diredonna network
logo
Stai leggendo: I ritardatari sono più efficienti al lavoro e più ottimisti

Il rimedio giusto all'allergia da fieno? È... il gin tonic! Lo dice la scienza

Meryl Streep: "Ho giurato che non avrei chiesto mai soldi a un uomo"

Oroscopo dal 22 al 28 giugno - Come sopravvivere alle stelle

Eros e Marica hanno ben due anniversari di nozze e... doppia dedica social

20 anni di Friends: per festeggiare arriva la maratona 24 ore al giorno

Indossa queste borse e ti sembrerà di essere in un cartone animato

Quando ti rendi conto perché i ray-ban si chiamano ray-ban

L'altro Middleton: il fratello di Kate e Pippa fa il lavoro... più dolce del mondo!

Diego Passoni si sposa con il suo compagno. Ma c'è ancora chi dice "Che schifo" (e peggio)

Melissa Satta e quel dettaglio nella foto al figlio su Instagram che ha offeso il web

I ritardatari sono più efficienti al lavoro e più ottimisti

Sei perennemente in lotta con il tempo?!Inseriscilo nel curriculum: i ritardatari sono più efficienti sul lavoro.
(foto:Web)
(foto:Web)

I ritardatari sono più intelligenti dei puntuali, questo ciò che si può confermare analizzando il risultato di uno studio a riguardo.
A confermare nuovamente la teoria che i ritardatari sono più ottimisti, la ricerca del dott. Salvatore di Salvo, psichiatra e presidente dell’Associazione per la ricerca sulla depressione di Torino.
I ritardatari hanno un temperamento più calmo e soprattutto più equilibrato, due qualità che li porta ad essere anche più efficienti sul lavoro rispetto a coloro che nella vita sono sempre in orario (se non addirittura in anticipo).

“Chi nasce con un temperamento ansioso – spiega di Dottor Di Salvo – è preoccupato, ha spesso paura di non farcela e, quindi, a un appuntamento cerca di arrivare sempre qualche minuto prima”.

Il ritardatario invece, essendo molto più ottimista, si preoccupa poco di essere perfetto e la sua tranquillità si trasforma in rilassatezza ed efficienza.