logo
Stai guardando: Margaret Hamilton, la donna che salvò la missione dell’Apollo 11 e permise lo sbarco sulla Luna

Margaret Hamilton, la donna che salvò la missione dell'Apollo 11 e permise lo sbarco sulla Luna

Ingegnere, scienziata, imprenditrice, salvò la missione dell'Apollo 11 permettendo lo sbarco sulla Luna, ma Margaret Hamilton è anche molto di più. È una vera fonte di ispirazione, per tutti.

Prossimo video

La soluzione al dramma dei calzini spaiati esiste

Annulla

Lo ripetiamo spesso, chi ha detto che una donna debba per forza scegliere se essere una principessa o Wonder Woman quando è unica e può essere tutto quello che vuole?

Mai pensiero fu più vero per Margaret Hamilton, donna straordinaria e mente eccelsa della scienza, che ha da sempre avuto le idee chiare sul ruolo femminile nella società e ha saputo farsi spazio, con il lavoro e l’impegno, in un mondo dominato da soli uomini.

Chi è Margaret Hamilton

Fonte: Wikipedia

Classe 1936, Margaret Hamilton è un’informatica, ingegnere e imprenditrice statunitense; è stata direttrice del Software Engineering Division del MIT Instrumentation Laboratory, che sviluppò il software di bordo per il programma Apollo, tanto che proprio il team da lei guidato permise il successo della missione che portò Neil Armstrong e Buzz Aldrin a sbarcare sulla Luna, nel 1969. Nel 1986 Margaret ha fondato la Hamilton Technologies, Inc. a Cambridge, Massachusetts, al fine di sviluppare il cosiddetto Universal Systems Language, basato sul paradigma di Development Before the Fact (DBTF) per la progettazione di sistemi e di software.
Nella sua infinita carriera ha pubblicato più di 130 articoli, atti e relazioni su vari argomenti, ha lavorato a 60 progetti ed è stata coinvolta in sei grandi programmi.

Il successo dell’Apollo 11

Margaret Hamilton entrò al Charles Stark Draper Laboratory al MIT, dopo aver lavorato al progetto Semi Automatic Ground Environment (SAGE) presso i Lincoln Labs, volto allo sviluppo di un sistema informatico per le previsioni e simulazioni meteorologiche. Il laboratorio all’epoca stava lavorando alle missioni Apollo, e Margaret riuscì ad affermarsi per la propria professionalità e competenza, diventandone direttrice e supervisore dello sviluppo software per i programmi Apollo e Skylab. Il suo team era responsabile dello sviluppo del software che avrebbe guidato le capsule del programma Apollo nella navigazione e nell’atterraggio sulla Luna, e proprio le scelte progettuali compiute dal suo gruppo, oltre che dal sistema operativo di J. Halcombe Laning, si sono rivelate fondamentali in uno dei momenti critici durante lo svolgimento della missione Apollo 11, permettendo di riuscire a portarla a termine.
Tre minuti prima dell’atterraggio del lander sulla superficie lunare, infatti, scattarono diversi allarmi a causa del sovraccarico di dati in ingresso del computer; il programma sperimentato da Hamilton scongiurò il pericolo, lasciando via libera per l’atterraggio sul suolo lunare di Armstrong e Aldrin.

Il messaggio alle donne

Fonte: Wikipedia

Medaglia presidenziale della libertà nel 2016, Margaret Hamilton è l’esempio più limpido e lampante del potere delle donne e della loro capacità di eccellere anche in settori culturalmente e storicamente appannaggio esclusivo degli uomini.

Quando vedi che alle donne non è permesso guidare in alcuni Paesi, o che non possono diventare sacerdoti… Ognuna di queste singole cose influenza la nostra cultura, le donne o le minoranze sul fatto che possano fare qualcosa o no […] Fino a quando non facciamo dei cambiamenti, e i nostri leader non smetteranno di ammirare persone che incoraggiano a fare queste cose, noi avremo un problema.