False amicizie: come riconoscere 7 tipi di ipocriti - Roba da Donne

Chi trova un amico, trova un tesoro. Questo proverbio, semplice nella sua essenzialità eppure così esaustivo, è sufficiente per descrivere la preziosità di un’amicizia sincera.

Chi sente di avere degli amici, sa che grazie a loro la propria vita è in grado di acquistare un sapore migliore: con un amico ci si sente di poter dire tutto, di fare affidamento, di trovare in lui un sostegno qualora imperversi una situazione critica.

Wine Country: perché l'amicizia è più preziosa dell'amore

Però si sa: nel vasto mare delle reti sociali, si ha la possibilità di incontrare una grande varietà di persone. E proprio come in mare, è facile ogni tanto imbattersi negli squali, in ipocriti doppiogiochisti in grado di intrecciare relazioni tossiche con il primo malcapitato sotto tiro.

Come riconoscere le false amicizie: i 7 tipi

false amicizie
Fonte: Наталия Котович da Pexels

Nella maggior parte dei casi, gli ipocriti puntano a “vittime” ben precise, con un temperamento pacifico che li porta a evitare il più possibile scontri e discussioni. È anche vero che il più delle volte il carnefice, il quale potrebbe essere precipitosamente etichettato come subdolo e machiavellico, nasconde un carattere estremamente insicuro, che cerca continuamente di nascondere sminuendo gli altri.

La maggior di noi ha avuto la necessità di fronteggiare almeno una volta una di queste persone: per questo vi mostriamo una lista di 7 tipologie di falsi amici che voi stessi potreste aver incontrato. E in cui potreste rischiare di imbattervi nuovamente.

1. L’ arrampicatore sociale

Ovvero quella persona che approfitta del prestigio di qualcuno per fare carriera e ottenere più visibilità.
Per questo è più frequente trovarla a scuola (quando si cerca l’amicizia dello studente più popolare) o sul luogo di lavoro, dove la concorrenza può essere spietata.

2. L’amico che c’è e non c’è

È facile spalleggiare qualcuno quando tutto va a gonfie vele. Ma quando ci si trova in un periodo buio, l’amico vero manifesta la sua vicinanza soprattutto in questi momenti di difficoltà.
Come riconoscere subito un falso amico? Quando questo sparisce magicamente nel periodo in cui avremmo maggior bisogno del suo sostegno. Non esitate a dargli un assaggio della sua stessa medicina: tagliate i contatti il prima possibile.

3. Il criticone

Un amico vero può discutere apertamente sui tuoi sbagli, ma allo stesso tempo non mancherà di riconoscere in te le migliori qualità che lo hanno portato a renderti parte della sua vita.
Una persona che ti critica e basta non solo è logorante per l’autostima, ma a lungo termine può portarti a pensare la cosa peggiore di tutte: che tu sei sbagliato, e che lui sia l’unico che in qualche modo possa migliorarti.

Perché la fine di un'amicizia è peggio della fine di un amore

4. L’invidioso

L’invidia è una brutta bestia, ma è anche il sentimento più umano che esista.
Tuttavia, se hai a che fare con qualcuno che ti sminuisce in continuazione solo perché invidioso, faresti bene a troncare con lui il prima possibile. È dannoso per la tua serenità.

5. Quello che ti augura il meglio (ma non troppo)

falsa amicizia
Fonte: Foto di Pixabay da Pexels

È quella persona che di facciata dimostra di appoggiarti, ma dentro di sé prova il desiderio che tu fallisca.
Si tratta di una caratteristica molto subdola e difficile da riconoscere, ma tipica delle persone con un’autostima quasi inesistente.
Continuare per la propria strada e infischiarsene (vero, magari fosse così facile) è il primo passo per non lasciarsi travolgere dalla sua negatività.

6. L’amico/rivale

Comunissimo e immediatamente riconoscibile: possiedi un particolare oggetto? Lui deve averne uno più bello. Hai ottenuto un buon risultato a un test? Ebbene, lui sarebbe disposto a fare carte false per ottenere meglio di te.
Un vero e proprio persecutore, con cui alla lunga diventa impossibile persino condividere i momenti quotidiani, poiché qualsiasi cosa può trasformarsi in una competizione.

7. Il manipolatore

Probabilmente il tipo peggiore in assoluto: per raggiungere i suoi fini, non esiterebbe a giocare le carte del vittimismo o del ricatto emotivo. È anche quello con cui è più difficile troncare i rapporti, proprio per la sua abilità di rigirare la situazione a suo piacimento e di farti sentire colpevole.
Riuscire ad allontanarsi da queste figure sarà un grande traguardo, col risultato che ne guadagnerete in serenità… e lucidità mentale.

Manipolatore affettivo: come riconoscerne uno in tempo e non farsi fregare

Articolo originale pubblicato il 19 Marzo 2020

La discussione continua nel gruppo privato!