logo
Stai leggendo: “Ma cosa fai tutto il giorno?” Ecco la risposta di una mamma che non lavora

"Ma cosa fai tutto il giorno?" Ecco la risposta di una mamma che non lavora

La tatuatrice americana Ryshell Castleberry hapubblicato su Facebook un post che risponde finalmante alla domanda "Ma cosa fai tutto il giorno?" che molto spesso le casalinghe si sentono ripetere. Se da una parte il suo messaggio è diventato virale in brevissimo tempo e ha suscitato tanti commenti di apprezzamento, dall'altro ha scatenato anche non poche polemiche.

Stanca di sentirsi ripetere “Ma cosa fai tutto il giorno?”, la tatuatrice americana Ryshell Castleberry ha deciso di rispondere a questa sgradevole domanda, che molte casalinghe probabilmente si sono sentite rivolgere almeno una volta nella vita, con un acuto post su Facebook. Il suo messaggio è diventato in brevissimo tempo virale con ben 719mila like e oltre 430mila condivisioni, ma ha scatenato anche non poche polemiche circa il messaggio velatamente sessista lanciato.

Il post mostra una giovane madre che si trucca davanti allo specchio e che allo stesso tempo allatta al seno una bambina, dimostrando grandi capacità di multitasking. L’immagine, già di per sé molto evocativa, è accompagnata dal dialogo tra un uomo, marito di una casalinga (H-Husband) e uno psicologo (P- Psychologist), di cui riportiamo anche la traduzione:

P: Cosa fa per vivere Mr. Rogers?
H: Io lavoro come contabile in banca.
P: Sua moglie?
H: Lei non lavora. Lei è una casalinga.
P: Chi prepara la colazione per la famiglia?
H: Mia moglie, perché non lavora
P: A che ora si sveglia sua moglie?
H: Lei si sveglia presto perché deve organizzarsi. Lei prepara il pranzo ai bambini, si preoccupa che siano ben vestiti e pettinati, che abbiano fatto colazione, che si siano lavati i denti, e che abbiano preso tutto l’occorrente per la scuola. Sveglia il bambino piccolo e gli cambia il pannolino e i vestiti. Lo allatta e prepara gli spuntini.
P: Come vanno i suoi bambini a scuola?
H: Li accompagna mia moglie, perché lei non lavora.
P: Dopo averli portati a scuola, cosa fa?
H: Di solito si prende un momento per programmare cosa fare mentre è fuori, così non deve montare e smontare troppe volte il seggiolino, come pagare i conti o fare un salto al supermercato. A volte dimentica qualcosa e deve rifare il viaggio di nuovo, con il bambino al seguito. Una volta rientrata a casa, lei deve pensare al pranzo del bambino ed allattarlo di nuovo, gli cambia il pannolino e lo prepara per il sonnellino, sistema la cucina e dopo fa il bucato e pulisce casa. Beh, lei non lavora.
P: E la sera lei, dopo essere tornato dall’ufficio a casa, cosa fa?
H: Mi riposo, ovvio. Sono stanco dopo avere lavorato tutto il giorno in banca.
P: Cosa fa sua moglie la sera?
H: Lei prepara la cena, fa mangiare i bambini e me, lava i piatti, ordina di nuovo la casa, si accerta che il cane sia stato portato fuori e finisce di sparecchiare. Dopo aver aiutato i bambini con i compiti li prepara per la notte con il pigiama e cambia il pannolino al piccolo, dà loro il latte caldo, controlla che si siano lavati i denti. Una volta nel letto, si sveglia frequentemente per allattare e a volte cambia il pannolino se è necessario mentre ci riposiamo. Perché non deve alzarsi per andare al lavoro.

Questa è la routine giornaliera di molte donne in tutto il mondo, inizia la mattina e continua fino a notte tarda… Questo per alcuni significa “non lavorare”?

Il post continua:

Qualcuno le ha chiesto…
Sei una donna che lavora o solo una “casalinga“?
Lei ha risposto:
Io lavoro come casalinga, 24 ore al giorno..
Io sono una madre,
Io sono una donna,
Io sono una figlia,
Io sono la sveglia,
Io sono il cuoco,
Sono la cameriera,
Io sono il maestro,
Io sono il barista,
Sono la babysitter,
Sono un’infermiera,
Io sono un operaio,
Io sono un agente di sicurezza,
Io sono un consigliere,
Io sono un consolatore,
Non ho una vacanza,
Non ho permessi per malattia.
Non ho un giorno libero
Io lavoro giorno e notte,
Sono in servizio per tutto il tempo,
Non ricevo lo stipendio e…
Anche così, sento spesso la frase:
“Ma cosa fai tutto il giorno?”

Questo post è dedicato a tutte le donne che dedicano la loro vita al benessere delle loro famiglie
La donna è come il sale:
Nessuno fa caso alla sua presenza, ma la sua assenza rende tutto insipido.

Il messaggio ha riscosso tantissimi commenti di solidarietà da parte di tante mamme casalinghe che si sono riconosciute perfettamente nel ritratto spiegato da Ryshell Castleberry.

Fonte: Facebook/CarolineBowser

Come no, le mogli non lavorano? Allora tutto si sistema da solo magicamente!!

Tuttavia il post ha anche scatenato alcune polemiche di non poco conto, in quanto sono tante nel mondo le madri lavoratrici che hanno sottolineato il fatto che – pur avendo un impiego (che sia part-time o a tempo pieno) – sono costrette a fare ugualmente tutto ciò viene elencato da Ryshell e allo stesso tempo lavorare. Inoltre, d’altro canto, anche molti padri rimangono a casa a gestire la famiglia mentre la moglie lavora e quindi non si tratta soltanto di una condizione femminile.

Fonte: Boredpanda.com

Penso che molte di noi facciano tutte queste cose pur lavorando 40 ore a settimana.

Polemiche alle quali la tatuatrice ha risposto dicendo di interpretare il messaggio da lei scritto secondo la propria situazione personale. Cosa ne pensate della vicenda?

Rating: 4.0/5. Su un totale di 3 voti.
Attendere prego...