Gonna pantalone: modelli, outfit e abbinamenti - Roba da Donne

L'eleganza della gonna pantalone: come abbinarla e i modelli

Pratica e comoda, la gonna pantalone è simbolo di versatilità: declinata in svariati modelli, fantasie e tagli, questo capo può essere indossato in infiniti modi ed occasioni. La sua storia, i modelli più amati e indossati, come abbinarla e alcuni look direttamente dalle passerelle.

Dai tagli più amati e classici a quelli all’avanguardia, naturalmente realizzata in ogni lunghezza e tonalità, a pieghe o a balze, a vita alta e con le stampe più particolari e originali: la gonna pantalone è da sempre un capo assolutamente versatile che, se abbinato e indossato nel modo giusto, è adatto per essere sfoggiato in ogni occasione.

La comodità che la contraddistingue è un dettaglio da non sottovalutare: solitamente viene realizzata con la vita alta per poi ampliarsi sul fondo, e questo permette una maggiore libertà di movimento rispetto a quella di una semplice gonna, grazie al pantalone o pantaloncino a scomparsa cucito sotto.

Nasce durante la Prima Guerra Mondiale e in quegli anni registrò un enorme successo perché molto più pratica da indossare. La gonna pantalone non ha stagionalità e la si indossa in ogni momento della giornata, tutto quello che dovete fare è contrastare il suo ampio volume con top, bluse e t-shirt più attillate.

Un po’ di storia

I capi icona che hanno segnato la storia della moda donna raccontano storie di emancipazione e ribellione e, naturalmente, la gonna pantalone non è da meno.

Secondo alcune fonti l’anno della nascita della gonna pantalone è il 1911, definita a quel tempo come “jupe-culotte”: un incrocio tra gonna e pantaloni che iniziò un lento e lungo percorso di affermazione nel campo della moda dagli inizi del Novecento. La storia di questo capo è molto legata all’emancipazione femminile e alla difficoltà che le donne riscontravano a quei tempi nell’indossare capi considerati prettamente maschili.

Durante gli anni del primo conflitto mondiale i pantaloni si affermarono come una necessità per tutte quelle donne che entrarono nella forza lavoro di fabbriche belliche, perennemente a contatto con sostanze tossiche e macchinari pericolosi.

Nonostante il periodo buio e colmo di incertezze, per il mondo femminile quegli anni si fecero portavoce di una nuova libertà nel vestire, anche se negli anni ’30 tutto cambiò ancora una volta. Le gonne si allungarono e la moda femminile si fece più rigida e composta. In una società in continua trasformazione ed evoluzione, lo stile androgino e sbarazzino di chi balla sul ritmo incalzate del charleston surclassa gli abiti rivestiti da scintillanti paillettes e piume caratteristici di quegli anni.

Tra le vivaci esclamazioni nelle descrizioni di questo capo, la gonna pantalone si affermò lentamente, ma divenne un vero e proprio capo cult negli anni ’90 grazie alle seguitissime serie televisive americane, come Beverly Hills 90210.

Gonna pantalone: le varie tipologie

La lunghezza al polpaccio

gonna pantalone
La gonna a pantalone con lunghezza al polpaccio. Fonte: asos

Per quanto riguarda la gonna pantalone il modello più classico coincide con il più amato e apprezzato, quello con lunghezza al polpaccio. Pratico e comodo, questo taglio allunga la figura sottolineando il punto vita e grazie alla sua lunghezza tattica potrete indossarla sia di giorno, abbinata al vostro paio inseparabile di sneakers o espadrillas, mentre la sera l’abbinamento da preferire vede tra le protagoniste ciabatte, kitten heels e sandali gioiello.

Nel suo nuovo catalogo ASOS Design propone un modello classico, perfetto per chi è alle prime armi e vuole andare sul sicuro: la gonna pantalone nera ha un taglio sartoriale molto semplice, con la particolarità della vita medio-alta e la chiusura laterale a scomparsa tramite zip.

Vero Moda propone un’alternativa per chi desidera una gonna pantalone particolare e originale: il modello pizzo nella tonalità crema è il protagonista della nuova collezione. Praticissimo, è anche dotato di elastico in vita.

Il lungo che non passa mai di moda

La gonna pantalone lunga è un altro grande classico a cui non si può rinunciare. Perfetta specialmente nelle stagioni più calde, potete sperimentare il look che più vi piace e indossarla in ogni momento della giornata.

