Il matrimonio è un rapporto complesso, fatto di complicità, compromessi, amore e sopportazione reciproca. In questo equilibrio sempre in divenire, la sessualità (o la sua mancanza) gioca un ruolo particolare: a volte, la passione viene a mancare, altre la mancanza di intimità è frutto di una scelta.

In entrambi i casi, si parla di un matrimonio bianco, ma cosa si intende davvero con questo termine?

Cos’è un matrimonio bianco?

Molto semplicemente, un matrimonio bianco è un matrimonio in cui non si fa sesso, o in cui se ne fa molto poco. Se questa affermazione ci fa pensare a una docile coppia di vecchietti, però, dobbiamo ricrederci, perché questo fenomeno è molto più diffuso, anche tra le coppie più giovani.

Secondo un sondaggio del 2021 su adulti di età compresa tra 18 e 45 anni negli Stati Uniti, condotto dal Kinsey Institute dell’Università dell’Indiana e dal rivenditore di sesso Lovehoney e citato dalla BBC, tra gli adulti sposati i millennial erano i più propensi a «segnalare problemi del desiderio sessuale nell’ultimo anno». Il sondaggio ha mostrato che il 25,8% dei millennial sposati ha segnalato questo problema, mentre solo il 10,5% della Generazione Z sposata e il 21,2% degli adulti della Generazione X sposati hanno riportato lo stesso.

Ma già uno studio del 2017 aveva rilevato che tra le persone età compresa tra 18 e 89 anni negli Stati Uniti, il 15,2% dei maschi e il 26,7% delle femmine avevano riferito di non aver fatto sesso nell’ultimo anno, mentre l’8,7% dei maschi e il 17,5% delle femmine di non averlo fatto negli ultimi 5 anni o più.

In realtà, esistono più definizioni di matrimonio senza sesso. Una è letterale: la coppia non fa sesso da molto tempo. Un’altra – una misura ampiamente utilizzata per valutare un matrimonio bianco – è fare sesso meno di 10 volte l’anno. Alcuni esperti intervistati dalla BBC, però, hanno mostrato come i pareri su quanto sia “poco sesso” non siano unanimi: il terapista sessuale di New York City Stephen Snyder considera «’senza sesso’ quattro volte all’anno o meno, a meno che quella coppia non stia “facendo sesso trimestralmente ed entrambi dicono che è fantastico”». All’opposto, Kimberly Anderson, terapista sessuale e assistente professore di psichiatria presso la School of Medicine dell’UCLA, stima il tasso di un matrimonio “di basso sesso” a meno di 25 volte all’anno.

Crisi di coppia: quali sono i primi segnali da non sottovalutare e come superarla

Altri, e questa è probabilmente la misura più ragionevole, dicono che la definizione è puramente soggettiva: se una coppia non è soddisfatta della frequenza con cui fa sesso, c’è un problema che vale la pena affrontare.

La dottoressa Rachel Becker-Warner, terapista delle relazioni e del sesso del Program in Human Sexuality dell’Università del Minnesota delinea altri fattori da considerare:

  • Non riesci a ricordare l’ultima volta che tu e il tuo partner avete goduto dell’intimità sessuale.
  • L’intimità sessuale è l’ultima cosa a cui vuoi pensare, o soffri quando consideri lo stato di intimità sessuale con il tuo partner.
  • C’è esitazione e/o evitamento nell’iniziare il contatto fisico, a causa del potenziale rifiuto o della possibilità che porti a rapporti sessuali indesiderati.
  • Nella tua relazione mancano anche altre forme di intimità (toccarsi, parole d’amore, ecc.).
  • Ti senti disconnesso dal tuo partner.
  • Senti che il sesso è solo quando sono coinvolti i genitali (in particolare il pene e la penetrazione).

Cause e motivazioni

La maggior parte delle coppie non sceglie di avere una relazione senza sesso. Spesso è qualcosa che accade gradualmente: la novità della relazione svanisce e la passione con essa. Compaiono nuovi fattori di stress relazionale, come lunghe ore di lavoro, stress finanziario o un nuovo bambino, e sembra impossibile uscire da questo loop. Le settimane si trasformano in mesi senza intimità e ci si ritrova in un matrimonio senza sesso.

Un matrimonio bianco può anche essere causato da problemi di salute, sia emotivi che fisici. La depressione o lo stress, così come molti farmaci, possono diminuire la libido. Potresti anche scoprire che la tua libido non corrispondeva all’inizio o che non sei mai “dell’umore giusto” allo stesso tempo.

In alcuni casi, un matrimonio senza sesso può essere invece una scelta consapevole, magari da parte di partner asessuali o che hanno scelto l’astinenza volontaria.

Astinenza sessuale: chi la subisce, chi la desidera e chi se la guadagna

Come uscire da un matrimonio bianco?

Un matrimonio senza sesso può sopravvivere, ma la condizione necessaria è che entrambi i partner siano a proprio agio. Se un partner desidera il sesso ma l’altro non è interessato, la mancanza di sesso può portare a una diminuzione dell’intimità e della connessione, oltre che a sentimenti di risentimento che possono trasformarsi in una scusa per l’infedeltà.

Anche nei casi in cui tutti i partner sono sulla stessa lunghezza d’onda – entrambi hanno scarso desiderio sessuale, c’è una distanza fisica o una condizione medica che causa la mancanza di sesso – la coppia deve essere vigile nel creare intimità in altri modi.

Nel primo caso, invece, lavorare per ripristinare la passione e l’intimità è fondamentale; spesso un matrimonio senza sesso sopravvive solo perché i partner si convincono che sia normale e devono ignorare il proprio malessere o, peggio, cercare di soddisfare il proprio desiderio altrove alle spalle del partner.

Il primo passo è la comunicazione: parlare con il partner e spiegare i propri sentimenti riguardo alla mancanza di sesso per quanto difficoltoso è un passaggio necessario per poter ritrovare l’intimità. Insieme, è possibile cercare di recuperare contatto e romanticismo attraverso una serie di attività (di coppia o individuali) o parlando con qualcuno che possa aiutarvi a ritrovarvi.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!