diredonna network
logo
Stai leggendo: Paraplegica per la vita: spinta dalla finestra dalla sua gemella

Chris, 31 anni, dice addio alla sua migliore amica di 89: il post diventa virale

Ecco cosa vuol dire quando trovate del liquido sopra al vostro yogurt

Hater, l'app che ti fa incontrare le persone che odiano le cose che detesti anche tu

Le commoventi parole di questo papà: "Ecco perché prendo ancora i fiori per la mia ex moglie"

Oroscopo dal 23 febbraio all'1 marzo - Come sopravvivere alle stelle

"Quando la tua ex ti scrive una lettera di scuse e tu gliela rimandi corretta" con la penna rossa

Questo hotel ha dedicato la sala da Tè alla Bella e alla Bestia: ecco perché vorrete andarci

Quest'uomo ha speso 80mila dollari in chirurgia plastica per diventare come Britney Spears

Oroscopo dal 16 al 22 febbraio - Come sopravvivere alle stelle

Torna il Nokia 3310, il cellulare indistruttibile della nostra adolescenza!

Paraplegica per la vita: spinta dalla finestra dalla sua gemella

Rimane paraplegica per la vita: a ridurla in queste condizioni una delle sorelle gemelle
(foto:Web)

Louise Defreitas è una giovane donna di 25 anni condannata alla sedia a rotelle per tutta la vita.
A ridurla in questo stato, una delle sue sorelle gemelle, Gillian. È il Mirror a riportare la tragica storia.

(foto:Web)

Quando il padre e l’altra sorella scoprirono che ad aver provocato l’incidente era stata Gilian decisero di bandirla dalla propria vita per sempre. Ora Gillian è stata condannata a otto anni di carcere.

La vicenda risale a qualche anno fa, Gillian spinse giù dalla finestra la sorella gemella, ad un’altezza di sette metri e mezzo. Louise riuscì a sopravvivere, ma fu subito chiaro ai medici che sarebbe rimasta paraplegica per tutto il resto della sua vita.

“Ci sarà sempre un vuoto nella nostra famiglia dove Gillian dovrebbe essere… Per me, lei sarà sempre la mia bambina con il sorriso storto, ma abbiamo dovuto cancellarla dalla nostra vita”.
Gillian chiese perdono a Louise tramite una lettera dal carcere.
Louise non ricorda nulla del giorno dell’incidente, solo il momento del risveglio: Non sentivo niente dalla vita in giù e avevo bisogno di essere continuamente accudita. Non potrò mai perdonare Gillian“.