logo
Stai guardando: Donne e ciclo mestruale: tu quale sei? [VIDEO]

Donne e ciclo mestruale: tu quale sei? [VIDEO]

C'è chi non si accorge del loro arrivo e chi vive nel terrore di sporcarsi; c'è chi, soffrendo per giorni e giorni, vive di antidolorifici e chi, invece, nota solo una crescita smisurata del decolletè. Ecco tutte le tipologie di donne con ciclo.

Prossimo video

Le cose da non dire (mai) a una persona gay - [VIDEO]

Annulla
Questo contenuto fa parte della rubrica “Donne e...”

Ciclo mestruale e mestruazioni: l’argomento è fonte inesauribile di dissertazioni, talvolta anche linguistiche! Pur essendo entrati (da tempo) in un nuovo millennio, in Italia esistono ancora persone che non sanno pronunciare la parola “mestruazioni” in modo corretto.

Errori di pronuncia a parte, quello delle mestruazioni è un mondo decisamente variegato. C’è chi non si accorge del loro arrivo e chi vive nel terrore di sporcarsi; c’è chi, soffrendo per giorni e giorni, vive di antidolorifici e chi, invece, nota solo una crescita smisurata del decolletè. E dei brufoletti, invece, vogliamo parlarne?

Insomma, quando si parla di donne e ciclo i cliché e le situazioni tipo si sprecano, così come i tabù. Perché, diciamoci la verità: le mestruazioni sono ancora legate a un silenzio imbarazzante. “È arrivato il marchese”, “è arrivato il Barone Rosso”, sono in “quei giorni lì”, “ho le mie cose”: le perifrasi sulle mestruazioni sono tantissime e il flusso mestruale passa sovente sotto silenzio.

Eppure, in un mondo che parla di Tampon Tax e congedo mestruale è importantissimo dare nuovamente alle mestruazioni la dignità che meritano: facciamo uscire le mestruazioni dal cono d’ombra nel quale si trovano da secoli, chiamiamole con il loro nome e impegniamoci affinché diventino affare di tutti.