Vabbing, il trend che spinge le donne a usare i fluidi corporei come profumi

È diventata celebre su TiKTok col nome di vabbing, ma la pratica di usare le secrezioni vaginali come profumo per rilasciare feromoni in grado di attrarre un partner non è nuova. Di cosa si tratta? E, soprattutto, funziona davvero?

In principio fu Gwyneth Paltrow e la sua celeberrima candela This Smells Like My Vagina. Ora, a riproporre la fragranza intima come profumo è un trend in voga su TikTok, secondo cui questo aroma sarebbe addirittura in grado di farci fare conquiste. Ma sarà vero? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul vabbing.

Cos’e il vabbing e come funziona

Detto molto semplicemente, il vabbing (da vaginal dabbing, tamponamento vaginale), è la pratica di usare i fluidi corporei, o meglio quelli genitali, come profumo.

L’idea alla base di questo trend che si sta diffondendo su TikTok è che i fluidi vaginali contengano feromoni, che secondo alcune teorie avrebbero un ruolo chiave nel modo in cui gli animali comunicano tra loro e che, quindi, potrebbero svolgere un ruolo nell’attrarre partner sessuali o romantici anche negli esseri umani. Se, però, è comprovato che gli animali producano feromoni, la loro esistenza negli esseri umani è stata a lungo dibattuta e ancora non c’è una risposta unanime.

Scientificamente provato o meno, il trend (che non è nuovo ma grazie a TikTok ha trovato le luci della ribalta) ha già 13 milioni di visualizzazioni. Ma come funziona in pratica? Un’utente di TikTok – @jewlieah – ha spiegato che ha preso il suo “aroma” naturale dalla sua vagina e l’ha tamponato sui polsi e sulla parte posteriore delle orecchie. «Mettetelo su superfici che non toccano altre cose e non strofinate i polsi sulle altre persone», ha spiegato.

Pick me girl, il trend di TikTok che esalta uno stereotipo tossico

Vabbing: esistono benefici?

Anche se la ricerca non è riuscita a dimostrare che i feromoni funzionano negli esseri umani nello stesso modo in cui lo fanno negli animali, il vabbing potrebbe avere effettivamente dei benefici nell’attirare potenziali partner.

Secondo la sessuologa Tracey Cox, che descritto per la prima volta di una tecnica simile al vabbing – sebbene non si chiamasse ancora così – nel suo primo libro pubblicato 22 anni fa “Hot Sex: How To Do It”, infatti, questa tecnica potrebbe funzionare come un placebo a livello psicologico:

Credo che aiuti ad attirare un compagno per motivi psicologici. Mette la tua mente nel mood giusto. È un riconoscimento consapevole che fai con te stesso del fatto che “sì, voglio fare sesso”. Questo ti fa interagire in modo diverso con le persone. Flirti di più.

Ha spiegato a Women’s Health UK. Una volta che hai deciso di fare vabbing, acquisisci un livello di fiducia più alto, che può incoraggiarti a cercare maggior contatto visivo e trasudare sessualità: questo potrebbe avere l’effetto desiderato di attirare un compagno.

La terapista sessuale e di coppia Jodie Slee concorda sul fatto che, sebbene la scienza non ne dimostri l’efficacia, c’è un messaggio positivo più ampio dietro il vabbing, che

aiuta le donne a sentirsi più positive, sicure e responsabili nei confronti dei loro corpi e in particolare dei loro genitali. Se il vabbing aiuta le donne a rendersi conto che l’odore naturale del loro corpo non è solo normale ma attraente, allora questo è qualcosa di cui posso salire a bordo.

Cosa significa fare o subire vanilla shaming per gusti sessuali "non conformi"

Le controindicazioni al vabbing

Se i benefici ci sono, lo stesso vale per le controindicazioni. Principalmente, sono legati al fatto che per raccogliere i fluidi vaginali è necessario strofinare o inserire il dito all’interno della vulva, e questo può aumentare il rischio di un’infezione. Non solo: il fluido vaginale è acido e non è chiaro cosa possa fare a lungo termine quando viene tamponato sulla pelle.

Per fare vabbing in modo sicuro, è importante rispettare le regole di base:

  • lavarsi le mani sia prima che dopo;
  • non permettere alle aree su cui si sono strofinate le secrezioni di toccare cose o persone;
  • astenersi dal vabbing durante le mestruazioni o una infezione in corso;
  • rivolgersi a uno specialista in presenza di un odore insolito o cattivo.

Articolo originale pubblicato il 27 Settembre 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!