Il discorso di Malala Yousafzai alle Nazioni Unite

Le parole che Malala, a soli 16 anni e dopo essere sopravvissuta per miracolo a un attentato, pronunciò alle Nazioni Unite nel 2013 devono essere fonte di speranza e ispirazione per tutto il mondo.

Next video

"Muoviti puttana. Fammi godere" Il monologo di Franca Rame sul proprio stupro

Clear

Il 12 luglio 2013, in occasione del suo sedicesimo compleanno, Malala ha tenuto un discorso al Palazzo di Vetro a New York, indossando lo scialle appartenuto a Benazir Bhutto e lanciando un appello all’istruzione delle bambine e dei bambini di tutto il mondo.

Malala: la bambina più forte di un colpo di pistola alla testa

Solo un anno prima era stata vittima di un attentato, in cui fu colpita alla testa da un colpo di pistola, ma sopravvissuta per miracolo, Malala non ha abbandonato la propria lotta:

Cari fratelli e sorelle, noi capiamo l’importanza della luce, quando vediamo solo buio, della voce, quando siamo costretti al silenzio; allo stesso modo a Swat, in Pakistan, ci siamo resi conto dell’importanza di penne e libri quando abbiamo visto solo fucili.

La discussione continua nel gruppo privato!