logo
Stai leggendo: Viaggiare da sola: 5 motivi per cui ogni donna dovrebbe farlo almeno una volta

Viaggiare da sola: 5 motivi per cui ogni donna dovrebbe farlo almeno una volta

Ogni donna almeno una volta nella vita dovrebbe viaggiare da sola. Per almeno cinque valide ragioni, e tenendo presenti alcuni importanti consigli per godere al meglio di questa meravigliosa esperienza.

L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi.

Questo aforisma di Marcel Proust rivela una grande verità che, molto spesso, durante i nostri viaggi dimentichiamo: più di quello che vediamo, che visitiamo, le persone con cui siamo, quello che del viaggio ci resta dentro è l’esperienza, la diversità con cui vengono vissute determinate cose, le prospettive nuove che si imparano ad avere e una nuova e più consapevole maturità che si raggiunge ogni volta che si ripone la valigia a casa. Sì, non è errato dire che ogni viaggio, a modo suo, ci cambia, ci arricchisce, ed è anche per questo motivo che ogni donna dovrebbe, almeno una volta nella vita, viaggiare da sola.

Perché viaggiare da sola?

Perché viaggiare in solitaria, senza la compagnia di alcuna persona? Per una serie di motivi.

1. Per smetterla di avere paura

Se non si prova l’esperienza di vivere completamente da sole, senza la consapevolezza di poter contare su qualcuno in caso di necessità, non si cresce e, soprattutto, non si smette mai di nutrire timori su ciò che ci sta intorno. Questo non vuol dire necessariamente estraniarsi da tutto e tutti, perché autosufficienza non significa alienazione, ma compiere un viaggio da sola, magari in un paese straniero, fortifica le certezze e la fiducia in sé e abbatte le paure.

2. Viaggiare da sole fortifica l’autostima

Non siamo noi a dirlo, ma uno studio condotto dalla professoressa Constanza Bianchi della Queensland University of Technology.

Viaggiare da soli aiuta le persone ad aumentare la sensazione di avere maggiore controllo sulle proprie vite e sulle proprie azioni.

Insomma, è il modo migliore per lavorare su se stesse.

La ricerca, pubblicata dalla rivista International Journal of Travel and Tourism Research, come riporta l’Huffington Post è stata condotta su un campione di 24 partecipanti appena tornati da una vacanza solitaria durata, in media, nove giorni. Tutti, al ritorno, si sono detti soddisfatti.

3. Riscoprire il piacere dell’indipendenza

Viaggiare da sola permette anche di tornare a seguire i propri ritmi, senza doversi adattare per forza a quelli di qualcun altro, riscoprire una nuova sensazione di libertà.

4. Non c’è bisogno di pianificare

In un viaggio da sole si riesce a godersi appieno il relax, senza vivere nell’ansia di dover pianificare uno spostamento di gruppo. Via libera a nuove esperienza, alla conoscenza di nuove persone e, soprattutto, si è libere di decidere cosa fare e quando.

5. Il viaggio da sola migliora la capacità di apprendimento

Sempre secondo lo studio condotto dalla dottoressa Bianchi, in un viaggio in solitaria i pensieri diventano più flessibili, la mente più libera. Viaggiare da sole stimola la riflessione.

Ovviamente, prima di intraprendere un viaggio è comunque importante tenere presenti alcune cose, soprattutto per non farsi trovare impreparate per ogni evenienza o disorganizzate. Ecco i consigli più utili per affrontare un viaggio da sole.

Consigli per viaggiare da sola

viaggiare da sola consigli
Fonte: web

Alcune piccole accortezze aiutano a evitare pericoli e guai durante una vacanza da sole; prima di tutto, è bene scegliere hotel o ostelli in centro, che solitamente è la zona più popolata e, quindi, la più controllata. Vale comunque la pena dare un’occhiata, prima di partire, alle recensioni dell’hotel e ai giudizi sulla zona prima di prenotare. Potete anche orientarvi su alberghi specificamente consigliati per donne che viaggiano da sole, vicini ad attrazioni o con una grande affluenza di persone.

Naturalmente, è meglio evitare di frequentare le zone più isolate, questo è un consiglio universalmente valido!

