diredonna network
logo
Stai leggendo: 17 febbraio 2014 Giornata internazionale del gatto

Come funziona la pianta mangiafumo?

"Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia": la forza dell'amore di quest'uomo

L'uomo affida messaggi d'amore in bottiglia al mare: va a finire così

Shannen Doherty, selfie con i capelli: "Mi sento di nuovo donna"

Greta e Marta, da "coppia d'oro" dello sport alle molestie fino all'accusa di stalking

Dimmi come porti la borsa e ti dirò chi sei

Oroscopo dal 17 al 23 agosto - Come sopravvivere alle stelle

Selenza Gomez: "Ero rotta dentro. Ecco come la terapia ha cambiato la mia vita"

J-Ax intervista Fedez: "Ho provato tutte le droghe, tranne l'eroina"

Quando Reeva scrisse a Pistorius: "A volte mi fai paura" e quelle parole di lui

17 febbraio 2014 Giornata internazionale del gatto

Oggi è la giornata internazionale del gatto. Ma lo conosciamo veramente il nostro pelosone? Proviamo a sfatare alcuni luoghi comuni che lo riguardano.
17 febbraio 2014 Giornata internazionale del gatto

La festa del Gatto è nata in Italia nel 1990: giorno prestabilito il 17 febbraio, una data scelta non a caso. Infatti, forse non tutti lo sanno ma i gatti, veri e propri spiriti liberi insofferenti a regole e limitazioni, hanno per natura alcune caratteristiche affini a quelle normalmente ricondotte al segno dell’Acquario. Di qui la scelta di celebrare il mondo felino proprio a febbraio, lo stesso del segno zodiacale a cui il gatto è assimilato.

17 febbraio 2014 Giornata internazionale del gatto

Le ipotesi sull’origine della domesticazione del gatto sono ancora da confermare. Il gatto potrebbe essere stato fin dalla notte dei tempi un animale da compagnia e non solo allevato allo scopo di proteggere le derrate alimentari dai nocivi topi. È possibile che il gatto si sia avvicinato all’uomo – cacciatore per motivi opportunistici legati alla ricerca del cibo, oppure cuccioli di gattino potrebbero essere stati allevati a mano dalle donne e, quindi, accolti all’interno delle mura domestiche.

17 febbraio 2014 Giornata internazionale del gatto

Il gatto è un animale sociale “facoltativo” in grado cioè di vivere in modo solitario o formare gruppi sociali stabili con i propri simili (famiglie, bande, matriarcati, colonie) e con l’essere umano in base alle condizioni individuali e ambientali. Questa plasticità comportamentale, e in particolare di organizzazione sociale, si è probabilmente accentuata anche grazie alla convivenza e alla condivisione dell’ambiente di vita con l’essere umano.

17 febbraio 2014 Giornata internazionale del gatto

Osservazioni effettuate da numerosi Autori, hanno evidenziato un grande numero di relazioni stabili e strutturate tra i membri del gruppo che fanno supporre l’esistenza di una socialità non ancora completamente conosciuta. L’immagine di un animale solitario non corrisponde alla realtà: il lungo periodo di convivenza con l’uomo ha spinto il gatto a creare relazioni sociali con i membri della famiglia umana.

17 febbraio 2014 Giornata internazionale del gatto

Alla base della convivenza con il piccolo felino si pone la creazione di una corretta relazione fondata sul riconoscimento delle rispettive diversità.

Per raggiungere un legame equilibrato e appagante, non solo è necessario disporre correttamente le risorse (cibo e acqua, cassette igieniche, luoghi di riposo, graffiatoi) ma anche integrare la dimensione affettiva con altre dimensioni di relazione (come per esempio ludica e sociale) e arredare l’abitazione a “misura di gatto”.

17 febbraio 2014 Giornata internazionale del gatto