diredonna network
logo
Stai leggendo: Belen Piange per Mancanza di Lavoro: Nessuno la Cerca Più

Come funziona la pianta mangiafumo?

"Nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia": la forza dell'amore di quest'uomo

L'uomo affida messaggi d'amore in bottiglia al mare: va a finire così

Shannen Doherty, selfie con i capelli: "Mi sento di nuovo donna"

Greta e Marta, da "coppia d'oro" dello sport alle molestie fino all'accusa di stalking

Dimmi come porti la borsa e ti dirò chi sei

Oroscopo dal 17 al 23 agosto - Come sopravvivere alle stelle

Selenza Gomez: "Ero rotta dentro. Ecco come la terapia ha cambiato la mia vita"

J-Ax intervista Fedez: "Ho provato tutte le droghe, tranne l'eroina"

Quando Reeva scrisse a Pistorius: "A volte mi fai paura" e quelle parole di lui

Belen Piange per Mancanza di Lavoro: Nessuno la Cerca Più

Dagospia non perde tempo e dona lo scoop di una Belen in crisi, senza lavoro. Pure le bellissime piangono.
(foto: Web)
(foto: Web)

Belen è Belen.
Belen fa sempre parlare di se e di tutto quello che la circonda.
Pare però non essere un periodo proprio d’oro per la showgirl più chiacchierata di sempre.
Secondo un’indiscrezione di Alberto Dandolo per Dagospia, Belen è stata vista piangere a dirotto con un’amica, sfogandosi della sua situazione lavorativa che non è proprio delle più rosee.

“Belin Belen è in crisi d’astinenza! Da video. La showgirl argentina pochi giorni fa è stata avvistata in un bar in zona Corso Como in compagnia di un’amica piangere a dirotto. La causa? La mancanza di lavoro in tv. Oltre al suo ruolo di mera comparsa nella trasmissione della Sanguinaria “Tu sì que vales” Belen è stata infatti completamente tagliata fuori dai giochi televisivi. Inoltre a Milano tutti gli addetti a “livori” la chiamano “la signorina Flop”. Un flop è stato il suo programma sulla bellezza andato in onda su Italia 1, ha floppato il suo libro “Bella Belen” (10 mila copie rimaste invendute) e il suo ultimo film dal titolo “Non c’è 2 senza te” ha incassato solo 55mila euro a fronte di un finanziamento pubblico (pensa te!) di 200 mila”

Insomma.
Anche le bellissime piangono.
Anche le bellissime si trovano disoccupate.
Un sospiro di sollievo che non ci fa sentire, come sempre, le ultime ruote del carro.