logo
Stai leggendo: Cos’è la serendipità, ovvero il segreto per essere felici nella vita e in amore

Cos'è la serendipità, ovvero il segreto per essere felici nella vita e in amore

Con il termine serendipità si intende una scoperta o idea fortuita e felice, che avviene in modo casuale, senza cercarla. Vediamo di cosa si tratta e come favorire la serendipità per essere felici.

La serendipità è una felice scoperta o idea che avviene per caso, in modo fortuito e accidentale o mentre si sta cercando altro. Questo fenomeno può capitare a tutti almeno una volta nella vita. Ne esistono molti casi anche nella storia e nelle scoperte scientifiche più importanti. Pensiamo ad esempio a Cristoforo Colombo che ha scoperto l’America cercando le Indie, o alla scoperta della penicillina di Fleming analizzando una coltura batterica per altri scopi scientifici.

Il termine serendipità è stato coniato nel Settecento nella sua accezione inglese serendipity dallo scrittore Horace Walpole, dopo aver letto una fiaba persiana chiamata Viaggi e avventure dei tre principi di Serendip. La storia, tradotta per la prima volta dall’italiano da Cristoforo Armeno, racconta delle avventure di tre personaggi sull’Isola di Serendip, l’antico nome dello Sri Lanka, che riescono a destreggiarsi e risolvere problemi in modo assolutamente casuale e fortuito.

Il termine fa parte ormai del nostro dizionario, per identificare soprattutto le idee in ambito lavorativo e la nascita delle storie d’amore. La cultura popolare associa infatti spesso questa parola al film Serendipity (in italiano Quando l’amore è magia) nel quale i due protagonisti si innamorano incontrandosi in una situazione complicata: il matrimonio di lui con un’altra donna. Ma ci sono anche uffici e scuole, come la Tag Innovation School, che puntano molto sullo sviluppo di idee e innovazioni attraverso scoperte casuali, creando ambienti in cui favorire la serendipità nei dipendenti.

Serendipità: cosa la favorisce

serendipità
Fonte: Web

La serendipità è un fatto casuale, ma cosa la favorisce? Alcuni aspetti caratteriali e comportamentali di una persona possono influire sulle probabilità di incorrere in una serendipità. La regola fondamentale è fare e pensare il più possibile. Elementi fondamentali che favoriscono la serendipità sono la curiosità e la voglia di fare. Come si dice: la fortuna aiuta gli audaci. Muoversi, spostarsi e viaggiare rende possibile scoprire cose nuove che possono sorprendere. Chi non ha voglia di visitare luoghi sconosciuti, conoscere nuove persone e non ha curiosità ha meno probabilità che il caso gli presenti una serendipità.

Inoltre, chi non è completamente soddisfatto dalla propria vita ha più possibilità di cercare qualcosa di nuovo che lo renda felice e di trovarlo in modo inaspettato. Serve anche un pizzico di leggerezza di spirito: non significa essere superficiali, ma essere capaci di non soffermarsi a riflettere su ogni cosa da fare e ogni scelta, perché spesso le scoperte migliori avvengono senza premeditazione.

È fondamentale godersi con lentezza la vita, distrarsi e guardarsi intorno. Le cose inaspettate non si possono vedere se si guarda solo la strada, o se si guarda il cellulare, o si corre da una parte all’altra senza godersi il tragitto. E non da meno, circondarsi di persone diverse da se stessi, che favoriscono un pensiero più laterale e possono far nascere quell’idea che non si sapeva di avere in testa.

La serendipità ci rende felici?

Molto speso la serendipità viene collegata all’amore e alle relazioni. C’è un’aura di magia intorno alle storie d’amore che nascono all’improvviso nei luoghi in cui ti trovavi per motivi completamente diversi dal trovare l’anima gemella. Si pensa infatti che le storie d’amore nate in situazioni impreviste siano le più felici e abbiano più possibilità di durare.

Questo accade perché affinché possa avvenire una scoperta positiva, una persona libera la mente dagli schemi e si lascia sorprendere dalle cose che altrimenti non noterebbe nemmeno, che spesso sono quelle che la rendono felice. Non è la serendipità in sé a essere portatrice di felicità, poiché in realtà si tratta solamente di fare una scoperta casuale. Ciò che rende davvero felici è ciò che ha portato alla scoperta: aprire gli occhi, godersi ogni attimo della vita, saper cogliere le occasioni e le opportunità, e soprattutto, saper trovare il bello e la gioia negli imprevisti.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...