logo
Stai leggendo: Sabot e Mules: i cavalli di ritorno nella moda scarpe 2016

Sabot e Mules: i cavalli di ritorno nella moda scarpe 2016

Tornano alla ribalta le scarpe sabot, dette anche mules. Scopri con noi i modelli di tendenza dalle passerelle ai brand low cost!
Sabot Gucci
Fonte: web

Incredibile ma vero: sabot e mules sono le scarpe di tendenza per l’estate 2016! Tutti i brand infatti, dal più lussuoso al più accessibile hanno proposto una vasta gamma di sabot, mules e tronchetti per questa stagione. Il motivo è che probabilmente questo trend non è mai sparito del tutto.

Il termine “mules” è il modo in cui viene chiamata ora questo tipo di scarpa e significa letteralmente “ciabatta”. Chi ha passato l’adolescenza indossando queste scarpe negli anni ’90 sicuramente sarà contenta del loro ritorno!

1. La storia dei sabot

mules e sabot
Fonte: web

I sabot sono scarpe aperte sul tallone e chiuse sul davanti, le loro origini non sono ancora molto chiare ma erano molto utilizzati dai rivoluzionari in Francia nel ‘700.
Nell’800 e ‘900 invece diventano le calzature tipiche dei figli dei contadini, negli anni ’60 invece entrano finalmente nel mondo della moda e vengono utilizzati in particolar modo dagli hippie.

Dopo essere spariti dalla circolazione per un periodo, anche negli anni ’90 c’è stato un ritorno di questo tipo di scarpa che però poi sembra essere nuovamente tornata nel dimenticatoio.

Torna ora di moda indossata dalle più celebri modelle in passerella ma non solo, pronto a diventare il capo di tendenza e un must have della stagione estiva.

2. Sabot nelle collezioni moda 2016

sabot fausto puglisi jil sander marni
Fonte: web

Molti sono stati gli stilisti che hanno portato in passerella i sabot: Marni, per esempio, ha presentato un sabot dal design grafico: ha un’apertura in punta, oblò laterali e tacco ad ispirazione futuristica rosso fuoco. Al rosso si abbinano il bianco e il nero a completare i dettagli della scarpa.
Perfetti da abbinare ad un look da ufficio, a completi ma anche a gonne svolazzanti e vestitini colorati.

I sandali fatti a mules portati in passerella da Fausto Puglisi hanno tacco sottile quasi a spillo. La parte centrale è composta da fascia maxi, decori cuciti in stile barocco e dettagli in rilievo. Le borchie sono di colori alterni oro e argento, la scarpa è portabile praticamente con tutto: completo elegante, tubino nero classico, pantalone nero elegante, jeans con camicetta e vestitini.

Jil Sander propone un tacco largo e quadrato di media altezza abbinato alla punta tondeggiante della scarpa. I colori abbinati sono quasi opposti tra loro: arancione e rosa. La fascia centrale è chiusa da una sottile fibbia metallica. Apparentemente queste scarpe sono difficili da portare o abbinare, ma dobbiamo tenere conto che è una scarpa estiva e quindi libero sfogo a colori accesi e vestitini decorati.

3. Sabot con tacco alto e abbinamenti

Sabot con tacco alto
Fonte: web

Anche le proposte di sabot con tacco alto sono molte, vediamo come abbinare i vari modelli.

H&M propone un modello quasi a tronchetto realizzato in finto camoscio nero, con tacco alto e plateau in legno. Questo tipo di scarpa è perfetta da abbinare ad uno chemisier, il popolare abito a camicia. L’abbinamento perfetto sarebbe se lo chemisier fosse bianco.

Mango propone invece un mules scamosciato con frange, ispirato probabilmente a tutto il movimento di moda da festival che ogni estate diventa sempre più popolare e gettonato. Questo sandalo è perfetto da abbinare con jeans rotti, camicia bianca e, perché no, anche con una borsa abbinata sempre in tessuto scamosciato con le frange.

Anche Zara propone un sabot con tacco alto in pelle arancione. Il tacco è largo e color oro metallizzato. Una scarpa alta e colorata ha la sua importanza, è perfetta per andare a dare un tocco di vivacità ad un look total black, sta bene anche con un classico tubino nero o con jeans e t-shirt stampata.

E voi avete già dei sabot nell’armadio direttamente dagli anni ’90? O ne acquisterete un paio di nuovi per la stagione estiva?

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...