Situazioni imbarazzanti in farmacia: se non vuoi dirlo, cantalo!

In farmacia la privacy praticamente non esiste. La richiesta di specifici medicinali o prodotti può mettere decisamente in imbarazzo! Abbiamo affrontato l'argomento con ironia, mettendolo in musica.

Next video

Ciak, si rigira: se in Bridgerton parlassero di vaccini

Clear

Alla privacy hanno dedicato dibattiti, polemiche e pagine e pagine di leggi e decreti. Eppure in alcuni luoghi non sanno neanche dove sta di casa. Volete un esempio? La farmacia, ovviamente. Perché se i medicinali servono a tutti, cultura e tabù sociali rendono alcuni disturbi fisici più imbarazzanti di altri. Se ne parla poco e, sicuramente, si fa di tutto per evitare di parlarne a voce alta, soprattutto di fronte a dei perfetti sconosciuti.

Ma quando si è in fila in farmacia e arriva il proprio turno, ci si trova a destreggiarsi fra perifrasi, paragoni e giochi di parole pur di non nominare la patologia per la quale serve il medicinale. E il farmacista, di tutta risposta, grida ad alta voce: “forse ti serve la pomata per le emorroidi?”. Ed ecco che sotto di noi si apre il baratro della vergogna e dell’imbarazzo, pronto a inghiottirci.

Stitichezza, il problema "vergognoso": cosa ci sta dicendo il nostro corpo?

Si tratta di un problema che tutti, almeno una volta nella vita, si sono trovati a dover affrontare e per questo abbiamo dedicato all’argomento un video ironico che, speriamo, possa farvi un po’ sorridere!

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!
  • Se non vuoi dirlo cantalo