diredonna network
logo
Stai leggendo: I ritardatari sono più efficienti al lavoro e più ottimisti

Grazia per Jacqueline, la donna che uccise il marito che la picchiava e violentava le figlie

Quando (e dove) ci dà fastidio essere toccati: le zone off-limits del nostro corpo

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno. Ecco perché... è una bufala

Come in "Ritorno al futuro": le scarpe che si allacciano da sole

"Streghe": è in arrivo un prequel della serie?

Pasta di sale: la ricetta ideale per creazioni e decorazioni fai da te

Commessa di Victoria's Secret rivela "9 cose per cui è terribile lavorare in questi negozi"

Arrivano in migliaia al compleanno della figlia dopo un invito Facebook e finisce in tragedia

Oroscopo dal 12 al 18 gennaio 2017 - Come sopravvivere alle stelle

La dedica di Ryan Gosling è la più commovente dichiarazione d'amore di sempre

I ritardatari sono più efficienti al lavoro e più ottimisti

Sei perennemente in lotta con il tempo?!Inseriscilo nel curriculum: i ritardatari sono più efficienti sul lavoro.
(foto:Web)

I ritardatari sono più intelligenti dei puntuali, questo ciò che si può confermare analizzando il risultato di uno studio a riguardo.
A confermare nuovamente la teoria che i ritardatari sono più ottimisti, la ricerca del dott. Salvatore di Salvo, psichiatra e presidente dell’Associazione per la ricerca sulla depressione di Torino.
I ritardatari hanno un temperamento più calmo e soprattutto più equilibrato, due qualità che li porta ad essere anche più efficienti sul lavoro rispetto a coloro che nella vita sono sempre in orario (se non addirittura in anticipo).

“Chi nasce con un temperamento ansioso – spiega di Dottor Di Salvo – è preoccupato, ha spesso paura di non farcela e, quindi, a un appuntamento cerca di arrivare sempre qualche minuto prima”.

Il ritardatario invece, essendo molto più ottimista, si preoccupa poco di essere perfetto e la sua tranquillità si trasforma in rilassatezza ed efficienza.