logo
Galleria: Oriella Dorella, la luce infinita di due occhi che danzano

Oriella Dorella, la luce infinita di due occhi che danzano

Oriella Dorella, la luce infinita di due occhi che danzano
Foto 1 di 8
x
Questo contenuto fa parte della rubrica “Storie di Donne”

Due occhi grandi e luminosi, una grazia innata e grande disciplina: Oriella Dorella è stata una delle ballerine classiche più famose della scena italiana. Milanese, con un temperamento allegro e positivo, è riuscita a conquistare anche la televisione, senza mai dimenticare la danza. Intervistata tempo fa per Sipario, ha raccontato come il suo destino abbia iniziato a scriversi da solo, quasi per caso, con la complicità di qualcuno che ha visto qualcosa di più dietro uno sguardo disperato.

Avevo un rito, che quando il mio papà veniva a casa, gli porgevo le pantofole e lui mi dava in cambio il giornale, allora io mi chiudevo in bagno e lo leggevo in tutta tranquillità. Una sera mi capitò di scorgere una notizia sull’apertura delle iscrizioni alla Scuola di ballo del Teatro alla Scala. C’era scritto che i corsi erano a titolo completamente gratuito, con la possibilità di frequentare la Scuola dell’obbligo al suo interno… In quel preciso istante ho inquadrato la situazione! Dopo varie insistenze, sono riuscita nell’ultimo giorno utile alle iscrizioni a farmi accompagnare dai miei genitori. All’ingresso un portiere ci disse che il termine era scaduto, ormai eravamo fuori orario… La mia disperazione fu talmente grande che il portiere stesso prese personalmente in consegna i miei documenti per consegnarli a chi di dovere.

Lo stesso portiere che aveva preso a cuore la situazione dell’ancor giovanissima Oriella Dorella, nel tempo continuò a ricordarle quell’aneddoto, facendole capire quanto fosse stata fortunata a ricevere l’occasione di una vita.

Negli anni, quando sono diventata una professionista nel Corpo di Ballo, passando dalla portineria lui si alzava e mi diceva sempre: “Si ricordi Signora Dorella che è anche merito mio, non se lo dimentichi mai”. Questo per dire che c’è sempre stato qualcuno, dall’alto, che mi ha aiutata nel porgermi una mano. Dopo gli studi e il diploma, ho partecipato al Concorso nazionale, sono entrata nella compagnia scaligera, in seguito nominata Solista, poi Prima ballerina ed infine Étoile.

Carla Fracci: 10 segreti e fatti privati della regina sulle punte

Carla Fracci: 10 segreti e fatti privati della regina sulle punte

Sfogliate la gallery per ripercorrere la carriera di Oriella Dorella…