logo
Stai guardando: Quando i fallimenti diventano una vittoria: il messaggio di J. K. Rowling [VIDEO]

Quando i fallimenti diventano una vittoria: il messaggio di J. K. Rowling [VIDEO]

Il fallimento può essere il motore di un successo futuro: J. K. Rowling regala un messaggio di coraggio a tutti coloro che sono caduti, esortandoli a rialzarsi per ricostruire la propria vita.

Prossimo video

Donne e vacanze: e tu che tipo sei? [VIDEO]

Annulla

È impossibile vivere senza mai fallire“. J. K. Rowling, diventata universalmente celebre per aver dato vita alla saga di Harry Potter, lo sa molto bene.

Chi vive in modo prudente, afferma la scrittrice, procede come se non avesse mai vissuto. E J. K. Rowling ha fatto tesoro di questo insegmanamento: benché oggi sia la donna più ricca del Regno Unito, la strada che l’ha portata al successo non è stata sempre facile, anzi.

Dopo un matrimonio brevissimo, l’autrice di Harry Potter si è ritrovata a vestire i panni di una mamma single. “Mi sono ritrovata ad essere il più grande fallimento che avessi mai conosciuto“: la scrittrice ha definito così la situazione in cui versava la sua vita. Una situazione che, però, l’ha portata a rimboccarsi le maniche e non a darsi per vinta.

Perché il fallimento porta con sé grandi potenzialità: quando una situazione sembra disperata, quando non si vede la luce in fondo al tunnel e quando si tocca il proverbiale fondo, quest’ultimo può diventare in realtà il solido terreno su cui ricominciare a costruire la propria vita, afferma J. K. Rowling.

Questo è, essenzialmente, il motivo per il quale non bisogna mai arrendersi di fronte alle difficoltà: accettare il proprio fallimento può far emergere capacità e talenti che non si pensava di possedere. E infatti, dopo essere stata stata rifiutata da ben 12 case editrici, la saga di Harry Potter ha visto finalmente la luce. A oggi si tratta di una delle storie più lette di sempre che, probabilmente, non sarebbe mai esistita se J. K. Rowling non avesse fatto tesoro delle avversità.

Un insegnamento, quello della scrittrice, da cui noi tutte dovremmo imparare: un fallimento non è altro che un nuovo inizio.