diredonna network
logo
Stai leggendo: Guerriglia marketing per combattere la povertà

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Torna il Nokia 3310, il cellulare indistruttibile della nostra adolescenza!

Mamma single si traveste da papà per accompagnare il figlio all'evento della scuola

L'annuncio di lavoro dei sogni: essere pagate per assaggiare cioccolato

Jessica, perde la memoria ma si innamora di nuovo dello stesso uomo

Il tuo account Instagram potrebbe dire molto sulla tua salute mentale

"Ma cosa fai tutto il giorno?" Ecco la risposta di una mamma che non lavora

Oroscopo dal 9 al 15 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Guerriglia marketing per combattere la povertà

A NY è partita una campagna di sensibilizzazione per attirare l'attenzione sui poveri e i senzatetto che sono costretti a vivere e mangiare in strada
Guerriglia marketing per combattere la povertà

“MANGIARE PER STRADA NON È DIVERTENTE”

E’ questo lo slogan della campagna  di informazione che si sta diffondendo, a colpi di gessetto, per le strade di N.Y.

Artisti, pubblicitari o semplici passanti prendono spunto dalla vita quotidiana e trasformano un sacchetto, un cestino o dell’immondizia in un messaggio volto ad attirare l’attenzione sulle condizioni di vita dei senzatetto o dei poveri della metropoli.

Una sorta di guerriglia marketing virale e spontanea.

Dalle strade di New York arrivano un sacco di immagini che vanno a creare un netto contrasto con lo sfondo patinato, luccicante  della “città che non dorme mai”.

Guerriglia marketing per combattere la povertà
Guerriglia marketing per combattere la povertà
Guerriglia marketing per combattere la povertà
Guerriglia marketing per combattere la povertà
Guerriglia marketing per combattere la povertà

Guerriglia marketing per combattere la povertà