logo
Galleria: Matriarcato: le società in cui il sesso debole non è femmina

Matriarcato: le società in cui il sesso debole non è femmina

Matriarcato: le società in cui il sesso debole non è femmina
Foto 1 di 10
x

Sui sussidiari della scuola elementare abbiamo spesso letto di matriarcato e società matriarcali. Solitamente, queste strutture sociali erano legate a popolazioni primitive, e come spesso succede in quei periodi della nostra vita apprendiamo senza discutere questi concetti che forse non presentano tante certezze come credevamo. Infatti le cose non stanno propriamente così, e comunque il matriarcato è qualcosa che esiste ancora oggi, anche se nelle nostre società occidentali il patriarcato è la sola forma social-gerarchica che conosciamo da vicino e personalmente. Cerchiamo quindi di capire di cosa si tratta e soprattutto quali sono i concetti che possono creare confusione.

Che cos’è il matriarcato?

Il matriarcato è un modello sociale in cui le donne detengono il potere. Tradizionalmente il ruolo femminile in un matriarcato non è troppo diverso da quello che fino al secolo scorso era ritenuto essere l’unico posto delle donne: il dare alla luce e l’educazione dei figli. Queste funzioni, in una società matriarcale sono importantissime, sono anzi fondamentali per l’esistenza della stessa società, tanto che il potere delle donne deriva in questi casi proprio dal riconoscimento di questo valore. In altre parole, passateci questa semplificazione davvero molto riduttiva, il ruolo dell’uomo è subordinato perché la donna è al centro e fa cose che l’uomo non sarebbe in grado di fare – tipo partorire.

Cose da non dire mai a una donna senza figli (detto da una mamma)

Cose da non dire mai a una donna senza figli (detto da una mamma)

Spesso si confonde il matriarcato con la matrilinearità, cioè con la discendenza in linea femminile. La matrilinearità non è poi un concetto tanto astruso, se si pensa che l’identità materna è sempre nota – «mater certa est», dicevano i latini – mentre quella del padre può essere basata sulla fiducia o su un esame del Dna. Ciò non toglie comunque che ci sono o ci sono state delle società matriarcali che erano o sono anche matrilineari. E nelle quali, per esempio, il cognome dei figli è sempre quello ereditato dalla madre.

Le società primitive erano matriarcali?

Il discorso è qui un po’ complesso, perché ci sono delle teorie ma non ci sono delle certezze. Quando prima facevamo riferimento ai sussidiari, vale la pena ricordare tutte le immagini di statuette della Dea Madre che illustravano il concetto di società matriarcale femminile. Sì, quelle statuette esistono, si trovano nei musei e sono una testimonianza importante: alcuni dei popoli primitivi dai quali è partita la nostra civiltà fondavano il loro culto su un Dio donna. Questa è una certezza. La Dea veniva ritratta in maniera decisamente abbondante: accadeva perché quella che oggi riteniamo una taglia forte era invece indice in passato della capacità di portare in grembo e dare alla luce i figli. E inoltre, l’abbondanza delle carni era il riflesso di un’abbondanza sulla tavola e quindi di ricchezza.

Tuttavia non ci sono certezze che ci dicano che questi popoli che veneravano la Dea Madre fossero matriarcali. Ci sono stati popoli come i Greci e soprattutto i Romani, che avevano delle divinità femminili nei loro culti, ma erano popolazioni pur sempre fondati sul patriarcato. Nella loro società, benché la donna fosse libera come lo è oggi – come testimonia d’altro canto il volume I tre giorni di Pompei di Alberto Angela – erano però gli uomini a detenere il potere, a “comandare”.

Le società matriarcali oggi

Il matriarcato non è una struttura sociale relegata al passato – anzi, è interessante su come gli studiosi non abbiano individuato risposte univoche proprio sui tempi andati. Quel che è certo invece è che ancora oggi molte società sono matriarcali. Tra queste ci sono i tuareg, gli irochesi, chi abita nelle isole Comore, i minangkabau, i kerala, i khasi e i jaintia. Per comprendere meglio il fenomeno, nella gallery in testa all’articolo cerchiamo di scoprire alcune curiosità sulle società matriarcali di ieri e di oggi e sul perché il patriarcato possa essere diventato il modello dominante di gran parte delle società.