Festa del papà: come è nata e quando si festeggia - Roba da Donne

Com'è nata la Festa del papà e perché si festeggia il 19 marzo?

Il ruolo dei padri nella famiglia è da sempre importante, e nell'ultimo secolo è stata istituita una festa in loro onore. Vediamo le origini e le tradizioni nel mondo della Festa del papà.

In Italia si festeggia a marzo, da altre parti la data cambia, ma in molti Paesi del mondo si festeggia il papà. La Festa del papà è un’occasione per celebrare la figura paterna, di grande importanza nelle famiglie e per i figli.

Ma quali sono le origini di questa festa? Vediamo insieme come è nata l’idea di festeggiare i papà, e la storia che ha portato alla scelta della data da noi e all’estero.

Festa del papà: qual è la data in Italia?

Nel 1968 in Italia è stata ufficializzata la Festa del papà, e da allora la ricorrenza ricade ogni anno. La ricorrenza cade il 19 marzo, giorno scelto soprattutto per motivi religiosi. Nel calendario della Chiesa cattolica si celebra in questo giorno San Giuseppe, padre putativo di Gesù e che nell’immaginario cristiano rappresenta la figura paterna, simbolo di una giornata nella quale celebrare tutte le figure paterne, che nelle famiglie e nella crescita dei figli svolgono un ruolo importante.

Esistono diverse tradizioni in Italia legate alla Festa del papà in onore a San Giuseppe. Una di queste è quella di consumare le zeppole, delle tipiche frittelle, in ricordo della storia della fuga dall’Egitto. Pare infatti che, per mantenere la famiglia durante quel periodo, Giuseppe iniziò a realizzare e vendere frittelle.

Un’altra tradizione è quella del falò: dal momento che San Giuseppe coincide con la fine dell’inverno, la festa si è sovrapposta ai riti di purificazione agraria e preparazione delle coltivazioni.

Storia e origini della Festa del papà

festa del papà
Fonte: Web

La tradizione di onorare San Giuseppe ha origini antiche, tanto che deriva dall’Alto Medioevo nelle Chiese orientali, e si diffonde in Occidente a partire dal Trecento. Fu tuttavia nel 1479 che Papa Sisto IV inserì la festa nel calendario romano. Da allora il 19 marzo si celebra San Giuseppe, che durante il 19° secolo diventò santo patrono di diversi Paesi, non solo europei, di fede cattolica, come ad esempio il Messico, il Canada e il Belgio.

Fu proprio nel 1871 che la Chiesa cattolica proclamò San Giuseppe protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa. Il 19 marzo, in occasione di questa celebrazione, era considerato festivo anche nell’ambito civile, fino a che fu soppresso con la legge n.54 del 5 marzo 1977. A questo proposito, è bene ricordare che esiste un’altra data dedicata a San Giuseppe Artigiano, il 1° maggio, la festa dei lavoratori.

Festa del papà: quando si festeggia all’estero?

In altri Paesi la Festa del papà si festeggia in estate, più precisamente ricorre la terza domenica di giugno. Ad esempio questo accade in Francia, Ungheria, Olanda e Perù, dove i papà sono festeggiati dai bambini con cioccolatini, lavoretti e segni di affetto. Questa scelta deriva dagli USA, dove questa festa è molto sentita grazie a un episodio di fondamentale importanza. Il merito per l’istituzione di questa festività va a Sonora Smart Dood, una ragazza ventiseienne della cittadina di Fairmont in West Virginia.

Nel 1910 Sonora si impegnò per vedere ufficializzata una data per celebrare anche i padri, così come si faceva con le madri. La storia racconta che l’idea le venne proprio durante un sermone in chiesa in occasione della Festa della mamma. Il 19 giugno 1910 si celebrò il primo Father’s Day: Sonora scelse questa data perché era il compleanno di suo padre, un veterano della guerra di secessione che aveva cresciuto sei figli da solo, dopo la tragica morte della moglie.

Dopo che nel 1924 il presidente degli Stati Uniti Coolidge propose che la Festa del papà diventasse nazionale, fu istituita la terza domenica di giugno la festa ufficiale nel 1966, firmata dal presidente Johnson. In Russia invece la Festa del papà cade il 23 febbraio, che corrisponde con la “Festa dei difensori della patria”. E ancora in Germania si festeggia 40 giorni dopo la Pasqua e prende il nome di Männertag, “giorno degli uomini”.

In Danimarca la Festa del papà è il 5 giugno, collegata al Giorno della Costituzione. Gli abitanti della Thailandia festeggiano i papà invece il 5 dicembre, compleanno del Re Rama IX, considerato il “padre della patria”. In questo giorno, i figli portano a nonni e papà un fiore di Canna in segno di rispetto e virilità. Mentre in Australia la prima domenica di settembre i padri godono di sconti e offerte in molti negozi, e nella regione di Victoria è molto sentita la tradizionale gara di “Padre della Comunità Locale”.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...