Donne e shopping: 5 luoghi comuni da sfatare

Sulle donne e lo shopping è stato detto di tutto, ma la maggior parte delle volte si tratta di luoghi comuni. E se provassimo a sfatarli?

Next video

5 cose che tutti sanno (ma non vogliono dire) sui regali di Natale

Clear

Donne e shopping: quanto è stato raccontato a riguardo? Una veloce ricerca sul web ci fa scoprire che sull’argomento sono stati prodotti migliaia di articoli, video, infografiche e (addirittura) grafici a torta. È arrivato il momento di dire la verità, smascherare false credenze, mettere da parte leggende metropolitane e fare un po’ di chiarezza sul tema.

Per esempio, è credenza comune (piuttosto diffusa) che lo shopping femminile sia gentilmente offerto e sponsorizzato da fantomatiche carte di credito appartenenti a esponenti del sesso maschile. Piccolo spoiler: una donna, per comprare ciò che più la aggrada, non ha bisogno che qualcuno la finanzi per lei. Poi, ovviamente, i regali rimangono sempre ben accetti!

Cosa significa essere donna, fuori dai luoghi comuni

Un’altra leggenda metropolitana vuole che la donna, prima di comprare qualsiasi cosa, debba consultarsi con il suo fidato entourage di amiche, dando vita a referendum, sondaggi e infinite conversazioni su whatsapp. Ecco la notizia del secolo: le donne sono capaci di prendere decisioni anche da sole (anche quelle sbagliate, ovviamente).

Insomma, potremmo continuare all’infinito, smentendo una credenza dopo l’altra. E se, invece, tentassimo di cambiare le cose? Potremmo, per esempio, smettere di rappresentare le donne in modo univoco, caricandole di fastidiosi luoghi comuni: è un primo grande passo per superare sterotipi vecchi e dannosi, non trovate?

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!
  • Le 5 cose