Il modello corto (cortissimo!)

gonna pantalone
La gonna pantalone nel modello più corto. Fonte: asos

Particolarmente indicata per l’estate, la gonna pantalone corta può essere indossata in moltissimi modi diversi, basta applicare alcuni piccoli accorgimenti per renderla il capo protagonista di un look elegante o sbarazzino.

Nella sua nuova collezione Stradivarius propone un modello in stampa a pois nera e bianca realizzata in écru. Il fondo a balza conferisce movimento all’outfit e la pratica cintura si chiude in vita con un fiocchetto.

ASOS Design opta invece per un modello di gonna pantalone più sensuale e intrigante, grazie all’aggiunta del pizzo nella parte finale. In entrambi i look sarà fondamentale indossare nella parte superiore crop top, bralette in pizzo, t-shirt o costumi interi ben aderenti per contrastare la morbidezza del capo, che si amplia nella parte finale.

Per chi vuole un modello originale

gonna pantalone
I modelli di gonna pantalone più originali. Fonte: asos

Naturalmente non potevano mancare i modelli più particolari, perfetti per chi ama sperimentare ed è alla ricerca di un pezzo originale da inserire nei propri look e nel guardaroba.

ASOS Design realizza due tipologie diverse di gonna pantalone: il primo modello, in raso, viene proposto con le pieghe e nel colore sobrio del “blush”, perfetto da indossare di giorno con un paio di sneakers o scarpe basse, mentre la seconda opzione è il modello plissettato in fantasia animalier, più indicato per la sera dove non possono mancare i tacchi.

Come indossare la gonna pantalone? I look a cui ispirarvi

gonna pantalone
Come abbinare la gonna pantalone: look e outfit a cui ispirarvi. Fonte: pinterest

Vivace nella sua variante colorata, sofisticata nel tinta unita, più sbarazzina nei tessuti estivi più leggeri e casual chic nella versione denim: la gonna pantalone è un capo estremamente versatile, facile da indossare sia durante il giorno che la sera, passando naturalmente attraverso tutte le stagioni adottando piccoli accorgimenti.

Perfetta per l’estate è la gonna pantalone in denim da indossare con t-shirt color block o con camice e bluse leggere, che vanno lasciate leggermente rimborsate in vita. Il sandalo con tacco slancia ogni figura allungando la gamba, ma se volete restare “con i piedi per terra” le espadrillas e le sneaker saranno perfette.

Un outfit da indossare sia in ufficio che durante il tempo libero è quello composto dalla gonna pantalone in tinta unita abbinata al chiodo in pelle, una classica t-shirt o camicia bianca e un paio di scarpe col tacco, meglio se in fantasia per dare un tocco più appariscente al complesso.

Con l’arrivo della stagione fredda i tessuti si fanno più pesanti e gli abbinamenti vanno costruiti in modo da contrastare il rigido movimento dei capi. Potete indossare un maglione dal taglio oversize fuori dalla gonna per creare un effetto geometrico, l’importante è sempre prestare attenzione agli accessori che devono essere minimali, semplici e sofisticati.

La gonna pantalone in pelle è uno dei capi must have della primavera, da sfoggiare con sandali cuissard o ankle boots.

Gonna pantalone sulle passerelle del 2020

gonna pantalone
La gonna pantalone sulle passerelle di Celine e Elisabetta Franchi. Fonte: pinterest

La gonna pantalone era già comparsa sulle passerelle dell’alta moda lo scorso autunno/inverno 2019 quando la maison Celine fece sfilare un modello nero in pelle, con stivali cuissard borgogna a contrasto e un blazer oversize, per dare vita ad un outfit geometrico ma morbido e in movimento.

Quest’anno, sulle passerelle moda primavera/estate 2020 è stato il turno dell’italianissimo brand di Elisabetta Franchi: la stilista, nella sua ultima collezione, ha proposto una gonna pantalone in denim con lunghezza fino a ginocchio, che ha arricchito applicando borchiette colorate per profilare le tasche. Il look è stato poi completato con una sovrapposizione nel color pesca dove il top incrociato, con profondo scollo a V e la giacca corta contrastano il volume ampio e morbido del pezzo sotto. 

La discussione continua nel gruppo privato!