Piante in casa: perché fanno bene e quali sono quelle che purificano l'aria

Le piante in casa non hanno solo un ruolo ornamentale, anzi: possono aiutarci a depurare l'aria che respiriamo. Scopriamo insieme quali scegliere e perché!

Non importa che abbiate il pollice verde o il pollice nero, che viviate in un piccolo appartamento o in una mega villa: non c’è ragione per privarsi delle piante in casa.

Lungi da essere semplici elementi d’arredo, le piante riescono a trasformare ogni spazio, aiutandoci anche a depurare l’aria che respiriamo. Il segreto? Scegliere quelle giuste e sapere bene come disporle e curarle.

Piante in casa: perché fanno bene?

Le piante da interni sono un importante elemento di arredo, capace di dare movimento e colore a tutti gli ambienti. Il loro ruolo, però, non è puramente ornamentale: non solo attraverso la sintesi clorofilliana riescono a produrre l’ossigeno che respiriamo, ma possono rappresentare anche dei veri e propri filtri che depurano l’aria delle nostre case.

Inoltre, non solo riescono ad attutire i rumori ma sono una fonte di energia positiva e prendersene cura può rappresentare un ottimo metodo per rilassare la mente, non solo grazie ai sentimenti positivi di cura e affetto ma, soprattutto, aiutando a ridurre lo stress e l’ansia.

5 Motivi per Tenere in Casa un Tronchetto della Felicità!

Piante in casa: come e dove disporle

La disposizione delle piante in casa dipende innanzi tutto dalla tipologia di ambiente. Prima di correre al vivaio e tornare a casa con un carico di nuove amiche da accudire, quindi, è bene avere già un piano di dove collocarle, partendo da alcune semplici domande:

  • Quanto spazio ho?
  • Voglio uno stile jungle o qualcosa di più minimal?
  • Come è la luce?
  • Posso appenderle o ho delle librerie su cui appoggiarle?
  • Voglio creare uno spazio dedicato – e quindi dar vita a una sorta di giardino interno – o disporle in maniera più diffusa in tutto l’ambiente?
  • Ho un terrazzo/balcone o una veranda?

Una volta risposto a queste domande, so può a pensare alla tipologia, tenendo sempre conto che le piante molto grandi richiedono – ovviamente – spazi maggiori per poter crescere bene, e sono quindi indicate per ambienti spaziosi e arredamento minimal.

Se sei alle prime esperienze, meglio optare per piante più piccole, avendo cura di disporle in modo che abbiano la giusta luce e aria: questo dipende dalla tipologia. Per essere sicuri di non sbagliare, il segreto è avere chiara l’esposizione degli ambienti, così da poter scegliere – facendosi aiutare dal vivaista – le piante che più si adattano agli spazi disponibili.

Le piante da interno più belle

Una volta capito quali sono le piante più adatte allo spazio che vogliamo arredare, è il momento della scelta. Le possibilità sono tantissime e ovviamente variano per ogni singolo caso. Se non sai da dove partire, noi ti consigliamo tre tra le più belle e versatili piante da interno (sì, a prova di pollice nero!).

Sansevieria trifasciata

sansevieria trifasciata piante in casa
Fonte: Pixabay

Cercate una pianta che potete dimenticare di innaffiare per diversi mesi? La “lingua di suocera” fa al caso vostro: in inverno, infatti, va in riposo vegetativo, quindi è meglio non annaffiarla. Inoltre, cresce bene in condizioni di scarsa luminosità e le sue foglie scure bordate di chiaro valorizzano ogni ambiente.

Pothos

pothos piante in casa
Fonte: Pixabay

Ne esistono circa 40 specie, con tantissime tonalità di verde. Estremamente resistente alla siccità, riesce a crescere negli angoli più bui della casa ed è perfetto per la cucina. Ricordate di pulire regolarmente le foglie, con panni umidi o docce.

