diredonna network
logo
Stai leggendo: Notizia shock! Vogliono prelevare il 10% dei nostri conti correnti

Disneyland Paris è alla ricerca di... cattivi. Se lo sei, manda il tuo cv

Quei bambini perduti che, ogni anno, spariscono nel nulla

Quello che le influencer non ci dicevano (ma ora sono obbligate)

La Balena Felice e la Pink Whale contro Blue Whale, il gioco del suicidio social

Maturità: 6 trucchi per ricordare quello che si studia

"Ho lasciato che mia figlia cambiasse sesso a 4 anni e ne sono felice": la storia di Kai e di mamma Kimberly

Oroscopo dal 18 al 24 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Cristian Fernandez: il bambino che rischia l'ergastolo

Maturità 2017, ecco le date degli esami e cosa c'è da sapere

Tenta il suicidio l'ex che ha sfigurato Gessica Notaro con l'acido

Notizia shock! Vogliono prelevare il 10% dei nostri conti correnti

ATTENZIONE! Il Fondo monetario internazionale sta per prelevare il 10% dei nostri conti correnti
fonte © AP
fonte © AP

 

Il Fondo Monetario Internazionale pronto a prelevare “temporaneamente” il 10% del risparmio privato nei 15 paesi della zona euro come veicolo per affrontare i problemi di sostenibilità del debito pubblico.

La notizia è stata diffusa dal quotidiano belga L’Echo: la proposta dell’istituto guidato da Christine Lagarde, secondo quanto riportato dal giornale, sarebbe contenuta in un documento intitolato “Proposte del FMI sulla crisi fiscale”. Con all’interno un sottocapitolo della relazione intermedia curata della Agenzia per le tendenze finanziarie (Fiscal Monitor) dal titolo “Un contributo straordinario dalla ricchezza privata”.

La notizia scuote i cittadini di tutta europa e i mercati perché giunge all’indomani di un punto di rottura tra Fmi ed Eurozona, in forte contrasto qu quanto fatto per gestire la crisi greca: una medicina che di fatto ha peggiorato drasticamente la situazione della nazione ellenica. Sconvolgente la dichiarazione fatta da un banchiere:

Pur di non commettere gli stessi errori della Grecia meglio picchiare subito sui correntisti.

 

Il Fondo precisa che non ci sono stati i risultati attesi e le misure imposte in questo biennio di crisi greca non hanno portato ad una riduzione effettiva del debito pubblico. Ragion per cui il Fondo concentrandosi sulla zona euro e sul necessario ritorno dei livelli di debito a condizioni pre-crisi, ammette che l’unica via di uscita sarebbe un taglio ai conti.

Si tratta di una notizia che potrà portare  i cittadini europei ad una sfrenata corsa ai bancomat per prelevare tutto il possibile dai propri conti correnti, così come già accaduto in Grecia e a Cipro prima che le banche stesse rendessero inservibili proprio gli sportelli del cash, bloccandoli per diversi giorni.

fonte: lafucina