Anche se potrebbe sembrare strano, informarsi sulla cultura e le usanze di un popolo, prima di partire, è fondamentale per viaggiare da sole in sicurezza. Studiate quindi il modo in cui le donne si vestono, se esistono particolari restrizioni e se  ci sono zone che devono essere evitate.

Se ai bambini si usa dire “non accettare caramelle dagli sconosciuti”, alle aspiranti viaggiatrici si può dire lo stesso, parlando di offerte di passaggi; preferite un mezzo pubblico (altro consiglio valido per tutti).

Spendete di più pur di essere sicure, non lesinate soldi per pagare un taxi o per un hotel centrale, la sicurezza deve essere la vostra priorità. Naturalmente – ed è un consiglio che dovrebbe valere sempre, e per tutti – non esagerate con l’alcol.
Non da ultimo, armatevi di una carta prepagata di sicurezza, nel caso in cui la vostra carta di credito si smagnetizzi o voi dimentichiate per qualche ragione il pin; tanto più che è sempre meglio evitare di portare con sé troppi soldi. Infine, tenete sempre un documento a portata di mano, magari anche solo fotocopiato, per evitare di perderlo.

Che sia in Italia o all’estero, il mondo è pieno di posti meravigliosi ideali per una vacanza da sole. Ve ne proponiamo alcuni.

Dove viaggiare da sola in Italia

È davvero difficile indicare un posto ed escluderne altri, perché, come sappiamo, il nostro paese merita di essere visitato da Nord a Sud. Se desiderate cimentarvi in un viaggio da sole, dovrete scegliere la vostra meta in primo luogo in base alle vostri attitudini e passioni: se, ad esempio, quello che cercate è un po’ di relax al mare, potete optare per la Sardegna, ma anche per un’isola decisamente più tranquilla ma altrettanto suggestiva come l’Elba, in grado di offrirvi panorami mozzafiato e spiagge paradisiache, da Rio Marina a Portoferraio. Se invece al mare volete unire anche la storia, come non consigliarvi la Sicilia, uno dei luoghi più importanti della Magna Grecia. Sempre rimanendo in tema storico, impossibile non menzionare Roma o Firenze, ricche di luoghi da visitare e di cultura, mentre se ciò che cercate è qualche giorno da passare in un posto assolutamente rilassante il consiglio che vi diamo è di orientarvi sulle montagne del Trentino o della Valle d’Aosta. Infine, sfatiamo il mito di Venezia come “città per innamorati”: la città lagunare merita sempre e comunque di essere vista!

Dove viaggiare da sola all’estero

viaggiare da sola estero
Fonte: web

Fra i posti migliori per un viaggio da sole all’estero rientrano sicuramente:

Grecia: l’ideale può essere una crociera nel Mediterraneo o un volo diretto per un’isola greca. Santorini, Ios e Mykonos,  Paro e Naxos. Le isole sono uno spettacolo unico, e per andarci non vi serve che un costume, qualche vestitino e un buon libro.

Croazia: mare cristallino e spiagge non troppo affollate. Dubrovnik, la perla dell’Adriatico, è una città molto orientata al turismo con tante cose da vedere e da fare, ma se vi piace tenervi in movimento, un bel tour delle montagne con Croatia Traveller, che organizza escursioni in giornata, può soddisfarvi appieno.

Siviglia: la capitale dell’Andalusia è un mix coerente di tradizione e dominazioni differenti. Ideale se amate l’architettura moresca o il flamenco. Facilmente percorribile a piedi, anche la sera, la città è piena di vicoli tutti da scoprire, con ceramiche colorate e mercatini.

Oslo: la capitale rappresenta al meglio il fascino della Norvegia. Potete organizzare una visita al Vigeland Sculpture Park,  parco da più di un milione di visitatori l’anno, creato da Gustav Vigeland e che raccoglie oltre 200 opere in ferro, bronzo e granito.

Irlanda: dai pub di Dublino alle scogliere di Moher a picco sul mare, la verde Irlanda non vi farà annoiare mai. Meglio spostarsi con mezzi propri, affittando una macchina o puntando su BlaBlaCar per chiedere un passaggio e conoscere nuovi compagni di viaggio.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...