logo
Stai guardando: “La migliore versione di me stessa”, la vita in carrozzina di Giulia Lamarca

"La migliore versione di me stessa", la vita in carrozzina di Giulia Lamarca

Oltre a tante belle parole, Giulia Lamarca è l'esempio concreto che una bella vita non è una vita senza problemi, ma una vita in cui si sceglie di essere la migliore versione di se stessi, qualunque cosa accada.

Prossimo video

Solo chi ha la carnagione chiara può capire [VIDEO]

Annulla
Questo contenuto fa parte della rubrica “Le interviste di RDD”

Giulia Lamarca è una di quelle persone che ti insegnano tanto senza neppure saperlo e, va da sé, intervistarla è stato illuminante.

Giulia, psicologa torinese, è sulla sedia a rotelle dal 2011 quando riportò una paraplegia incompleta come conseguenza di un incidente in motorino.

Oggi, oltre al suo lavoro, racconta sui social e sulla sua pagina YouTube, My Travels the hard truth, la sua vita in carrozzina e, soprattutto, fa la travel blogger, offrendo una narrazione del viaggio per nulla retorica da un punto di vista insolito (insieme ad Andrea, suo marito, Giulia affronta in carrozzina mete che alcuni di noi non azzarderebbero ad affrontare sulle proprie gambe).

Benedetta De Luca: "Non ho sofferto per nulla: voglio mostrare le cicatrici sulle gambe"

Benedetta De Luca: "Non ho sofferto per nulla: voglio mostrare le cicatrici sulle gambe"

Oltre a tante belle parole, Giulia Lamarca è l’esempio concreto che una bella vita non è una vita senza problemi, ma una vita in cui si sceglie di essere la migliore versione di se stessi, qualunque cosa accada. E, più in generale, una vita in cui si sceglie, invece che lasciarsi vivere e farsi scegliere, dagli altri e dagli eventi.

Possiamo passare la vita nascondendoci dietro alibi e bestemmiando contro la sorte, la sfiga, gli altri.
O possiamo scegliere di essere la migliore versione possibile di noi stessi ed essere felici, non per la perfezione della nostra vita, ma nonostante tutto. Questa, del resto, è la vera bellezza, l’unica in grado di resistere al tempo.