Nozze e Covid: le idee per dare valore al tuo "piccolo" matrimonio nel 2021

La pandemia da Covid-19 ci ha costretto a rivedere e reinventare molte delle nostre abitudini, tra questi anche i matrimoni: ecco qualche idea originale per celebrare le nozze in questo 2021, nel rispetto delle ordinanze e delle regole anti-contagio.

Lo scorso anno lo scoppio della pandemia da Covid-19 ha stravolto il nostro mondo e rivoluzionato completamente le nostre abitudini. La maggior parte dei comportamenti considerati normali è diventata un lontano miraggio, di cui ancora non ci siamo del tutto riappropriati, e con questi, anche la quasi totalità di eventi e manifestazioni pubbliche, almeno in presenza. Tra questi non possiamo non citare i matrimoni, ridotti drasticamente o del tutto rimandati.

Questo 2021, grazie soprattutto alle speranze che ci arrivano dal vaccino, potrebbe consentirci di iniziare a guardare un po’ oltre l’orizzonte e tornare a vedere uno scorcio di normalità. In attesa di quel momento, che deve sempre essere confermato da dati ed evidenze scientifiche, possiamo comunque cercare di vivere sfruttando al meglio ciò che abbiamo a disposizione. Ed è un’arte che abbiamo imparato fin troppo bene in questo periodo, quella di prendere situazioni non proprio semplici e trasformarle in opportunità, perché mai come in questo anno abbiamo capito che è proprio dai momenti più difficili che si fanno strada le storie e le emozioni più vere e profonde.

Anche il mondo dei matrimoni, dopo aver subìto uno scossone di cui ancora si vedono le conseguenze, ha comunque cercato di reinventarsi, e lo farà ancora di più in questo nuovo anno, sperando che le circostanze lo consentano. Del resto, in molti casi i matrimoni celebrati in questo periodo travagliato, ben lontani dall’idea che i protagonisti si erano fatti, si sono rivelati essere più autentici e significativi che mai.

A confermarlo sono anche gli stessi wedding planner: Elisabeth Kramer, una organizzatrice di matrimoni di Portland, sostiene che la pandemia nella sua tragicità ha insegnato alle coppie a eliminare il superfluo e a focalizzarsi sugli aspetti più importanti, ritrovando il significato più vero e profondo di questa istituzione.

Ma vediamo come saranno i matrimoni in questo anno e qualche idea da cui lasciarsi ispirare per celebrare delle nozze alternative che si faranno ricordare.

Come saranno i matrimoni nel 2021?

Questo è l’aspetto più complesso, perché le norme relative a cerimonie e ricevimenti sono strettamente collegate alla situazione pandemica in corso e di conseguenza soggette a continue modifiche e aggiustamenti. Al momento, la situazione dei matrimoni è regolata dall’ultimo decreto emanato dal Governo, valido fino al 5 marzo 2021, il quale prevede la sospensione di tutti i ricevimenti nei luoghi al chiuso e all’aperto, compresi quelli conseguenti a cerimonie civili e religiose.

Le cerimonie religiose e civili sono invece consentite purché si svolgano nel rispetto di tutte le misure di prevenzione per il contenimento del contagio, tra cui distanziamento, utilizzo di mascherina e igiene delle mani. Per le funzioni religiose rimangono invariate le norme già varate con il decreto del 7 agosto, che il Governo ha stipulato in accordo con la CEI, e che sancisce il mantenimento della distanza di almeno 1 metro tra le persone e l’utilizzo della mascherina.

Si tratta ovviamente di norme soggette a continui aggiornamenti e che tengono conto dell’evoluzione della situazione pandemica tuttora in corso.

Le migliori 25 foto di matrimonio durante la pandemia
26

Matrimonio e Covid-19: gli invitati

Fino almeno al 5 marzo prossimo, stando a quanto abbiamo appena riportato, il numero degli invitati alla cerimonia, che sia religiosa o civile, dipende strettamente dalla capienza dei luoghi in cui il rito viene celebrato, perché si possa garantire la distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone, che sale a uno e mezzo quando si entra ed esce dalla chiesa o dalla sala scelta per la celebrazione del rito. Un aspetto importante in questo caso è prevedere l’utilizzo di più ingressi, distinguendo quelli riservati all’entrata da quelli destinati all’uscita.

Per la parte della cerimonia gli invitati non risultano quindi un problema, a patto che si abbia la possibilità di scegliere una chiesa o una stanza di degne dimensioni. Ma è anche vero che questa circostanza ha permesso a molti sposi di prediligere con maggiore facilità – e molti meno sensi di colpa – matrimoni più ridotti, idea spesso accantonata per non commettere torti a nessuno, neanche a conoscenti non proprio intimi che ci avevano a loro volta invitato alle loro sontuose nozze.

Ed ecco quindi che in questo anno cerimonie piccole e più intime hanno spesso offerto ai protagonisti l’occasione di vivere un momento e un evento più intenso e sentito e delle emozioni più autentiche.

