diredonna network
logo
Stai leggendo: Solidarietà: Come Aiutare i Poveri Riciclando le Saponette degli Hotel

Cacciata dalla piscina per il costume che indossa, il fidanzato si sfoga su Facebook

"Cosa mi ha insegnato il suicidio di mia mamma"

Da Chiara Ferragni a Mila Kunis: brutta bestia l'invidia dei frustrati

Giurarsi amore eterno con gli anelli con le impronte digitali

Il capo lo manda a casa perché indossa i pantaloncini a lavoro: la risposta di questo ragazzo è semplicemente epica!

Arriva la notte di San Giovanni: 6 riti per trovare l'amore e scoprire chi sposerai

Il rimedio giusto all'allergia da fieno? È... il gin tonic! Lo dice la scienza

Meryl Streep: "Ho giurato che non avrei chiesto mai soldi a un uomo"

Oroscopo dal 22 al 28 giugno - Come sopravvivere alle stelle

Eros e Marica hanno ben due anniversari di nozze e... doppia dedica social

Solidarietà: Come Aiutare i Poveri Riciclando le Saponette degli Hotel

Vi siete mai chiesti che fine facciano le saponette semi-utilizzate degli alberghi? Vi siete mai posti il problema che tutto questo è un enorme spreco? Ecco che qualcuno ha pensato a come porre rimedio e aiutare le persone in difficoltà.
(foto: Web)
(foto: Web)

Vi siete mai chiesti dove finiscono le saponette degli hotel, utilizzate magari giusto un paio di volte per lavarsi le mani?
E non avete mai pensato che tutto questo spreco può essere evitato?
Un’associazione no profit degli U.S.A. si è posta questa domanda ed è riuscita a mettere insieme una rete di 4000 alberghi con l’obiettivo di raccogliere i saponi poco utilizzati, dar loro una nuova vita e aiutare un po’ di gente.

La mente è Shawn Seipler, un ex dipendente di un’azienda informatica americana, che anni fa in una delle notti passate in albergo ebbe l’idea di chiedere che fine facessero le saponette una volta liberata la camera.

“Mi dissero che semplicemente le buttavano assieme ai rifiuti. Questo mentre nei paesi in via di sviluppo migliaia di persone muoiono ancora oggi per malattie che potrebbero essere prevenute con un semplice accesso ai più basilari prodotti igienici”.

Da quel giorno è iniziato il progetto, partendo da un garage in Florida con alcuni amici.
L’associazione si chiama “Clean the World” e dal 2009 ad oggi ha tre centri di riciclo su scala industriale a Las Vegas, Orlando e Hong Kong.

L’associazione ha consegnato ad oggi 25 milioni di saponette in 99 paesi. Seipler ora vuol passare allo step successivo, provando a riciclare dagli hotel le boccette di shampoo.
Bravissimo!
Speriamo arrivi presto anche da noi!