Sindhutai Sapkal, essere madre di oltre 1000 bambini orfani - Roba da Donne

Sindhutai Sapkal, essere madre di oltre 1000 bambini orfani

Sindhutai Sapkal, essere madre di oltre 1000 bambini orfani

Fonte: Getty Images

Foto 1 di 8
Ingrandisci

Sindhutai Sapkal, conosciuta da tanti semplicemente come la Madre degli orfani, è un’assistente sociale indiana che da decenni ha messo la sua vita al servizio degli orfani.

Ha cresciuto oltre mille bambini e per il suo impegno ha ricevuto quasi trecento premi. La sua storia è purtroppo praticamente sconosciuta fuori dai confini dell’India, ma merita di essere raccontata.

Sindhutai si è sposata ancora bambina, è stata abbandonata dal marito a vent’anni, dopo essere stata picchiata mentre era incinta di nove mesi. Costretta a elemosinare per sopravvivere, passando da un treno all’altro, sembrava destinata a morire sulla strada come tanti altri, ma non è andata così.

Senza il supporto di nessuno, ha iniziato a prendere con sé dei bambini e nel tempo ha aperto diversi orfanotrofi. Come ha raccontato in una delle sue rare interviste, condivisa da The Free Press Journal, Sindhutai Sapkal non si è mai data per vinta.

Quando scendevo dai treni a notte fonda avevo paura degli uomini. Avevo solo vent’anni. Ho pensato spesso di togliermi la vita. Ma una notte in cui ero davvero stanca sono scesa da un treno con un grande panino in man0. Ho sentito un mendicante piangere e dire che era malato, stava morendo e non aveva nessuno. Voleva solo bere qualche goccia d’acqua.

Sono andata da lui e gli ho detto “Perché devi morire solo con acqua? Tieni il mio pane, mangialo, bevi e poi muori”. Non è morto! E questa cosa mi ha fatto pensare che, se avevo salvato la sua vita, perché dovevo pensare di voler morire? Potevo aiutare la gente a sopravvivere.

Così è iniziato un percorso incredibile, che l’ha portata a trasformare la vita di molti. Il suo primo “figlio adottivo” è arrivato poco dopo: si chiamava Deepak, aveva sedici anni e viveva vicino alle rotaie.

Ho pensato che mia figlia avrebbe potuto finire come lui, allora l’ho preso con me ed è diventato il mio primo figlio.

Sfogliate la gallery per ripercorrere la storia di Sindhutai Sapkal…

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...
  • Storie di Donne