Adidas lancia le scarpe create con i rifiuti del mare - Roba da Donne

Adidas lancia le scarpe create con i rifiuti del mare

Adidas intraprende una partnership con l'associazione ambientalista Parley for the Oceans. Dalla collaborazione nascono le nuove calzature realizzate con la plastica riciclata raccolta dal mare. Scopriamo di più su questa interessante iniziativa!

L’inquinamento è un problema che rischia di mettere in serio pericolo il nostro ecosistema. Nei mari e negli oceani sono sempre di più i rifiuti di ogni tipo che sporcano i fondali e che comportano un rischio per la sopravvivenza di intere specie di piante e di animali acquatici. Fortunatamente, esistono anche numerose iniziative che hanno l’obiettivo di contrastare l’inquinamento e l’accumulo di sporcizia.

A tal proposito, davvero molto interessante è l’iniziativa che Adidas ha intrapreso in collaborazione con l’associazione ambientalista Parley for the Oceans, che da tempo si dedica alla nobile causa di difendere le acque i loro abitanti dalle minacce dell’uomo.

In questo caso, lo scopo non solo è quello di accendere i riflettori sul sempre più grave problema dell’inquinamento dei mari e degli oceani, ma anche quello di dimostrare che esistono delle soluzioni concrete. Infatti, la celebre azienda produttrice di articoli e calzature sportive ha deciso di realizzare un modello di scarpe, riciclando alcuni rifiuti raccolti proprio dalle acque del mare. Lo scorso anno Adidas ha mostrato un prototipo in 3D e ora, con la produzione in atto, ha dimostrato che non si trattato solo di un progetto utopistico, ma che iniziative di questo genere sono concrete e attuabili.

In particolare, le nuove “UltraBOOST Uncaged Parley“, questo il nome delle innovative scarpe, sono composte per il 95% da plastica, proveniente dalle acque delle Maldive, e da altri materiali sempre assolutamente riciclati. Il costo delle calzature sarà di 200 dollari, ossia circa 180 euro al cambio attuale, e potranno a breve essere acquistate sia nello store online che nei negozi che aderiscono all’iniziativa.

Per il momento ne sono state prodotte 7000 paia, ma l’ambizioso obiettivo di Adidas è quello di arrivare a realizzarne oltre il milione di paia nel corso del 2017. Lo scopo è quello di arrivare ad eliminare del tutto in un futuro prossimo l’uso di plastica vergine nella produzione.

Cyrill Gutsch, il fondatore di Parley for the Oceans, ha dichiarato a proposito dell’iniziativa, dopo aver sottolineato che ognuno di noi può avere un ruolo importante nella salvaguardia dell’ambiente, che:

“È compito delle aziende creative reinventare i materiali, i prodotti, i modelli di business. Il consumatore può aumentare la domanda in linea con il cambiamento”.

Cosa ne pensate dell’iniziativa di Adidas e della sua partnership con Parley for the Oceans?

 

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...