubato il volto non l’anima

Lucia Annibali, la donna cui hanno rubato il volto non l'anima
Foto 1 di 8
x

“Lo dico sempre alle ragazze, alle donne, quando mi invitano nelle scuole o nei convegni: non cedete al ricatto di chi vi fa soffrire. Troncate ogni rapporto che può farvi male e mettervi in pericolo”. Così Lucia Annibali, avvocatessa sfregiata con l’acido da due uomini pagati dal suo ex fidanzato, ha spiegato alla Stampa quanto sia importante dire no e imparare a riconoscere le relazioni pericolose. In Italia sono ancora troppe le fidanzate, le mogli e le madri costrette a pagare per quello che amore non è.

Secondo il dossier 2018 sulla sicurezza nel nostro paese, presentato dal Ministero degli Interni, calano in proporzione i furti, le rapine e gli omicidi, ma aumentano gli episodi di violenza sulle donne. Dall’agosto 2017 al luglio 2018 i delitti sono in diminuzione, ma sul totale più di un terzo sono femminicidi e in particolare sono in aumento quelli provocati da partner, familiari o ex partner. Numeri che peggiorano in ambito familiare, dove più di due terzi delle vittime sono donne.

Lucia Annibali avrebbe potuto essere una delle tante donne uccise, ma ce l’ha fatta. Sta vivendo una nuova vita dopo quella maledetta sera del 16 aprile 2013, lontana da quell’uomo che la voleva morta e vicina alle donne che come lei sono state ingiustamente punite per un amore sbagliato.

In fondo io sono rinata proprio quella sera dell’aggressione. Attraverso quella sofferenza fisica e quella disperazione ho trovato la forza di staccarmi veramente dall’uomo che pensavo mi amasse e invece mi odiava. Prima mi aveva detto di non essere legato a nessun’altra e quando io, scoperto che aveva una compagna dalla quale stava per avere un figlio, l’ho lasciato, si è vendicato nel peggiore dei modi. Se mi ha mai scritto per chiedermi perdono? No, mai. Lui mi odia. Mi voleva morta, ma io sono qui a sorridere e sentirmi ancora bella, malgrado tutto.

Chi era Artemisia Gentileschi, che vendicò la violenza carnale subita dipingendo

Chi era Artemisia Gentileschi, che vendicò la violenza carnale subita dipingendo

Sfogliate la gallery per leggere la storia di Lucia Annibali…