diredonna network
logo
Stai leggendo: “Perché ho realizzato per la mia bambina una festa a tema… cacca”

Vampiri energetici: come riconoscerli e imparare a difenderti da loro

"Quando me ne sarò andato": questo padre ha lasciato a suo figlio un messaggio lungo tutta una vita

Oroscopo dal 27 aprile al 3 maggio - Come sopravvivere alle stelle

Dice basta a una dieta da 500 calorie, ma il web la insulta

Oroscopo dal 20 al 26 aprile - Come sopravvivere alle stelle

Perché non dovresti MAI utilizzare questo phon pubblico (né avvicinarti)

La fitness blogger che ha deciso di non depilarsi: "Voglio essere di ispirazione per le altre donne"

Titanic: ma Jack poteva salvarsi sulla porta-zattera con Rose? Ecco la risposta

Vacanze di Pasqua: i 4 compiti di questo maestro elementare

Sai a cosa serve la "tasca" sugli slip da donna? Mistero svelato

"Perché ho realizzato per la mia bambina una festa a tema... cacca"

Perché realizzare una festa a tema principesse quando si può avere una divertentissima festa a tema... cacca? Il compleanno di questa bambina ha fatto il giro del web!

Le bambine vogliono festeggiare il loro compleanno come delle vere principesse. Non vedono l’ora di essere circondate dal rosa e di vestirsi con abitini pieni di glitter. I piatti e i bicchieri devono essere fiabeschi o comunque con la stampa dei loro personaggi preferiti. E la torta? Ovviamente a tema!

Tutte le bambine sono così; tutte tranne Audrey, una bimba bellissima e pimpante che, per il suo terzo compleanno, ha chiesto a mamma Rebecca di realizzarle una festa a tema… cacca! Sì, siamo rimaste sorprese anche noi.

All’inizio Rebecca era contraria e ha provato a suggerirle dei temi un po’ più “da compleanno” ma, secondo quanto rivela la stessa a The Huffington Post, i suoi tentativi sono stati vani e alla fine la cacca ha avuto la meglio!

In conclusione, quindi, Rebecca e il marito hanno deciso di abbracciare la stravagante idea di Audrey dando luogo alla particolarissima festa nel mese di ottobre davanti agli occhi stupiti di grandi e piccini.

Gli ospiti hanno giocato a “centra il water“, un gioco che consiste nel riuscire, con gli occhi bendati, ad attaccare sagome di cacca dentro un water appeso al muro. Gli invitati si sono poi divertiti giocando alla piñata (rigorosamente a forma di emoji-cacca) piena di cioccolata firmata Tootsie RollsHershey’s Kisses (baci al cioccolato); ma la parte migliore è stata sicuramente il costume a forma di cacca gigante di Rebecca (giusto per entrare nello spirito della festa).

Rebecca era pronta a ricevere le critiche dei nonni e non si aspettava di certo tutto il divertimento che, in realtà, c’è stato: la festa a tema cacca ha avuto un enorme successo! La mamma sprint ha dichiarato a Huffington che il party è piaciuto proprio a tutti e spera che gli altri genitori ne trarranno ispirazione.

Secondo la donna, la stravagante festicciola ha incarnato la figlia in molti modi:

Audrey ha senz’altro una personalità tutta sua. Spero che abbia sempre la stessa fiducia che ha adesso. È così divertente ed è la sorella maggiore migliore di tutte.

Ma perché i genitori di Audrey hanno voluto accontentare la sua bizzarra idea? Ecco la dichiarazione di Rebecca:

Credo che, in questi tempi di Facebook e Pinterest, cerchiamo sempre di impressionare gli altri adulti. Ma questa festa non era per me, era per Audrey. Mi piace l’idea che, quando guarderemo indietro e vedremo queste fotografie, potranno rappresentarla nei suoi tre anni – la mia bambina divertente e stravagante.

Non potevamo non farvi vedere i dolcetti della festa (con tanto di torta):

Senz’altro, Rebecca ha dimostrato che la volontà della sua bambina era più importante del voler apparire perfetta agli occhi degli altri. Come quanto rivelato dalla stessa donna, viviamo in un’era in cui i social network sono diventati parte integrante della nostra vita. Sono in molti a condividere con i propri amici e follower gran parte delle loro giornate e… anche se non vogliamo ammetterlo, ci teniamo ad apparire perfette in qualsiasi circostanza.

A volte, però, dimentichiamo quanto sia bella e divertente la vita in ogni sua sfaccettatura. Dovremmo cercare di mettere da parte il nostro lato social lasciando fuoriuscire quello più stravagante e divertente.