Sarebbe sicuramente magnifico avere la possibilità di rileggere ciò che magari si pensava un mese, un anno o 10 anni prima: se si avesse l’opportunità di ricevere una lettera o una mail proprio da sé stessi del futuro a distanza di molto tempo, probabilmente la sensazione sarebbe quella di vedersi recapitare un testo scritto quasi da un estraneo, o da un perfetto sconosciuto. 

Sicuramente di forte impatto emotivo e psicologico, una mail al sé del futuro rappresenta un’ottima idea poiché apre la mente a nuovi contesti, dona una forte carica emotiva e invita a riflettere in maniera profonda non solo sul proprio ego, ma anche su quelli che possono esserne gli obiettivi a breve e lungo termine.

Oggi fortunatamente la possibilità di scrivere una mail a sé stessi del futuro esiste ed è davvero concreta: servizi quali quelli offerti dalla piattaforma FutureMe.org permettono di programmare e temporizzare una mail scritta di proprio pugno e indirizzata a sé in modo facile e veloce, permettendo di vivere un’emozione intensa, compiendo una sorta di ricerca introspettiva, quasi di carattere terapeutico. 

Cosa comporta scrivere una mail a sé stessi del futuro?

Cosa dovrebbe tuttavia comportare la scrittura di una lettera o di una mail indirizzata a sé stessi? Per quanto l’idea possa sembrare inusuale, tale atto può sicuramente aiutare a riflettere, a pensare di più a sé stessi e alla propria vita in maniera autocritica e più obiettiva, inducendo a pensare a cosa funziona e cosa andrebbe cambiato della propria esistenza. Scrivere, in generale, rappresenta un notevole aiuto per fare chiarezza nella propria mente, definendo quelli che possono essere i propri obiettivi personali: il fatto di focalizzare l’attenzione su sé stessi, non fa altro che potenziare gli effetti, agevolando la pratica introspettiva.

Perché scrivere una mail a sé stessi del futuro?

Vi sono dunque innumerevoli motivi che portano a pensare che scrivere una mail a sé stessi del futuro rappresenti qualcosa di terapeutico ed estremamente benefico: pensare e scrivere infatti non è certo la stessa cosa, proprio perché per natura, il mondo dei pensieri è sovente poco definibile. Talvolta si pensa una cosa e solo più tardi tale pensiero tende a perdere i propri contorni, fino a diventare confuso e nebuloso o addirittura a sparire tra i meandri della mente. Scrivere consente di chiarire i propri pensieri in maniera chiara, rafforzata, netta e cristallina. 

Focalizzarsi su sé stessi è al contempo una pratica di autoanalisi particolarmente utile: spesso assorbiti dal quotidiano, si tende a dedicare a sé stessi o a come ci si sente, sempre troppo poco tempo. Rivedere e rivalutare quanto compiuto, mettendolo per iscritto, permette di comprendere a fondo le proprie scelte, così come le situazioni vissute: investire una maggiore comprensione verso i propri atteggiamenti e quelli condivisi con gli altri consente di modulare i lati del proprio carattere che necessitano di essere smussati, valorizzando invece i punti di forza. In ultimo, scrivere una mail a sé stessi ha il merito di risultare premiante: quando si riflette su ciò che si è riusciti a portare a compimento, è sicuramente più facile riconoscere i propri meriti, promuovendo in tal modo la propria autostima come una sorta di self help.

Indipendenza emotiva: perché (e come) dovresti coltivarla per essere felice

Come scrivere una mail a sé stessi del futuro

La pratica del cimentarsi nella scrittura di una mail rivolta sé stessi del futuro arriva dalla psicologia e dalla psicoterapia: per metterla in atto è sufficiente seguire alcune semplici indicazioni che renderanno tale atto, del tutto simile ad una vera e propria autoterapia:

  • È fondamentale in primis scrivere come se ci si guardasse dall’esterno, rivolgendosi a sé stessi come se si stesse scrivendo ad un altro soggetto, meglio ancora se estraneo.  
  • Occorre poi proseguire facendo una riflessione sul proprio stato d’animo, descrivendolo in maniera accurata e quanto più possibile precisa, mettendo su carta le proprie emozioni, senza alcun tipo di censura. 
  • Qualora lo stato d’animo in quel momento appaia particolarmente negativo, quando ad esempio si tende a soffrire di disregolazione emotiva, è necessario elencare le motivazioni per le quali risulta inutile stare a crogiolarsi in tali sensazioni, questo al fine di evitare di creare inutili alibi e giustificazioni che costituirebbero inevitabilmente un’abitudine poco salutare e tutt’altro che motivante, specie in caso di ipersensibilità emotiva. Una lettera a sé stessi del futuro deve al contrario infondere ottimismo e positività, stimolando al cambiamento e alla crescita personale.
  • Necessario è poi focalizzare la propria attenzione sul percorso personale intrapreso, ricordando tutti i traguardi perseguiti così come le proprie vittorie personali: questo è fondamentale perché generalmente si tende a non porre sufficiente attenzione a quanto di positivo è stato compiuto.
  • È doveroso dedicare qualche riga anche al ricordo di ciò che di buono è stato fatto per gli altri, così come all’aiuto ricevuto dalle persone incontrate nella propria vita nei momenti di necessità, per poi concludere la mail, ponendo un augurio a sé stessi, accompagnato da propositi e obiettivi che si intende perseguire, sia sul breve che sul lungo periodo. 

Una lettera a sé stessi del futuro rappresenta un’autentica scrittura terapeutica: qualora si scelga di praticarla con regolarità, se ne possono constatare tangibili benefici a livello psicologico, poiché proprio scrivendo è possibile esprimere ed esternare in totale libertà i propri stati d’animo, acquisendo una maggiore consapevolezza delle proprie sensazioni, e imparando in tal modo a gestirle di conseguenza, sempre in maniera positiva e propositiva.

Questo costituisce un passo importante a cui sono destinati a seguirne altri. Al contempo poter rileggere e in un certo senso rivivere, ciò che di positivo e importante è stato compiuto, così come quanto è stato fatto a sostegno degli altri, permette di acquisire una maggiore fiducia in sé stessi così come nel proprio futuro. Ecco perché inviare una mail o una lettera a sé stessi del futuro rappresenta un atto d’amore tanto importante: riguardando ciò che si è stati e che si è oggi, è possibile rendersi conto delle preziose risorse che ognuno possiede e che possono aiutare ad affrontare al meglio ogni singolo giorno della propria vita.

Articolo originale pubblicato il 22 Dicembre 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!