Fashion blogger: come lo si diventa? Le più famose - Roba da Donne

Fashion blogger, dalla moda al business: quali sono le più seguite?

Creare contenuti di qualità, un'autorevole reputazione online rispettabile e affidabile sono solo alcune delle tante caratteristiche che accomunano le fashion blogger. Sì, perché fashion blogger significa aggiornare costantemente il proprio blog parlando di tendenze moda, abbinamenti, look e uscite mondane. Ma c'è di più: questa professione, infatti, è una delle più criticate e additate da tutti. Chi sono e qual è la strada da intraprendere per diventare fashion blogger, chi sono le più famose in Italia e nel mondo.

Il ruolo e la posizione del fashion blogger è da sempre molto ambita: anche se ancora oggi genera un incontrollato sentimento di invidia, chi si lancia in questa avventura ha l’opportunità di lavorare in un campo creativo e ingegnoso, che appassiona, diverte ed informa e che, al tempo stesso, può offrire buoni guadagni e grandi soddisfazioni.

La classica attività di blogging consiste nel creare nuovi contenuti, aggiornare quelli già esistenti e condividerli poi con il popolo del web, grazie anche al supporto delle piattaforme social. Costanza e perseveranza sono due requisiti fondamentali per chi vuole lanciarsi in questa esperienza: infatti, occorre definire un calendario editoriale e rispettarlo, prefissarsi obiettivi concreti e raggiungibili e non lasciarsi abbattere dalla prima difficoltà che si incontra.

Ma cosa significa e come si diventa fashion blogger? Chi sono le più seguite in Italia e nel mondo?

Chiara Ferragni Unposted: tutto quello che l'influencer non ha mai postato

Cosa significa essere Fashion Blogger?

L’English Oxford Dictionary definisce la figura del blogger come “persona che scrive regolarmente materiale per un blog“, che, più precisamente, è un termine derivato da “web-log”, un diario personale in rete.

I fashion blogger focalizzano la maggior parte della loro attività proprio sul blog che diventa il canale principale con cui comunicare, condividere e commentare le notizie nell’ambito della moda. Scrivono, ad esempio, delle ultime tendenze in circolazione, commentano le collezioni e le sfilate a cui prendono parte, creano veri e propri tutorial per chi è alla ricerca dell’outfit perfetto e così via.

Negli ultimi anni però l’utente medio della Rete sembra non avere troppo tempo a disposizione per fermarsi a leggere, preferendo invece guardare e ascoltare. Proprio per questo motivo la professione del fashion blogger sta abbandonando le piattaforme dei blog migrando verso Instagram e YouTube, più intuitivi, immediati ed efficaci.

Grazie a questi nuovi canali attivano collaborazioni con le aziende e i brand che li contattano seguendo strategie di fashion marketing: questo può significare diventare testimonial di una linea o una collaborazione, se non addirittura divenire il volto vero e proprio di un brand. Spesso prendono anche parte a sfilate e live show con l’obiettivo di aumentare la notiziabilità dei vari eventi grazie alla loro vistosa e costante attività sui social.

fashion blogger
Chi sono e cosa fanno i fashion blogger. Fonte: margoandme.com; pinterest

La confusione che si è creata attorno al significato di fashion blogger comprende anche un’altra categoria, decisamente affine ma completamente diversa: i fashion influencer. Il fashion blogger incentra la sua attività principalmente sul blog che aggiorna costantemente, divenendo questo il canale più remunerativo ed importante.

Anche i fashion influencer sono figure che operano nel settore moda, hanno un elevato numero di follower e con i loro post (utilizzano principalmente Instagram) sono in grado di influenzare le opinioni o gli acquisti di chi li segue. Questi personaggi spesso non hanno un blog a cui appoggiarsi, perché la loro visibilità avviene interamente attraverso l’abile utilizzo che fanno dei social network, dove condividono post riguardanti look e acquisti, a fianco di momenti che li ritraggono in momenti di vita quotidiana.

Fashion victim, perché siamo davvero e senza ironia vittime della moda

Come diventarlo: studio e pazienza

Studiare, creare, ispirare e informare sono le parole chiave che racchiudono l’essenza di questa professione. Ogni anno una lista infinita di persone decide di lanciarsi e intraprendere questa strada, ma senza successo: il primo step da compiere è quello di munirsi di una notevole dose di pazienza e perseveranza, due prerequisiti fondamentali per chi vuole fare del fashion blogging il proprio lavoro.

La dimestichezza con gli strumenti digitali contemporanei non può essere tralasciata, così come essere esperti, o quantomeno conoscere il mondo della moda, è un must al quale non si può rinunciare. Inoltre, oggi più che mai, lavorare e definire attentamente il proprio stile personale e il tono di comunicazione che si intende adottare è fondamentale.

