L'amicizia tra uomo e donna può esistere? Cosa ne dice la scienza

È vero che donne e uomini non riescono ad essere veri amici tra di loro? E che il sesso o i sentimenti interferiscono sempre? Non è così, e se la scienza trova l'amicizia impossibile, in realtà si può avere, e ha anche tanti vantaggi.

Negli ultimi anni molti tabù, stereotipi e luoghi comuni infondati stanno crollando. La strada è ancora lunga, ma le nuove generazioni già mostrano dei cambiamenti, nonostante i più “grandi” cerchino ancora di imporre le proprie credenze. Tra le questioni su cui si sta modificando l’opinione pubblica troviamo anche la domanda se esiste l’amicizia tra uomo e donna.

O meglio, se è possibile un’amicizia sincera, duratura e che non si trasformi mai in una relazione amorosa o sessuale. Dagli studi scientifici finora effettuati pare infatti che, nonostante ci sia la possibilità di stabilire un’amicizia reale tra due persone di genere opposto, nella grande maggioranza dei casi non rimane tale per sempre. Tuttavia, sempre più persone dicono di aver trovato il migliore amico in una persona di un altro sesso o genere.

L’amicizia tra uomo e donna può esistere?

Alla domanda se l’amicizia tra uomo e donna esista, allora, come possiamo rispondere? Secondo la scienza, la risposta sarebbe sempre no. Si fa riferimento in particolare a due ricerche. La prima, a cui ancora non è stato dato un seguito, risale al 2012, effettuata dal professore Adrian F. Ward del Department of Psychology di Harvard. Lo studio ha rivelato che gli uomini siano molto spesso attratti sessualmente dalle proprie amiche donne, mentre non è così per la situazione opposta.

Nel 2016 la ricerca condotta dai ricercatori della Norwegian University of Science and Technology, ha ottenuto come risultato un nuovo aspetto. Ovvero che l’impossibilità di un’amicizia tra uomo e donna sia dovuta a un errore di comunicazione involontario. Le donne sottovaluterebbero le attenzioni sessuali della controparte maschile, interpretandole come segnale di amicizia. Dall’altra parte gli uomini invece tenderebbero a intendere le dimostrazioni di affetto amichevole delle amiche come interesse sessuale.

La realtà tuttavia è più complicata di questi studi, anche se tengono in considerazione una buona percentuale di persone testate. Noi possiamo comunque dare una risposta diversa da quella scientifica, innanzitutto prendendo in considerazione non solamente uomo e donna, ma anche persone di genere fluido o non definito. Quindi forse è più corretto parlare di amicizia tra persone di diverso genere.

Inoltre, se è vero che gli aspetti evolutivi hanno portato l’uomo a ricercare di più il sesso e minimizzare gli errori nella ricerca di un partner, esistono comunque realtà diverse. Considerare soltanto l’aspetto del sesso non è forse il metodo più completo per una ricerca sull’amicizia tra due persone di genere opposto. Esistono anche le persone asessuali, che vivono l’attrazione sessuale diversamente, e sono comunque in grado di stabilire relazioni di grande intimità. Alla domanda posta all’inizio del paragrafo noi risponderemmo con un sì, ma imparando a gestirla nella maniera corretta.

Come gestire al meglio l’amicizia tra uomo e donna

Se si vuole intraprendere l’avventura di un’amicizia tra uomo e donna, rapporto che può arricchire molto in diversi aspetti, bisogna quindi sapere che, come per qualsiasi relazione, serve un po’ di impegno. Affinché essa funzioni al meglio, e risulti il più piacevole e positiva possibile. Vediamo allora 6 modi per gestire al meglio l’amicizia tra uomo e donna, o con una persona di un altro genere.

1. Essere onesti

In un’amicizia può capitare di provare attrazione, avere dei dubbi sui propri sentimenti, di qualsiasi tipo. Bisogna però sempre mettere in chiaro le intenzioni, senza imbarazzo. L’onestà e la sincerità rendono un’amicizia reale e duratura. Se infatti capita che l’altra persona non sia interessata a qualcosa di più, grazie a un dialogo sincero e una base forte, si può superare il momento. I dubbi e le attrazioni fisiche passano, dopo un primo momento più difficile, si può sistemare, senza rischiare di rovinare tutto, e l’amicizia ne esce rinforzata.

2. Niente sesso

Come sostengono gli studi citati, pare che, almeno per quanto riguarda gli uomini, non riescano a non pensare almeno una volta a passare all’azione sessuale con l’amica. Non è una regola, gli esperimenti danno un’idea generale, ma non tutti i casi sono uguali. È comunque una buona idea non cedere alla tentazione del sesso all’interno di un’amicizia, da qualsiasi parte essa derivi.

Non provare a togliersi sfizi, a portare avanti una relazione sessuale oltre che di amicizia, pensando che non incida sul rapporto. Il sesso incide eccome: in un modo o nell’altro modifica la relazione, crea disagi e problemi che prima non c’erano. Può esistere il sesso senza sentimenti, ma è comunque un’azione di legame, che crea un certo tipo di connessione. Che quando finisce, perché si cambia partner o si inizia una relazione al di fuori dell’amicizia, porta delle conseguenze.

