diredonna network
logo
Stai leggendo: Scoperta la più grande stella mai vista

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Capodanno cinese: inizia l'anno del Gallo. Tu di che segno sei?

Cosa rivela la forma del tuo piede su di te

Ecco perché migliaia di ovetti sorpresa sono naufragati su questa spiaggia tedesca

Grazia per Jacqueline, la donna che uccise il marito che la picchiava e violentava le figlie

Quando (e dove) ci dà fastidio essere toccati: le zone off-limits del nostro corpo

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno. Ecco perché... è una bufala

Come in "Ritorno al futuro": le scarpe che si allacciano da sole

"Streghe": è in arrivo un prequel della serie?

Pasta di sale: la ricetta ideale per creazioni e decorazioni fai da te

Scoperta la più grande stella mai vista

Scoperta una delle stelle più grandi mai viste. E' 1.300 volte più grande del Sole e ha una temperatura di 5.000 gradi.
foto_0000000920140312134742

 

Un gruppo di ricercatori dell’Osservatorio francese della Costa Azzurra, attraverso il telescopio Vlti (Very Large Telescope Interferometer) ha scoperto la stella HR5171A, la stella gialla mai scoperta e una delle stelle più grandi finora note.

La stella è stata scoperta attraverso una tecnica particolare, l’interferometria, combinando la luce racconta da piccoli telescopi in modo da ottenere la visione equivalente a un telescopio dal diametro teorico di circa 140 metri.

HR5171A ha un diametro che supera 1.300 volte quello del sole e una temperatura in superficie di circa 5.000 gradi e fa parte di un sistema solare doppio ovvero ha una stella compagna così vicina da entrare quasi in contatto.

“HR5171A e la sua compagna sono così vicine che quasi si toccano e l’intero sistema assomiglia a una gigantesca arachide”

Gli astronomi hanno scoperto che la stella compagna, la più piccolina è leggermeonte più calda e compie una rivoluzione intorno alla grande HR5171A ogni 1.300 giorni, quindi ogni circa 4 anni.

“‘La presenza della stella più piccola è molto significativa in quanto può avere un’influenza sulla sorte di HR5171A, per esempio strappandole gli strati esterni e modificandone l’evoluzione”.