logo
Stai leggendo: Storia e consigli sulle paillettes, i lustrini per outfit luccicanti

Storia e consigli sulle paillettes, i lustrini per outfit luccicanti

Da dove vengono le paillettes, i dischetti di plastica che rendono gli outfit più luccicanti? Vediamo l'origine dei lustrini e dei consigli su come abbinarli.
paillettes

Si sono viste sulle passerelle per la stagione estiva, e compaiono anche nella moda dell’inverno: le paillettes non passano di tendenza e continuano a stupire. Il boom dei lustrini è stato negli anni ’70, ma in realtà la loro origine risale a molto tempo fa.

Indossati dalle più grandi star per colpire e sbalordire, le paillettes vanno bene su abiti, scarpe, borse e accessori. Vediamo la storia che ha portato alla nascita di questi dischetti luminosi, i capi iconici che le hanno portate al successo e 5 consigli per abbinare i capi con le paillettes.

Origini e storia delle paillettes

Le paillettes, oro, argentate o colorate, sono una decorazione che non smette di essere alla moda, e che negli ultimi anni è tornata alla ribalta. Nonostante si conoscano soprattutto a partire dagli anni ’70-’80, i lustrini hanno un’origine ben più antica, tanto che si fanno risalire al faraone Tutankhamon, vissuto tra il 1341 e il 1323 a.C. Nella sua tomba ritrovata nel 1922 gli archeologi trovarono il suo abito funebre ricoperto da piccoli dischetti metallici che erano probabilmente luccicanti.

In inglese le paillettes prendono il nome di sequin, ovvero “zecchino”, moneta usata a Venezia nel XVI secolo. Ciò perché i ricchi tra il 1300 e il 1600 avevano preso l’abitudine di cucire le proprie monete o pezzi di metallo prezioso sugli abiti, sia come simbolo di ricchezza ostentata che per tenerli più vicini. Il termine paillettes deriva invece dal francese paille, ossia paglia, a rappresentare più le frangette che i dischetti luccicanti.

Negli anni ’20 le paillettes erano di metallo e si trovavano sui costumi delle ballerine e sugli abiti da sera, ed erano molto in voga. Gli anni ’30 vedono una crescita del loro successo anche grazie alle attrici del cinema che le indossavano. Una particolarità di questi anni è che venivano realizzate in gelatina per essere più leggere, ma capitava spesso che si sciogliessero nei punti in cui gli uomini toccavano le donne durante le serate e i balli.

Da allora le paillettes hanno avuto una vita discreta, fino agli anni ’70/’80 quando vengono portate alla ribalta anche e soprattutto da uomini celebri, tra cui i più rappresentativi sono sicuramente David Bowie, Micheal Jackson, Elton John e Alice Cooper. I lustrini erano di tendenza nelle discoteche e nelle feste, in questi anni dove l’esagerazione e il glam erano d’obbligo.

5 vip e i loro capi iconici con le paillettes

Nel corso del secolo scorso le paillettes hanno avuto un percorso di evoluzione e crescita, non solo dei materiali usati per crearle, che sono passate dal metallo fino ad arrivare alla plastica, ma soprattutto perché indossate da grandi icone del cinema e della musica. Tanto che ancora oggi ricordiamo degli abiti iconici in paillettes che hanno segnato momenti importanti e che sono passati alla memoria.

1. Joan Crawford

paillettes
Fonte: Pinterest

Joan Crawford è stata sicuramente l’attrice che ha reso i lustrini quelli che sono oggi: una decorazione che rende gli abiti e chi li indossa straordinari ed eccentrici ma anche di classe. Già in una fotografia risalente al 1930 si vede l’attrice con gonna e mantellina ricoperti di paillettes, abbinati a mantellina, guanti, scarpe e basco neri.

Ma l’outfit che più si ricorda, anche per la storia che ne sta dietro, è quello che Joan Crawford indossò alla cerimonia degli Oscar del 1963. La Crawford non era stata candidata, al contrario della sua collega in What Ever Happened to Baby Jane? Bette Davis. Joan si presentò come sostituta di Anne Bancroft, anch’essa candidata come miglior attrice. Il caso volle che a vincere il premio fu proprio la Bancroft, così Joan Crawford poté salire sul palco a ritirare l’Oscar sfoggiando un vestito di paillettes argentate.

2. Barbra Streisand

paillettes
Fonte: Web

Come abbiamo detto, è tra gli anni ’70 e ’80 che le paillettes esplodono, e prima di tutto ciò, ricordiamo l’audace e iconico abito indossato da Barbra Streisand alla premiazione degli Oscar nel 1969. Ad accettare il premio come miglior attrice per Funny Girl.