3. Rapporto con i partner

L’amicizia, se genuina, non prevede gelosie. Se un rapporto non ha secondi fini, è basato su complicità e fiducia reciproca, i due amici sono contenti per le relazioni positive romantiche dell’altra persona. Questo non significa che l’amico debba smettere di dare consigli, e dire la propria opinione. Ma la sua personale opinione non deve derivare da gelosia, invidia o altri sentimenti negativi, quanto più da sincera preoccupazione.

Una cosa importante da fare, nei casi in cui si abbia un amico del sesso opposto e si inizi una relazione con un nuovo partner, è non far sentire nessuno escluso. Capita di fidanzarsi e allontanare le amicizie, ma è un comportamento sbagliato e sintomo spesso di una relazione tossica. Se non c’è nulla da nascondere, perché non creare un bel rapporto tra il partner e gli amici?

4. Valorizzare le differenze

Esattamente come qualsiasi altro genere di amicizia, anche in una tra persone di sesso diverso è importante valorizzare le proprie differenze. Cercare di cambiare o censurare una parte di se stessi pensando di risultare più interessanti, o per assomigliare di più all’altra persona è un errore. Se un’amicizia è sbocciata e perdura nonostante le differenze, caratteriali, di esperienze vissute, di pensiero su alcune tematiche, significa che è reale e sincera.

5. Non innamorarsi

Ciò che abbiamo detto sul sesso vale anche per quanto riguarda i sentimenti. Se una persona si rende conto di aver iniziato a provare qualcosa di più dell’amicizia, deve essere assolutamente sicuro che i suoi sentimenti siano reali. È importante saper riconoscere l’amore da infatuazione, amicizia profonda, attrazione fisica.

Se si hanno solamente dei dubbi, perché un rapporto di questo tipo può confondere, e si prova il desiderio di trasformare l’amicizia in qualcosa di più, è meglio evitare. Questo perché, se i sentimenti non sono realmente di amore, o dall’altra parte non sono corrisposti, la relazione romantica è destinata a fallire. E l’amicizia ne risente. Si può recuperare, ma ci vuole tempo.

6. Confidenze e segreti

Inoltre, un buon modo per mantenere una bella amicizia tra uomo e donna è sentire di potersi confidare. La fiducia è una parte fondamentale in una relazione di questo tipo, e se ci si sente sufficientemente a proprio agio da poter confidare qualsiasi cosa, mantenere i segreti, non giudicare e supportare le scelte dell’altro, allora l’amicizia ha buone speranze di durare.

I pro e i contro dell’amicizia uomo-donna

amicizia uomo donna
Fonte: iStock

L’amicizia tra uomo e donna porta sicuramente dei vantaggi, delle differenze rispetto all’amicizia tra persone dello stesso genere. Non è migliore o peggiore, soltanto diversa, e per questo ha pro e contro. Quali sono i benefici di essere amici di persone di genere diverso?

1. Diverso punto di vista

Nonostante ancora tante persone pensino che il femminismo e la lotta alla parità implichi una credenza da parte delle donne di essere uguali agli uomini, le differenze tra uomini e donne esistono. Così come anche con persone agender. Di conseguenza, un’amicizia tra persone di genere diverso comporta due punti di vista spesso differenti, uno spettro di prospettive più ampio.

L’opinione e la mentalità su alcune tematiche, così come le reazioni riguardo determinati argomenti sono sicuramente diverse. Avere un confidente di genere opposto quindi può far aprire maggiormente gli occhi su quali siano le possibili alternative riguardo un problema o un dubbio, che sia lavorativo, sentimentale o di altro tipo.

2. Rapporto scevro da pregiudizi

Purtroppo la cultura ha sempre scoraggiato un’amicizia tra un uomo e una donna. Non solo nei secoli passati, ma ancora oggi esistono tanti pregiudizi su un rapporto platonico che non si trasformi necessariamente in una storia d’amore. Invece, questa amicizia è un’ottima opportunità di rapportarsi senza preconcetti verso il genere umano in generale, senza considerare il genere o il sesso dell’altra persona. E questo comporta sicuramente una crescita, una possibilità di imparare tanto.

3. Aiuto reciproco

Come dicevamo, ci possono essere problematiche o tematiche verso le quali una persona sia più incline rispetto all’altra. Non solo tra uomo e donna, ma anche tra due amici o amiche dello stesso genere. Questo porta a un aiuto reciproco, sfruttando le doti personali e le capacità di entrambe le parti.

Se questi sono i principali pro che delineano un’amicizia tra uomo e donna, quali sono i contro?

1. Possibili gelosie

Non che un’amicizia tra due persone dello stesso genere ne sia priva, ma un rapporto tra persone di genere opposto può provocare più facilmente possibili gelosie. Anche riguardo ad altr* amic*, non soltanto verso un partner. In ogni caso, come abbiamo visto nei consigli per gestire l’amicizia, se è onesta e sincera, bisogna imparare a mettere da parte la gelosia.

