diredonna network
logo
Stai leggendo: 17anni, parla 23 lingue. Una generazione ancora ricca di speranze

Cassidy, violentata a 13 anni suicida a 15: in questa lettera il suo ultimo desiderio

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Violentata a 7 anni dal compagno della madre. Il processo dura 20 e l'accusa cade in prescrizione

Le ceneri dei defunti diventano vinili per dare ancora "voce" ai morti

Tenetevi forte: arriva il sequel di Love Actually

Traffico d'organi: il dramma dei bambini e dei profughi scomparsi nel nulla

25 lettere di (non) amore di uomini violenti alle proprie donne

Niente carcere per il 19enne stupratore. La pena: "Niente sesso fino al matrimonio"

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

"Trascurano i figli per accudire i loro 12 cani": giudice toglie i figli a una coppia

17anni, parla 23 lingue. Una generazione ancora ricca di speranze

17 anni conosce e parla 23 lingue.Un fenomeno iperpoliglotta, da Guiness dei Primati.
poliglotta

Ha soltanto 17 anni ma parla fluentemente ben 23 lingue. Timothy Doner è un ragazzo di N.Y. diventato famoso sul web grazie ai suoi virtuosismi linguistici pubblicati su Youtube. 

Italiano, francese, latino, greco antico, mandarino, tedesco, ebraico, giapponese, arabo, farsi, pashtu, hindi, ojibwe, swahili, indonesiano, il wolof del Gambia e tante altre ancora.

Alcune lingue sono state apprese a scuola, mentre altre, le ha apprese da autodidatta sul web. Tim si allena a perfezionare le lingue grazie ai suoi amici sparsi per il mondo e con i quali comunica attraverso Skype. Inoltre, a New York, dove vive, fare incontri con persone provenienti da ogni parte del mondo è decisamente semplice.

È possibile definire lo studente iperpoliglotta perchè conosce alla perfezione 6 lingue (e in tutto, contando quelle in fase di studio, 23) Mentre Tim studiava per il bar mitzvah ha imparato l’ebraico. Poi è rimasto affascinato dall’arabo, riuscendo a leggerlo in maniera corretta dopo soli 7 giorni. A ruota, tutte le altre lingue, che l’han trasformato in un ragazzo da Guiness dei Primati.

Gli scienziati stanno ancora tentando di spiegare il fenomeno degli iperpoliglotti. Una teoria, pubblicata tempo fa su Cerebral Cortex, ritiene che le abilità linguistiche di uno studente siano maggiori laddove vi sia un grande giro di Heschl, ovvero un’area nell’emisfero sinistro del cervello che raccoglie la corteccia uditiva preposta alla percezione dei suoni.