Non importa che tipo di viaggiatori siate: prima di partire c’è sempre l’ostacolo della valigia da preparare. Anche in questo campo, ognuno ha un approccio diverso. C’è chi adora fare i bagagli e chi invece non riesce a non rimandare tutto all’ultimo momento per evitare anche solo di pensarci. C’è chi butta tutto dentro alla rinfusa e chi organizza tutto meticolosamente come un professionista del Tetris. Chi ha una lista dettagliata di tutto quello che va in valigia e chi va a sentimento.

La grande differenza, però, è tra chi non può fare a meno di portare con sé tutto l’armadio, trascinandosi dietro moltissimi e spesso inutili e pesantissime valigie e chi, invece, riesce a partire con il minimo indispensabile.

Viaggiare leggeri, però, è molto più che portare poche cose con sé: è un modo diverso di intendere il viaggio e richiede un approccio completamente diverso alla preparazione del bagaglio. Ma è davvero meglio? E, soprattutto, come farlo senza sbagliare?

Cambio armadio e decluttering: 8 consigli per un cambio armadi indolore

Viaggiare leggeri: pro e contro

Il primo grande – e scontato – vantaggio del viaggiare leggeri è la comodità: meno borse da spostare, meno fatica, meno stress. Soprattutto se ci sono diversi mezzi da prendere e diversi spostamenti da fare, è impossibile non ammettere che meno è meglio.

Partire leggeri permette anche di non portare con sé cose inutili che sicuramente non verranno utilizzate (se non in casi davvero eccezionali) durante il viaggio, ma che non riusciamo a evitare di mettere in valigia “perché non si sa mai”. D’altro canto, preparare un bagaglio all’insegna della leggerezza richiede una preparazione maggiore e uno sforzo in più che potrebbero aggiungere stress a un momento sempre un pochino ansiogeno come l’organizzazione di un viaggio.

Saper selezionare le cose veramente necessarie da portare, oltretutto, non è semplice e richiede esperienza, pazienza e anche un pizzico di fortuna. A fare la differenza è anche la destinazione: certamente è più facile viaggiare leggeri se la meta è un luogo in cui siamo sicuri di poter trovare tutto ciò di cui potremmo aver bisogno, più complicato se si tratta di luoghi in cui potremmo avere difficoltà ad accedere a negozi o servizi.

Questo non significa, però, che viaggiare leggeri sia la scelta giusta solo se lo si fa in determinate situazioni: con i consigli giusti, anche si può andare alla scoperta anche del luogo più selvaggio e inesplorato senza portarsi dietro il peso – fisico e mentale – dei bagagli.

Slow travel, tornare a viaggiare e farlo in modo lento: 3 destinazioni perfette

9 consigli per viaggiare leggeri

1. Scegliete il bagaglio giusto

Per viaggiare leggeri, quello che fa la differenza è il bagaglio. Sceglietelo non troppo grande, altrimenti avrete la tentazione di riempirlo tutto, e, se potete, non risparmiate sui materiali, optando per un prodotto dal peso minimo in modo da poter destinare più spazio possibile al contenuto.

2. Controllate il meteo

Anche se non è una scienza esatta, la meteorologia è un’alleata dei viaggiatori leggeri: sapere che tempo farà, infatti, aiuta a lasciare a casa tutto quello che non serve. Se state viaggiando verso una meta calda, inutile portare capi troppo pesanti: meglio optare per una giacca leggera che all’occorrenza possa proteggere da pioggia e vento.

3. Non fatevi influenzare dalla durata del viaggio

Che partiate per una settimana o per un mese, non cedete alla tentazione di portare con voi capi per coprire l’intera durata del viaggio. Preparate un bagaglio con il necessario per 7 giorni, scegliendo capi che si abbinino bene tra loro così da poterli mixare e creare il più alto numero di outfit diversi possibili e, dopo qualche giorno… lavate! Potete farlo a mano o in una lavanderia a gettoni, se la sistemazione che avete scelto non prevede una lavatrice.

4. Arrotolate o inscatolate

Piuttosto che piegare i vestiti (o, peggio, buttarli dentro come capita), provate ad arrotolarli, sfruttando anche lo spazio extra all’interno di oggetti cavi. Se siete maniaci dell’ordine – o se più semplicemente non volete rifare il bagaglio ogni volta che vi fermate e ripartite – optate per dei packing cubes che vi aiuteranno a tenere tutto al proprio posto.

Come far stare tutto in valigia con il bundle packing method

5. Se è ingombrante, indossatelo!

La regola aurea per viaggiare leggeri è partire con indosso tutto quello che può appesantire o rubare troppo spazio in valigia. Potete indossare le scarpe più pesanti o legare in vita il maglione che occuperebbe metà bagaglio, così come mettere al collo la macchina fotografica. L’importante è liberare spazio (e peso!).

6. Organizzatevi con i compagni di viaggio

Se non partite da soli, la cosa migliore è dividersi le cose da portare per non avere inutili doppioni di oggetti necessari ma non personali. Saponi, dentifricio, forbicine, medicinali non essenziali, sono solo alcune delle cose che è possibile condividere così da alleggerire i bagagli di tutti.

7. Tecnologia sì, ma senza esagerare

Per viaggiare leggeri, la tecnologia può essere una risorsa fondamentale, ma anche un’arma a doppio taglio, perché il rischio di esagerare è dietro l’angolo. Digitalizzate ciò che potete (anche se i libri hanno un fascino insuperabile, un Kindle può essere molto più pratico in viaggio) e, se possibile, optate per caricabatterie adattabili (utilizzando ad esempio un’unica spina in cui inserire i diversi cavi usb) o universali.

8. Sì al multiuso

Come i caricabatterie universali, i prodotti multiuso possono essere un aiuto insuperabile per alleggerire il bagaglio e, soprattutto, il beauty case. Anche se a casa è difficile rinunciare a una skincare routine in 12 passaggi o al kit shampoo-conditioner-leave in, se l’obiettivo è viaggiare leggeri optate per prodotti utili per diversi utilizzi, come shampoo 2-in-1 (magari solido, così da evitare inutile plastica) o creme per il viso/corpo con fattore di protezione all’interno.

9. Svuotate borsa e portafogli

Spesso non ci pensiamo, ma portiamo spesso con noi borse e portafogli carichi di cose che in viaggio non servono, ma pesano. Anche qui, puntate all’essenziale: documenti, carte di credito e stop. In viaggio non avrete bisogno della tessera punti del supermercato sotto casa! Ricordate di svuotare anche la borsa da chiavi o oggetti quotidiani che in viaggio possono solo ingombrare. L’ideale è scegliere una borsa apposita per il viaggio, magari ripiegabile.

Consiglio bonus: se avete intenzione di viaggiare leggeri, dimenticatevi i bagagli preparati all’ultimo momento. La parola chiave è “organizzazione” e ridursi all’ultimo non vi aiuterà a capire cosa è necessario e cosa no, rischiando di farvi infilare in valigia cose inutili o, peggio, lasciare a casa qualcosa di cui avete davvero bisogno.

Articolo originale pubblicato il 23 Giugno 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!