2. Sentimenti non corrisposti

In secondo luogo, c’è la difficolta di mantenere i sentimenti a bada, un altro dei problemi nel caso di un’amicizia tra uomo e donna, ovviamente con un orientamento sessuale a cui piacciono persone dell’altro genere o sesso. Anche se non è una regola infatti, non è raro che un’amicizia tra uomo e donna finisca proprio perché nascono sentimenti da parte di uno dei due, che non sono corrisposti dall’altra parte. E che il rapporto non riesca mai a tornare come prima, proprio per questo.

3. La visione esterna

A causa di stereotipi e ancora poca apertura mentale, avere un amico di genere opposto può provocare opinioni errate sugli altri. È chiaro che il pensiero altrui non deve assolutamente incidere sulla vita di una persona. Ma quando è il partner ad avere dubbi sulla genuinità dell’amicizia, le cose si complicano.

Come abbiamo già detto e ripetiamo però, questo non deve compromettere né l’amicizia né la relazione romantica. In maniera aperta e onesta, si può far comprendere a un partner intelligente come il rapporto sia sincero e senza secondi fini. Se non cambia idea, il problema è il partner, non l’amic*!

Quando l’amicizia nasconde qualcosa in più

Veniamo allora al punto chiave per definire se un’amicizia può durare così com’è, o se nasconde qualcosa in più. La differenza tra amore e amicizia è abbastanza chiara, almeno teoricamente. Quando però ci si trova coinvolti, i confini si sfumano di più, ed è più difficile riuscire a fare chiarezza nei propri sentimenti. Amicizia e amore hanno anche aspetti in comune, ed è questo a creare più difficoltà nel distinguerli alle volte: l’affinità, la complicità, il rispetto reciproco e la stima. Inoltre, entrambi i tipi di relazione comportano benefici per il benessere della vita di ognuno.

Esistono comunque dei segnali e comportamenti che stabiliscono quando un’amicizia è passata oltre. Tra le cose che differenziano il rapporto di amicizia da quello d’amore c’è ad esempio l’unione del progetto di vita. In un’amicizia si possono fare progetti, ma ognuno segue la propria strada in maniera indipendente. Mentre in una coppia d’amore è più probabile cercare di unificare i propri sogni e progetti. Vediamo i principali segnali che dimostrano che un’amicizia nasconde qualcosa in più.

Pensiero fisso

In generale, quando si pensa in continuazione a una persona, ci si rende conto di provare qualcosa. All’inizio non è così palese, ma poi, anche grazie all’aiuto di chi vi sente parlare sempre di quella persona, ci si accorge di voler passare sempre più tempo insieme. Di apprezzare sempre di più la presenza e gli aspetti della persona, che magari finora era solamente amica.

Contatto fisico e intimità

Il passaggio chiave a livello di comportamento, anche inconscio, è la ricerca di contatto fisico e intimità. Esistono persone molto più inclini a dimostrare affetto fisicamente, con abbracci, carezze e baci, anche senza che questo significhi qualcosa di più. Ma se si inizia a desiderare il contatto fisico, allora è probabile che il corpo stia cercando un rapporto ancora più intimo.

Vedersi da soli

All’interno di un’amicizia è normale voler trovare dei momenti in cui vedersi da soli, per parlare di qualcosa in particolare, o semplicemente aggiornarsi senza altre orecchie indiscrete. Ma generalmente se due persone sono solamente amiche non rinunciano nemmeno a uscite in compagnia, a gruppi più ampi di amicizie, anche se poi non tutte saranno intime. Se l’andamento di un rapporto di amicizia è cercare di vedersi sempre di più da soli, allora invece forse è sintomo che stanno nascendo degli altri sentimenti.

Gelosia e litigi

La gelosia e i litigi frequenti sono aspetti più legati a un rapporto d’amore che di amicizia. Questo non significa che una relazione romantica debba contenere questi comportamenti, anzi: ci si potrebbe trovare in una relazione tossica, dove la gelosia e i litigi sono segnali a cui fare attenzione. Sicuramente però, come abbiamo già visto, un’amicizia sincera, che non nasconde altri sentimenti, non trova spazio per la gelosia, né per litigi ad essa legati. Esistono i litigi e le discussioni in un’amicizia, ma sono scatenati da altro.

Attenzione al proprio aspetto

Un altro modo per comprendere se si tratta di amicizia o qualcosa in più è notare se, quando si esce con l’amic*, si fa attenzione al proprio aspetto. Si pensa a come vestirsi, ma non per allineare il proprio outfit al tipo di serata, ma pensando alla persona che si deve incontrare.

Agio e imbarazzo

Infine, l’aspetto forse più importante è considerare quanto ci si sente a proprio agio con l’altra persona. In un’amicizia è difficile che si prova imbarazzo, timidezza, o non ci si senta del tutto a proprio agio. Quando si inizia a provare queste sensazioni con una persona con cui fino a poco prima si stava serenamente, allora è il caso di pensare se il rapporto non nasconda qualcosa di più.

Articolo originale pubblicato il 23 Dicembre 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!