logo
Stai leggendo: Septum: Tutto quello che c’è da sapere sul piercing del momento

Septum: Tutto quello che c'è da sapere sul piercing del momento

Il piercing più alla moda del momento è senza dubbio il septum: cos'è quest'accessorio gioiello? Scopri tutto, da come indossarlo alla manutenzione, fino al costo, le scelte dei vip e la soluzione perfetta per le più indecise...
Rihanna septum
Fonte: Paolo Roversi per i-D Magazine

I piercing? Mai piaciuti… Bucarsi il viso? Ancora peggio! Eppure, c’è qualcosa del septum che ci attrae inevitabilmente! Stiamo parlando del piercing al setto nasale, che in realtà non va a bucare l’osso, ma quel pezzetto di cartilagine che divide le due narici.

Anche se molti ci diranno che sembra l’anello che hanno i tori, non possiamo fare a meno di ammirare le tante ragazze alla moda su Instagram che, con trucco perfetto e septum gioiello, ci “vendono” quest’ultimo trend. E se non bastasse questo, anche le vip più famose ne stanno sperimentando le potenzialità da qualche anno.

Se prima si parlava di un semplice anellino o al massimo la mezza luna con due sfere alle estremità, la scelta oggi è davvero ampia, dai septum più eleganti a quelli che richiamano culture tribali, da quelli più piccoli a grandi gioielli che vanno ad adornare il viso (attenti con le misure, se scegliete un septum troppo grande per il vostro viso sembrerete davvero un toro!).

Non più piercing simbolo di ribellione, ma vero e proprio accessorio fashion!

Storia del septum

Storia del septum
Fonte: Web

La storia del septum piercing è molto vasta e radicata della tradizione di tante culture in tutto il mondo. Sembra infatti che il septum fosse il piercing più usato dopo quello alle orecchie nei popoli primitivi e questo perché era la parte più “facile” di cartilagine da tirare e bucare con piccoli ossi, legnetti o zanne di animali.

Tra i Nativi Americani e le popolazioni della Nuova Guinea e delle Isole Solomon, erano popolari i septum di origine naturale e animale (come anche ossa dei “nemici”), mentre gli Aztechi, i Maya e gli Inca usavano portare septum creati con l’oro e la giada, con un significato spirituale. In India, Tibet e Nepal è ancora di usanza portare il septum con elementi pendenti, un gioiello che adorna il viso e a volte è talmente grande che copre addirittura la bocca. Bisogna arrivare a gli Australiani Aborigeni per un uso del septum per bellezza: attraverso un grande osso posizionato al centro delle narici cercavano di raggiungere lo standard di bellezza del naso piatto.

Negli anni ’70 furono gli hippie a portare in auge in Occidente questo tipo di piercing, grazie al loro amore per le culture asiatiche, e negli anni ’80 il septum divenne un elemento molto comune di ribellione nella cultura punk.

Vip con il septum

Vip con il septum
Fonte: Instagram / Web

Come per la maggior parte dei trend, i vip sono i primi a captarli o ancora meglio, a lanciarli. È stato così anche per il septum, “appeso” al naso delle celebrities più note ormai da più di un anno. Rihanna ormai lo ha reso parte integrante del suo look, come anche Zoe Kravitz e Lady Gaga: tutte e tre le artiste hanno un look di base molto originale, ma non sono le uniche ad amare questo piercing. Anche Jessica Biel, super elegante, lo ha indossato sul red carpet e Madonna si è fatta contagiare dalla figlia piccola Lourdes: insomma un trend per tutte le età e tutti gli stili.

Come si mette il septum?

Septum alla moda
Fonte: Web

Se dopo tanto pensare avete finalmente deciso di farvi il septum piercing, dovete assolutamente calcolare di avere tempo per seguire la guarigione della “ferita” (dai 6 a gli 8 mesi, ma dopo 1 mese potete cambiare anellino).

