logo
Galleria: Pippo Baudo: i 10 più grandi amori di un uomo molto amato

Pippo Baudo: i 10 più grandi amori di un uomo molto amato

Pippo Baudo: i 10 più grandi amori di un uomo molto amato
Foto 1 di 11
x

Il grande amore di Pippo Baudo non può essere che la televisione. Si accorse di lei nel 1954, mentre si trovava a Trieste per festeggiare il ritorno della città in Italia. Fu un colpo di fulmine, come raccontato tempo fa in un’intervista al Corriere.

Vedevo sulla destra la piazza dell’Unità gremitissima, i bersaglieri che passavano, tutti a piangere e accanto, sulla sinistra, c’era un negozio di televisori. E sui vari televisori c’erano, in bianco e nero, le stesse immagini che i miei occhi vedevano a colori. Quel giorno mi sono detto: porco Giuda io dentro questo televisore ci devo entrare. E prima o poi ci entrerò.

Una storia talmente totalizzante e simbiotica, che si fatica a ricordare le donne in carne e ossa che hanno attraversato la sua vita. Eppure ce ne sono state tante, e non si è trattato solo di passioni folgoranti, ma anche di affetti familiari e colleghe che lo hanno accompagnato per tutta la sua carriera, dai varietà degli Anni Cinquanta a oggi. E, sullo sfondo, sempre lei, così speciale fin dal debutto nel 1959: un momento che Pippo Baudo vorrebbe poter rivivere.

Vorrei riviverlo perché ero talmente confuso dall’emozione che non mi ricordo niente. Vorrei vedere cosa provai in quel momento. Perché allora non pensavo che tre giorni dopo il mio arrivo a Roma sarei stato in televisione e avrei chiamato col telefono a gettoni per dire: “Papà, dopodomani sono in televisione”.

Raffaella Carrà, la rivoluzione cortese ma decisa di un ombelico

Raffaella Carrà, la rivoluzione cortese ma decisa di un ombelico

Sfogliate la gallery per ripercorrere la carriera e le donne di Pippo Baudo…