La costanza è un altro punto caratteristico di ogni fashion blogger di successo: Chiara Ferragni è diventata oggetto di studio nelle università più prestigiose al mondo proprio grazie alla perseveranza e al non fermarsi davanti al primo ostacolo.

fashion blogger
Come diventare fashion blogger. Nella foto, il front row di una sfilata con le fashion blogger più importanti del settore. Fonte: pinterest

In breve, se volete aprire un blog e diventare fashion blogger quello che dovete fare è:

  1. Scegliere la tipologia di blog che intendete creare. In questa fase è fondamentale definire quale sarà la vostra nicchia di riferimento: non fatevi trascinare dal luogo comune che sostiene che “ormai online c’è tutto”, non è proprio così. Per voi, ad esempio, potrebbe essere vincente proporre secondo la vostra visione qualcosa di già esistente, e questo vi permetterà di distinguervi dagli altri;
  2. Valutate con attenzione il settore di riferimento ed eventuali temi affiliati. La moda, i viaggi, il cibo, il mondo del beauty e del lifestyle nel tempo si sono rivelati più adatti di altri ad essere trattati sui blog, forse grazie alla loro naturale capacità di incuriosire e creare coinvolgimento nei lettori;
  3. La tipologia di contenuti che si intende ospitare sul proprio blog conta, più di tutto. Non si tratta solo di stabilire e seguire una linea editoriale, ma di scegliere scrupolosamente quali contenuti condividere. Al giorno d’oggi, con la vastità della scelta disponibile in rete, il lettore seleziona molto attentamente chi seguire e ascoltare e proprio per questo i contenuti originali e di qualità sono sempre i più premiati. Potete scegliere, ad esempio, di focalizzarvi su contenuti scritti o multimediali: questa seconda via è attualmente quella più seguita, perché permette di mantenere alta l’attenzione del lettore e di rendere meno monotono il calendario editoriale;
  4. Investire in strumenti di qualità e rivolgersi a professionisti. Il fashion blogger punta molto su fotografie e video, e per questo è fondamentale investire in una buona fotocamera o videocamera che vi permetta di realizzare immagini e video ad alta risoluzione. Il design del blog è importante tanto quanto il monitoraggio dei dati e il mantenersi in costante contatto con aziende e follower. Se studiare e applicarvi a queste discipline non è sufficiente, affidatevi ai professionisti del settore che, grazie alle loro abilità vi aiuteranno a gestire e ottenere il massimo dal vostro blog;
  5. Pianificate gli obiettivi. Impostare obiettivi realistici e coerenti è fondamentale: quanti post pubblicare a settimana? Quanto frequentemente parlare di un argomento? Come aumentare il traffico sul blog?
  6. Scegliete il nome con cura. Scegliere il nome di un sito è tutt’altro che semplice. L’ideale? Puntare su qualcosa che sia in grado di definire voi e la vostra nicchia, che sia unico ma altrettanto personale;
  7. Creare account social. Non è necessario essere presenti ovunque, su tutte le piattaforme e in qualsiasi momento. Focalizzatevi sui social più frequentati e utilizzati dalla vostra nicchia e fate in modo di farvi trovare. Postare frequentemente e con regolarità è sicuramente una delle strade da intraprendere per ottenere più visibilità, così come l’aggiunta dei giusti hashtag sotto i post che pubblicate;
  8. Le delusioni sono sempre dietro l’angolo. Questo ultimo punto è quello più delicato e, al tempo stesso, quello a cui dovrete sempre essere pronti ad affrontare. il segreto per superarle? Non perdere mai di vista gli obiettivi che vi siete prefissati e la rotta che avete scelto di seguire.

Invidia e sessimo

La figura del fashion blogger è da sempre al centro di dibattiti controversi e animatamente discussi: la stragrande maggioranza di coloro che traggono profitto dal proprio seguito e dalla propria attività su blog e social network è costantemente sottoposto ad un’incessante gogna mediatica, criticata da chiunque non consideri la produzione di contenuti originali un impiego reale ed effettivo.

La categoria dei fashion blogger è, infatti, quella più colpita dagli haters, i “leoni da tastiera che, nascondendosi spesso dietro falsi profili, riversano sul web commenti pieni d’odio, invidia, frustrazione e cattiveria senza apparente motivo.

Negli ultimi anni si è diffuso il terribile vizio del body shaming, una forma di bullismo che commenta e addita con disprezzo l’aspetto fisico, soprattutto quello femminile. Chiara Ferragni si è fatta avanti lanciando l’hashtag #bodyshamingisforlosers quando, durante il weekend del suo addio al nubilato, dopo aver postato una foto in costume in compagnia di amiche e sorelle, queste venivano descritte come “rotonde”.

La risposta di Chiara Ferragni al Corriere che ha definito "rotonde" le sue amiche

Commento che, dopo la bufera, è stato sostituito con l’aggettivo “atletiche”.

“Penso sia disgustoso lanciare un messaggio del genere, specialmente quando tantissime donne e ragazze hanno problemi con il loro corpo e con la loro autostima. Per le donne di oggi è veramente difficile sentirsi belle, per tantissime diverse ragioni. Essendo io un modello per tantissime di loro ho sempre provato a condividere messaggi in grado di infondere confidenza e autostima. La diversità è bellezza. L’imperfezione è bellezza. La felicità è bellezza. La fiducia in se stessi è bellezza. Non lasciate che le altre persone vi rovinino, o che vi dicono chi siete. Mai”.

Le fashion blogger più famose (in Italia e all’estero)

Sfogliate la gallery per una carrellata delle fashion blogger più note e seguite, sia a livello italiano che internazionale.

Fashion blogger, dalla moda al business: quali sono le più seguite?
Pinterest, Instagram @chiaraferragni
Foto 1 di 12
Ingrandisci