Una volta fatto, dovete fare molta attenzione alla pulizia: mantenere igienizzato il buco è essenziale per prevenire infezioni. Detto questo, se quindi avete la volontà di dedicarvi alla cura del septum per qualche settimana, potete recarvi in un negozio di tatuaggi e piercing e farvi “bucare il naso”: a giudicare dagli strumenti usati si può paragonare quasi a un’operazione chirurgica!

C’è da dire che l’anatomia del vostro naso può essere diversa da quella dei vip o della vostra amica e quindi il septum potrebbe risultare diverso o magari sembrare anche storto. Potrebbe raddrizzarsi nel periodo di guarigione o potrebbe anche rimanere così (difficilmente è colpa di chi vi ha fatto il buco ma piuttosto del vostro tipo di naso).

Il septum si indossa come qualsiasi altro piercing e si può anche muovere su e giù: si può ad esempio nascondere all’interno delle narici se il vostro ambiente scolastico o di lavoro adotta una condotta rigida in fatto di look. L’importante è evitare di muoverlo troppo durante le prime settimane, se no si allunga di molto la guarigione della ferita (che può comportare anche sanguinamento).

Come mantenere il septum e le controindicazioni

Septum controindicazioni
Fonte: Pinterest

La cura del septum piercing è molto importante perché si trova in un punto del corpo che può essere soggetto a infezioni, ma non bisogna esagerare con la pulizia, perché il naso ha un suo modo naturale di tenere pulito il setto ed è quindi anche giusto lasciargli fare il suo corso.

La prima cosa da fare è avere sempre le mani estremamente pulite quando si tocca il septum: lavarsi le mani dovrebbe essere una priorità (in realtà, sempre!). È possibile pulire il piercing con soluzione salina (fisiologica): vi potrebbero consigliare quella già preparata, ma potresti farla anche in casa con acqua bollente e un cucchiaino di sale grosso. Una volta ottenuta la nostra soluzione salina homemade, basterà intingere un dischetto di cotone e tamponare sul piercing e nel naso, cercando di rimuovere tutte le crosticine: appena si fredda, ripetere l’operazione con un nuovo dischetto imbevuto. La cosa positiva della soluzione salina è che non andrà a rovinare il piercing, evitando pure che stinga sulla pelle. Si può poi usare un sapone neutro, ma fate molta attenzione a non lasciare residui: potrebbero, anche quelli, causare infezioni!

È normale che le prime settimane ci sia una secrezione naturale e qualche crosticina: l’importante è fare attenzione al colore di questo possibile “muco”. Tutto nella norma se è bianco/trasparente, già se diventa tendente al giallo potrebbe esserci qualche infezione ed è meglio prendere qualche precauzione in più, se invece il colore tende al verde, c’è decisamente un infezione ed è meglio consultare chi vi ha fatto il piercing perché potrebbe essere necessario prendere un antibiotico.

Quanto costa il septum?

Quanto costa il septum
Fonte: Pinterest

Il costo del septum piercing può variare di studio in studio: si parte da circa 40 euro per arrivare a 60 euro, il prezzo che troverete maggiormente. Meglio non puntare subito sullo studio più economico, ma sempre meglio valutare prima sia la professionalità di chi vi andrà ad eseguire l’operazione ma soprattutto le condizioni igieniche del negozio. A questo costo va aggiunto poi il costo del piercing che vorremmo indossare e qui il range di prezzo si fa maggiore: da semplicissimi anellini da 2 euro a veri e proprio gioielli che possono costare anche più di 20 euro (se non di più, se vogliamo metalli preziosi).

Finto septum: alla moda senza buchi!

Septum finto
Fonte: Pinterest

A parlare di “operazioni”, infezioni e piercing dolorosi ti è passata la voglia di farti il septum? Niente paura… Puoi essere alla moda lo stesso indossando un finto septum! La conformazione del naso si presta benissimo ad accogliere una mezza luna da stringere all’occorrenza sulla morbida cartilagine. Il fake septum è perfetto anche per chi non è del tutto deciso a farne uno permanente e vuole vedere come ci sta, come ci si vede tutto il giorno e sì, magari anche i commenti di chi gli sta attorno!

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...