diredonna network
logo
Stai leggendo: Arriva la Scarpa per fare i Selfie, l’ultima trovata di cui potevamo fare a meno

Il tuo account Instagram potrebbe dire molto sulla tua salute mentale

Oroscopo dal 2 all'8 marzo - Come sopravvivere alle stelle

L'eutanasia e il rispetto per la vita: finalmente dj Fabo è morto, ora lui è libero, noi no

Sai perché i camici dei medici sono verdi o blu?

Trench: storia di un capo senza tempo!

Chris, 31 anni, dice addio alla sua migliore amica di 89: il post diventa virale

Calzedonia Costumi 2017: tutte le novità della nuova collezione estiva!

Ecco cosa vuol dire quando trovate del liquido sopra al vostro yogurt

Hater, l'app che ti fa incontrare le persone che odiano le cose che detesti anche tu

Le commoventi parole di questo papà: "Ecco perché prendo ancora i fiori per la mia ex moglie"

Arriva la Scarpa per fare i Selfie, l’ultima trovata di cui potevamo fare a meno

È questa l'ultima frontiera dell'autoscatto, una scarpa in grado di scattare selfie perfetti. Sempre se avete davvero il coraggio di indossarla. Follia o pesce d'aprile?
Foto: Web

Se pensavate di aver visto tutto con il Selfie-Hat, il cappello per scattare selfie perfetti, ebbene dovete ricredervi.

Dopo che i bastoni da selfie sono stati di recente vietati in molti musei, arriva l’innovativa (o forse meglio dire “esagerata“) invenzione che rivoluzionerà i selfie nell’universo femminile.

Sembra follia e invece e realtà. Miz Mooz, un famoso brand di calzature newyorkese, ha annunciato il lancio di un paio di scarpe studiate appositamente per scattarsi i selfie.

Una novità che forse farà impazzire le fashion blogger?!

Foto: Web

L’utilizzo è molto semplice ed intuitivo, basta infilare lo smartphone sulla punta della scarpa dove è stato creato un apposito slot, slanciare con entusiasmo (e soprattutto “coraggio“) la gamba in aria, mantenere l’equilibrio e scattare la foto grazie ad un apposito sensore posto all’interno della calzatura.

Un vero problema se si indossa una gonna o peggio ancora una minigonna.

Foto: Web

Ma avevamo davvero bisogno di questo? Noi speriamo vivamente in un pesce d’aprile, anche se l’azienda giura che questa invenzione non ha nulla a che fare con 1° aprile.

Che poi diciamoci la verità: sono davvero bruttine, non trovate?