logo
Galleria: Pamela Des Barres: “Mi davano della pu***nella, ma facevo ciò che volevo”

Pamela Des Barres: “Mi davano della pu***nella, ma facevo ciò che volevo”

Pamela Des Barres: "Mi davano della pu***nella, ma facevo ciò che volevo"
Foto 1 di 10
x

“Una groupie è una persona che ama talmente tanto la musica da voler passare tutto il suo tempo intorno a chi la crea”, ha spiegato Pamela Des Barres in una recente intervista al Guardian. Adolescente negli Anni Sessanta, girava i club della Sunset Strip di Los Angeles, dove mossero i primi passi leggende del rock come Jim Morrison, Rolling Stones e Frank Zappa. Lei era ossessionata dalla musica dei Beatles, come tante coetanee del tempo. Poi un amico le fece conoscere Captain Beefheart e la sua vita cambiò radicalmente.

Miss Pamela, come si fa chiamare anche oggi, decise di dedicare tutta se stessa alla musica e divenne una di quelle giovani e avvenenti ragazze che affollavano i camerini delle rockstar e che giravano il mondo per seguire le band. Come la groupie Penny Lane del film Almost Famous, che pare sia ispirata proprio a lei. Scegliendo quel tipo di vita, Pamela Des Barres attirò le inevitabili critiche della società bacchettona e inamidata dei Sessanta e Settanta, come lei stessa ha raccontato tempo fa a Vice. Oggi, però, le cose sono cambiate.

Mi consideravano anti-femminista: una puttanella sottomessa agli uomini. Nel corso degli anni ho osservato questa questione mutare molto lentamente: non mi sono nascosta e non sono rimasta in disparte. Ho continuato a insegnare, scrivere libri ed esprimere le mie idee sulla vita. Non volevo essere vista solo come una prostituta che scriveva un libro e poi finiva nel dimenticatoio. Ora, finalmente, mi vedono come una femminista: una donna che usciva e faceva esattamente quello che voleva.

"Fare sesso con lei era feroce": Janis Joplin nei racconti dei suoi amanti

"Fare sesso con lei era feroce": Janis Joplin nei racconti dei suoi amanti

Sfogliate la gallery per leggere la storia di Pamela Des Barres…