diredonna network
logo
Stai leggendo: L’uomo più sporco del mondo. Le foto che stanno facendo il giro del mondo.

I genitori vogliono continuare la battaglia. Il giudice: "Stop alle cure, deve morire con dignità"

"Buon viaggio piccola Aliena": l'addio di Laura Pausini alla nipotina di 3 anni

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

"Figlia mia, sopravvivo solo per darti giustizia". Parla la mamma di Tiziana Cantone

A terra con 32 coltellate. "Ho sposato l'uomo che mi ha salvata dall'ex violento"

Charli, la modella mostra la cellulite: "Non me ne vergogno"

Oroscopo dal 13 al 19 aprile - Come sopravvivere alle stelle

Occhi al cielo: arrivano la luna rosa e la cometa verde

Omicidio di identità: "Sfregiare con l'acido è uccidere"

Come Mowgli: la vera storia della bimba allevata dalle scimmie nella foresta

L'uomo più sporco del mondo. Le foto che stanno facendo il giro del mondo.

L'uomo più sporco del mondo si chiama Amoo Hadij e non tocca il sapone da oltre mezzo secolo.Scoperto da un viaggiatore, le sue foto stanno facendo il giro del mondo.
(foto:Web)

L’uomo più sporco del mondo si chiama Amoo Hadij ed è un eremita che vive in un villaggio in Iran, a Dezhgah, e oggi ha 80 anni.

Amoo Hadij conduce una vita molto semplice e modesta, forse troppo, al punto che non si lava da oltre mezzo secolo.
Il suo viso non tocca il sapone da 60 anni e la sua condizione gli è valsa l’appellativo di “uomo più sporco del mondo”.
La sua pelle è rugosa e squamosa, anche il suo odore molto forte e persistente è la conseguenza di un’inesistente pulizia decennale.
Si ciba di alimenti trovati in natura e fuma escrementi di animali, ma ogni tanto si concede qualche sigaretta, anzi, cinque contemporaneamente.
A scoprire questo uomo è stato un utente della community Reddit, che nel suo viaggio in Iran, ha immortalato questo personaggio davvero particolare.

I suoi scatti stanno facendo il giro del mondo e tanti curiosi sul web non riescono a capire come sia possibile che quest’uomo goda di una buona salute.

(foto:Web)