logo
Galleria: Zara primavera/estate 2019: il fashion low cost punta alla sostenibilità

Zara primavera/estate 2019: il fashion low cost punta alla sostenibilità

Zara primavera/estate 2019: il fashion low cost punta alla sostenibilità
Foto 1 di 11
x

La collezione primaverile del colosso spagnolo porta una ventata di aria fresca nell’ambiente del fashion con prezzi accessibili a tutti: in questa nuova stagione, infatti, Zara propone un’intera nuova linea suddivisa in tre principali filoni diversi. Oltre a questi, in una nuova sezione dedicata del sito internet, il brand illustra al pubblico la filosofia che ha scelto di adottatare in merito al tema della sostenibilità, dove si impegna attivamente sia nella produzione che nel riciclo dei capi usati.

Il primo, e senza dubbio quello più interessante, è intitolato “Woman in Art”: questa collezione speciale è stata realizzata insieme a Ana Mushelle, Bijou Karman e Thani Mara. Il lavoro di Ana si concentra su fumetti in bianco e nero, Bijou mostra illustrazioni di donne circondate da colori audaci e sfondi dove le protagoniste sono le verdure, mentre Thani utilizza fotografie che ritraggono la spiaggia o la piscina. Nella collezione Zara primavera/estate 2019 troverete felpe, t-shirt e accessori che riflettono il loro stile unico che collega arte, illustrazioni e fashion.

“The New Grunge” è il secondo filone e, già dal nome, potete immaginare che l’inconfondibile stile punk-rock degli anni ’70 è tornato a dominare il mondo del fashion in una chiave nuova e rivisitata: i must-have? Il jeans a vita alta effetto slavato e le vestibilità ampie e dall’effetto rovinato di camicie e maglioni.

“Edit 01 Woman” è l’ultimo dei tre filoni e svela l’anima più romantica, minimal e femminile del brand: colori neon, tagli eccentrici e tinte vitaminiche prendono vita trasformando i dettagli che hanno segnato gli anni ’80.

Zara primavera/estate 2019: vestiti e gonne fluttuanti

Nella nuova collezione Zara primavera/estate 2019 i vestiti sono svolazzanti, coloratissimi e leggeri. Tra stampe floreali, che tornano ogni anno con l’arrivo della primavera e il bianco ottico, colore principale dell’estate, si notano i nuovi modelli e i nuovi tagli: la nuova stagione impone la lunghezza midi, elegante e raffinata, ma non per questo noiosa. Infatti, dominano le spalline con maniche a sbuffo tipiche degli anni ’80 nei colori pastello, mentre le paillettes tornano a far parlare di sé, in abiti lunghi e assolutamente preziosi. Le gonne spaziano da quelle mini, cortissime e in maglia, a fluttuanti modelli a ruota e in tinte primaverili, come il celeste e il beige, o con stampe vivaci e moderne, come il patchwork.

Zara primavera/estate 2019: giacche, camicie e pantaloni

Il capo statement della primavera è sicuramente il parka: indumento furbo grazie ai suoi molteplici usi, si rivela un alleato perfetto durante le giornate frenetiche o di pioggia. Sui capispalla impazzano le cinture, tendenza di stagione, così come colori accesi e tinte pastello. Per quanto riguarda camicie e bluse, invece, la parola d’ordine è eleganza: tessuti preziosi ma in colori caldi, come il marrone scuro e il verde kaki, accendono anche i tagli più classici. Splendide le versioni in pizzo, con scollo più o meno profondo, così come gli irrinunciabili dettagli romantici sul fondo della manica o eccentrici, come il fiocco sul collo.

I pantaloni vivono una nuova vita: basta a tagli e forme rigide e spigolose, è arrivato il momento di sperimentare! I trousers della nuova collezione Zara primavera/estate 2019 sono coloratissimi, a palazzo o più stretti, con spacchi e bottoni ben in vista. I modelli più belli? Sicuramente quelli in pizzo (sì, sono completamente in pizzo!) e quelli con piccole rouge sul fondo.

Zara primavera/estate 2019: scarpe e accessori

Fondamentali per rinfrescare il vostro look, le scarpe e gli accessori sono i pezzi principali per la composizione di un outfit perfetto. Se da un lato troviamo (ancora!) le chunky sneakers con i loro modelli eccentrici ed esuberanti, dall’altro troviamo raffinate slingback in effetto vernice e ciabattine raso-terra. Nella collezione compaiono naturalmente anche i sandali, più o meno alti, immancabili durante l’estate, ma non mancano le classiche décolleté in diversi materiali: trasparenti, con dettaglio traforato o in pelle.

Tra gli accessori non possiamo non segnalarvi il trend che risorge con una nuova luce dagli anni ’90… I fermagli per capelli! Sì, avete capito bene: tra le tendenze decretate della moda per la primavera/estate 2019 ci sono anche loro, in tantissime varianti diverse e in tantissimi modelli differenti. I must-have? Quelli con scritte scintillanti e i fermagli con le perle, proprio come quelli proposti da Zara. Gli orecchini, invece, si ingigantiscono, mentre le collane subiscono il processo inverso e si rimpiccioliscono, ma vengono tempestate di dettagli e simboli particolari.

Le immancabili borse vengono realizzate nei modelli più disparati per accontentare tutti i gusti: da quelle più grandi e capienti, perfette per l’ufficio, a quelle più preziose e piccole, come le clutch, perfette per una serata elegante o un’uscita serale.

L’impegno sostenibile di Zara

Tra le catene del fast fashion, il colosso spagnolo fondato nel 1975 da Amancio Ortega, è comparso sia nel 2017 che nel 2018 nella lista dei marchi più attenti all’ambiente e al metodo di produzione delle proprie fabbriche e Zara, anche nel 2019, si impegna attivamente nel settore della sostenibilità. Il suo obiettivo, che compare anche nella sezione “JOIN MISSION” del sito ufficiale consiste, in primo luogo, nel riciclo degli indumenti della clientela: come impegno sociale e ambientale, nei negozi monomarca i consumatori possono depositare i capi che non utilizzano più in appositi contenitori, “per allungare la vita utile dei tuoi indumenti”, cita il claim.

Ma non solo: Zara sostiene che i capi d’abbigliamento prodotti e venduti nei negozi rispettano gli standard più esigenti di salute, sicurezza e sostenibilità ambientale. La catena di fornitura rispetta i lavoratori e l’ambiente, e il 90% degli store presenti nel mondo è eco‑efficiente. In più, i server e gli uffici di zara.com utilizzano l’energia proveniente da fonti rinnovabili che rispettano l’ambiente, da qui la filosofia “Green Web”.

Sustainable o eco-fashion, il movimento che sta rivoluzionando la moda

Sustainable o eco-fashion, il movimento che sta rivoluzionando la moda

Nonostante questo, vi consigliamo di essere delle consumatrici attente e informate, di prestare sempre maggiore attenzione rispetto all’argomento della sostenibilità dei capi e alla trasparenza dei brand nel dichiarare il loro metodo produttivo.