Le restrizioni da Covid-19 però, possono imporre limitazioni degli spostamenti tra città o regioni, è per questo che in alcuni casi può essere utile riprendere in diretta la cerimonia, per consentire ad amici o parenti cari impossibilitati a spostarsi di esserci vicini, anche da lontano.

Matrimonio e Covid-19: il ricevimento

Questione più complessa è invece quella del ricevimento, almeno fino al 5 marzo, considerato che il Dpcm del 16 gennaio ha confermato lo stop dei ricevimenti e di tutte le feste private che seguono il cerimonie civili o religiose. Ed ecco che qui è necessario sfoderare il massimo dell’ingegno e della creatività per ricreare un’atmosfera di cerimonia che ci consenta di festeggiare in maniera sicura e nel rispetto delle regole.

Un’idea originale per questi tempi complessi che ancora non ci concedono neanche piccole cerimonie in presenza, potrebbe essere rivolgersi ai supporti tecnologi: festeggiare cioè in live streaming, con l’aiuto di piattaforme come Zoom. Ma non solo, per rendere il tutto più divertente ed emozionante, potete pensare di ordinare un menù delivery con tanto di fetta di torta nuziale da far recapitare alle persone a voi più care, condividendo il prezioso momento anche a distanza.

Per quando la situazione sarà migliore e saranno nuovamente consentiti i ricevimenti, oltre alle cerimonie, vi suggeriamo qualche idea originale da cui potete lasciarvi ispirare per trascorrere dei momenti alternativi ma altrettanto ricchi di magia.

  • Senza dubbio, un ricevimento all’aperto, magari in mezzo al verde, in un luogo molto spazioso che consenta di creare diversi ambienti ed eviti assembramenti, risulta la scelta vincente.
  • Se si possiede un giardino ampio, si può optare per una festa in casa, più intima ma altrettanto scenografica. Basterà prodigarsi in decorazioni, scenografie floreali e luci romantiche o colorate per suggerire un’atmosfera calda e magica.
  • Qualunque sia la location, e purché consenta un adeguato distanziamento degli invitati, si può poi optare per piccoli food truck disseminati lungo tutto il perimetro dello spazio a nostra disposizione, dedicati a vari tipi di cibi e cucine, che rappresentano validi sostituti del classico banchetto da aperitivo o di lunghe tavolate ad oggi purtroppo ancora impensabili.
  • Un’alternativa è puntare su molti piccoli tavoli studiati in base agli invitati e al grado di parentela che li accomuna. Ovviamente, per rendere il tutto più divertente, si può pensare ad addobbi scenografici di tavoli e sedie, apparecchiature speciali e diverse o persino a tema. Sempre rispettando il distanziamento, si può pensare di organizzare giochi che coinvolgano il vostro pubblico ovviamente da lontano: giochi in scatola dei più classici o rivisitazioni da voi ideate, fino al classico karaoke, sempre a debita distanza e con tutte le misure di sicurezza.
  • Perché poi non installare un maxi-schermo e proiettare un filmino divertente precedentemente girato dagli sposi per l’occasione? Qualsiasi cosa che possa intrattenere, divertire o emozionare gli invitati, comodamente seduti ai loro tavoli e a debita distanza.
  • Per i più coraggiosi, ci sono anche location molto alternative. Una cerimonia in stile drive-in potrebbe essere un’idea decisamente originale. Oppure, approfittando della possibilità di invitare un numero ridotto di invitati, gli amanti dell’acqua potrebbero lanciarsi in una cerimonia in barca dotata di tutti i comfort e delle giuste distanze.
  • Per quanto riguarda il buffet, purtroppo, come già detto, sarà una soluzione impraticabile in questo anno. E allora, via a monoporzioni da presentare direttamente ai tavoli, lo stesso per la torta nuziale che potrà essere rivisitata in porzioni mignon altrettanto gustose e deliziose.
  • E i confetti dai mille colori e gusti, ormai un must di tutti i matrimoni? I più tradizionalisti potranno comunque presentare una selezione di confetti e dolcetti, magari raggruppati in adorabili composizioni o racchiusi in piccoli scrigni da regalare agli invitati, posizionandoli direttamente sui vari tavoli prima ancora dell’arrivo degli ospiti.
  • Non può mancare poi una wedding box di benvenuto che, oltre a piccoli doni e omaggi per gli ospiti, come ventagli e salviettine rinfrescanti, non potrà non contenere un utilissimo kit di sopravvivenza per la giornata, dotato di gel igienizzante e mascherine personalizzare per un tocco fashion, ma 100% safe.
Testimoni di nozze: come sceglierli, come esserlo e i regali perfetti

Matrimonio e Coronavirus: le altre regole

Al momento le norme principali sono quelle che vi abbiamo mostrato in precedenza, regolate dal decreto del Governo varato nel gennaio 2021, che si riferisce al periodo di tempo compreso tra il 16 gennaio e il 5 marzo 2021. Sono in programma nuovi aggiornamenti riguardo alla regolamentazione di manifestazioni e cerimonie pubbliche, che, come detto precedentemente, sono strettamente legati all’evolversi della condizione epidemiologica e ai dati registrati circa la diffusione del contagio.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!