Aspidistra

aspidistra piante in casa
Fonte: Wikimedia Commons

Nessun appartamento è troppo buio per l’aspidistra, le cui foglie affusolate raggiungono anche 70 cm di lunghezza. Riesce a resistere anche alle basse temperature e non richiede molta acqua. Ha però bisogno del giusto spazio nel vaso, quindi è importante controllare che non sia necessario propagarla.

Le piante che purificano l’aria in casa

Lo abbiamo già detto: le piante in casa non solo solo belle, ma aiutano a combattere l’inquinamento domestico, depurando l’aria che respiriamo. Dalla formaldeide al benzene, passando per lo xilene, infatti, molte sono le sostanze tossiche che – spesso a nostra insaputa – sono presenti ogni giorno negli spazi che abitiamo. Scegliendo le piante giuste è possibile non solo trasformare l’anidride carbonica presente in ossigeno, ma anche neutralizzare le cosiddette “sostanze organiche volatili (VOC)” grazie a degli enzimi detti metilotrofi.

Lingua di Suocera (Sansevieria trifasciata ‘Laurentii’)

La formaldeide è spesso presente nei prodotti per la pulizia, nella carta igienica o nei tessuti, ma anche in in molti dei mobili che acquistiamo. La lingua di suocera è una delle piante più efficaci nel filtrarla e renderla inoffensiva. Inoltre, come abbiamo visto, riesce a crescere anche in condizioni di luce scarsa, quindi può essere sistemata anche in luoghi meno illuminati, come i bagni.

Ficus (Ficus benjamina)

Oltre alla formaldeide, anche il tricloroetilene e il benzene sono spesso presenti nell’aria domestica. Il ficus può aiutarci a eliminarli; attenzione, può essere una pianta sfidante, ma nelle giuste condizioni – una buona esposizione e annaffiatura regolare – può vivere molto a lungo.

Crisantemo (Chrysantheium morifolium)

crisantemi piante in casa
Fonte: pixabay

Non solo le piante a foglia verde possono aiutarci a depurare l’aria: il crisantemo, con i suoi coloratissimi fiori, non solo dà un tocco di colore all’ambiente, ma è un importante alleato per filtrare il benzene presente nei collanti, nelle vernici, nelle plastiche e nei detersivi. Per avere dei fiori rigogliosi, fate attenzione alla collocazione: ha bisogno della luce intensa del sole.

Aloe (Aloe vera)

Tutti la conosciamo l’aloe vera per le proprietà lenitive che si ottengono dal suo estratto, ma questa pianta della famiglie delle succulente, oltre a essere è molto semplice da coltivare, aiuta a eliminare la formaldeide e il benzene presenti nell’aria. Un buon posto per collocarla? Una finestra ben illuminata in cucina!

Azalea (Rhododendron simsii)

azalea piante in casa
Fonte: Pixabay.com

Un’altra pianta coloratissima che ci aiuta a filtrare la formaldeide. Le azalee hanno un’alta capacità filtrante, che sembra essere addirittura maggiore con la giusta esposizione: scegliete un luogo fresco, ma ben illuminato.

Piante in casa: come curarle e a cosa fare attenzione

Quando si parla di cura delle piante in casa, ognuna è una storia a sé. È fondamentale conoscere il tipo di esposizione, di quanta luce hanno bisogno e la regolarità, l’intensità e la modalità con cui vanno annaffiate. Non solo, è importante sapere se necessitano di essere pulite, ogni quanto – e se – travasarle e quali accorgimenti è necessario utilizzare a seconda delle stagioni.

Il segreto è farvi dare un vademecum con tutte le istruzioni al momento dell’acquisto, così saprete come prendervene cura nel modo corretto e assicurare la massima longevità. In alternativa, potete regalavi un libro, un piccolo corso di giardinaggio o seguire, ad esempio, i consigli de I Giardini di Ellis, che sul suo canale YouTube interamente dedicato alle piante da interni non solo dà tantissime indicazioni su quali piante scegliere, anche per dummies, ma anche su come prendersene cura nel modo corretto.

Visualizza questo contenuto su

Articolo originale pubblicato il 9 Luglio 2021

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!