diredonna network
logo
Stai leggendo: Belen Piange per Mancanza di Lavoro: Nessuno la Cerca Più

La scienza ha definito il numero massimo di ore lavoro al giorno per essere produttivi

Oroscopo dal 23 al 29 marzo - Come sopravvivere alle stelle

H&M primavera/estate 2017: scoprite con noi la nuova collezione!

Il Paese più felice del mondo non è più la Danimarca? E l'Italia a che posto è?

Disegna il tuo papà!? Il risultato è sorprendente (e dolcissimo)

Oroscopo dal 16 al 22 marzo - Come sopravvivere alle stelle

Divorziano dopo 19 anni: lui le invia questi fiori con questo biglietto

Dal satanismo al sesso: la bufala dei messaggi subliminali di Art Attack

Questa è la proposta di matrimonio più bella del mondo

Selfie con il morto: "With me", l'app che ti permette di essere accanto a chi non c'è più

Belen Piange per Mancanza di Lavoro: Nessuno la Cerca Più

Dagospia non perde tempo e dona lo scoop di una Belen in crisi, senza lavoro. Pure le bellissime piangono.
(foto: Web)

Belen è Belen.
Belen fa sempre parlare di se e di tutto quello che la circonda.
Pare però non essere un periodo proprio d’oro per la showgirl più chiacchierata di sempre.
Secondo un’indiscrezione di Alberto Dandolo per Dagospia, Belen è stata vista piangere a dirotto con un’amica, sfogandosi della sua situazione lavorativa che non è proprio delle più rosee.

“Belin Belen è in crisi d’astinenza! Da video. La showgirl argentina pochi giorni fa è stata avvistata in un bar in zona Corso Como in compagnia di un’amica piangere a dirotto. La causa? La mancanza di lavoro in tv. Oltre al suo ruolo di mera comparsa nella trasmissione della Sanguinaria “Tu sì que vales” Belen è stata infatti completamente tagliata fuori dai giochi televisivi. Inoltre a Milano tutti gli addetti a “livori” la chiamano “la signorina Flop”. Un flop è stato il suo programma sulla bellezza andato in onda su Italia 1, ha floppato il suo libro “Bella Belen” (10 mila copie rimaste invendute) e il suo ultimo film dal titolo “Non c’è 2 senza te” ha incassato solo 55mila euro a fronte di un finanziamento pubblico (pensa te!) di 200 mila”

Insomma.
Anche le bellissime piangono.
Anche le bellissime si trovano disoccupate.
Un sospiro di sollievo che non ci fa sentire, come sempre, le ultime ruote del carro.