Si trattava di un abito-pantalone nero con paillettes di plastica di Arnold Scaasi, molto rivelatore, tanto che la sua premiazione fu fonte di diversi commenti e critiche. Lei stessa in un’intervista per W Magazine disse

Non avevo idea che sotto i riflettori quell’outfit sarebbe diventato trasparente!

3. Liza Minnelli

paillettes
Fonte: huffpost.com

Un’icona che ha sempre apprezzato e indossato abiti con sequins è Liza Minnelli. Gli outfit più memorabili sono quelli sfoggiati nel musical Cabaret del 1972, dove viene ricordata grazie alla sua performance che le fece vincere un Oscar. In più occasioni durante il film la Minnelli indossa abiti ricoperti di paillettes, compreso forse il più iconico durante l’esibizione di Mein Herr.

Nel corso della sua carriera Liza Minnelli ha indossato ancora le paillettes in abiti diversi. Si ricorda ad esempio il celebre tubino rosso comparso nella promozione del programma TV dal titolo Liza With a ‘Z.

4. Micheal Jackson

paillettes
Fonte: Web

Da questi anni in poi è il momento in cui le paillettes piacciono anche agli uomini, e iconico è l’abito interamente ricoperto di lustrini argentati che indossa Michael Jackson nel video di Rock With You. Nel corso della sua incredibile carriera, ha portato diversi outfit trasgressivi e controversi, ma non ha mai abbandonato i lustrini tanto che uno dei suoi simboli è il guanto bianco di paillettes. Molto chiacchierata fu anche la giacca luccicante che indossò all’incontro con la First Lady Nancy Reagan.

5. David Bowie

paillettes
Fonte: Web

Un altro capo iconico è la jumpsuit in paillettes dello stilista Yamamoto, noto per aver creato alcuni tra gli abiti più celebri di David Bowie. L’androgino e controverso artista la indossa nel concerto che poi diventò film del 3 luglio 1973 all’Hammersmith Odeon di Londra, accompagnato dalla band Spiders from Mars. Questo show faceva parte dell’Aladdin Sane Tour che consegnò alla storia l’alter ego di Bowie conosciuto come Ziggy Stardust.

Abbinare i capi con le paillettes: 5 consigli

Le paillettes rappresentano una decorazione per chi ama osare ed essere al tempo stesso elegante. Sicuramente quelle colorate spiccano di più, ma in generale si tratta di abbigliamenti che già da soli si fanno notare. Di conseguenza, è importante sapere bene come abbinare i capi con le paillettes, in modo da raggiungere l’outfit desiderato. Vediamo insieme 5 consigli per abbinamenti perfetti.

1. Abbinamenti con colori basici

Come abbiamo detto, i capi di abbigliamento con le paillettes risultano brillanti di per sé, e infatti si preferisce indossarli in occasioni come feste o ricorrenze. Tuttavia, nulla vieta di utilizzare i lustrini anche durante il giorno, meglio però su magliette o accessori. Il primo consiglio è in ogni caso di utilizzare abbinamenti abbastanza basici, con tinte unite, per far risaltare il luccichio delle paillettes e nel contempo mantenere uno stile non troppo esuberante ed esagerato.

2. Con le gonne

Uno dei capi più in voga con le paillettes è la gonna, soprattutto le pencil skirt che arrivano alle ginocchia. In questo caso l’abbinamento migliore è un top non troppo eccessivo per non appesantire il look e dare risalto al capo in lustrini. Consigliate quindi camicie o bluse nelle tonalità bianco/nero o tinte unite in abbinamento al colore delle paillettes.

3. Le t-shirt

In abbinamento si può osare anche con t-shirt che danno un look più casual e valido per diverse occasioni, non solo feste, e si possono abbinare sia a gonne che a pantaloni di paillettes. Pur rimanendo valido il principio dei colori basici, con le magliette è bello anche giocare con modelli con stampe.

4. Le scarpe adatte con le paillettes

Fondamentali accessori in un outfit sono le scarpe, che nel caso di un look con le paillettes devono accompagnare senza esagerare. Anche in questo caso allora con le scarpe nere, perlate o color cipria non si sbaglia. Se si indossa un minidress di paillettes invece le scarpe luccicanti stanno molto bene. Ad esempio décolleté con i brillantini, facendo attenzione sempre a modulare e abbinare anche i colori.

5. Gli accessori

Se si indossano capi con paillettes, gli accessori che si abbinano meglio sono sicuramente quelli con colori basici. Come per le scarpe, l’abito in lustrini si sposa bene anche con accessori brillanti e luccicanti. Se sono invece le scarpe, le borse, le cinture ad essere di paillettes, l’abbinamento migliore è con vestiti non troppo vistosi. Sicuramente un tocco luccicante nella borsa o nelle scarpe dona al look uno stile più glamour e originale.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...